Coperchio piano cottura

Coperchio piano cottura, per una cucina sempre in ordine

A volte basta abbassare il coperchio del piano cottura per dare alla cucina un senso di ordine maggiore. Perché a meno di non avere il piano cottura a piastre ad induzione, la presenza dei bruciatori, per quando ordinati e perfetti siano, crea una sorta di irregolarità nell'aspetto del piano cottura. Una cosa che non dà sicuramente fastidio, a meno di non abbassare il coperchio del piano cottura e rendersi conto che effettivamente, con il coperchio abbassato, c'è un maggiore senso di ordine. Non è un effetto ottico, è solo che il nostro occhio preferisce le superfici piane e lisce a quelle più articolate, per cui, con il piano cottura chiuso, si crea un senso di linearità maggiore che risulta esteticamente più bello. E qualche volta, diciamo la verità è molto utile per nascondere una cucina non pulita alla perfezione. In ogni caso una cucina che venga poco utilizzata, perché magari la dinamica di famiglia è tale da portarci a mangiare spesso fuori casa, è sicuramente più completa ed ordinata se dotata anche di coperchio del piano cottura.
Coperchio piano cottura

Stoneline 10862 - Set 2 coprifornelli in vetro, utilizzabili anche come taglieri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,95€
(Risparmi 10€)


Materiali e modelli

modelli piano cotturaI coperchi per il piano cottura non sono tutti uguali, anche se guardandoli superficialmente può sembrare che lo siano. Innanzi tutto differiscono per i materiali. I più comuni sono il vetro e lo smalto, e anche tra questi, vi sono differenze di tipo, spessori, resistenza e peso. I coperchi in vetro sono perfetti per le cucine moderne e quelle in sitle minimalista. I più comuni sul mercato sono in vetro o in cristallo bianco o nero (e naturalmente quando parliamo di vetro e di cristallo parliamo di vetro e cristallo temperato), ma si trovano anche modelli a specchio o con vetri colorati, per chi ha gusti estremamente moderni e ama i colori in cucina. Per chi non vuole essere soggetto alla pulizia maniacale, e non fa troppa attenzione ad una macchia di calcare in più, l'ideale sarebbe la scelta dei vetri neri o fumé o comunque di tipo opaco, che meglio nascondono eventuali difetti di pulizia. I piani cottura in smalto, sono ideali per le cucine più classiche o rustiche, anche se, pure in questi casi, la tendenza è di preferire sempre di più piani in vetro, magari cercando modelli che meglio si armonizzano con il contesto meno moderno per cui sono richiesti. Forme e dimensioni dei piani cottura naturalmente dipendono dalla cucina stessa. Qualora si decidesse di acquistare il coperchio del piano cottura in un secondo momento rispetto al piano stesso, è bene acquistarne uno della stessa marca del piano e non cercarne di universali che pur essendo più economici, sono comunque un ripiego su quello che potrebbe essere un coperchio di marca. I coperchi più comuni sono quelli semplici, che presentano adattamenti per i comandi laterali o frontali. Ma ci sono anche forme un po' più particolari, generalmente ideate per cucine super moderne e robotizzate.

    ELECTROLUX KIT COPERCHIO CONER 60L/2 PER PIANI 60 cm COMANDI LATERALI NERO

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 85€


    Pulizia del piano cottura e del coperchio

    E' molto importante, quando si pulisce la cucina, utilizzare dei prodotti adeguati che non rovinino le superfici. Quando la cucina è dotata di coperchio, non sempre si può utilizzare lo stesso tipo di detergente per il piano cottura e per il coperchio, visto che raramente i due elementi sono costituiti dallo stesso materiale. La cucina in acciaio inox, ad esempio, può richiedere un lavaggio con aceto bianco caldo per eliminare le macchie di grasso o di calcare, mentre per il coperchio questi prodotti possono essere inutili. Innanzitutto il coperchio non sarà mai in acciaio inox (non ne fanno, ma se ne facessero sarebbero davvero brutti!), ma quasi sempre in vetro o smalto. In secondo luogo, a meno di rare occasioni, il coperchio non si sporca mai quanto i piani cottura, per cui necessiterà di una pulizia più delicata. Per un coperchio in vetro si possono utilizzare i classici detergenti che si usano anche per gli specchi e per le finestre, mentre, nel caso di smalto, si può usare anche uno smacchiatore delicato. Per entrembi, naturalmente, è assolutamente vietato l'uso di spugnette abrasive. In caso di sporco intenso, meglio armarsi di pazienza e di olio di gomito che non cercare di pulire con un materiale abrasivo o peggio, cercare di togliere le incrostazioni con la punta di un coltello.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO