Agave americana

Cos'è:

Quello dell' Agave è un genere che racchiede un numero vastissimo di specie, molte delle quali sono ritenute di gran valore ornametnale, in particoalre se coltivate in piena terra.

Tra le specie più diffuse e coltivate, sicuramente si disringue l' Agave Americana. Si tratta di una pianta succultenta proveniente dal Messico, ma sviluppata in tutta l'a rea mediterranea e nei luoghi della terra che posseggono un clima abbastanza temperato. L' altezza dell' Agave Americana può arrivare anche ai due metri, in particolare a causa delle foglie, carnose, triangolari, arcuate e particolarmente lunghe: arrivano ad essere anche centocinquanta centimetri, mentre la loro lunghezza è di circa venti centrimetri. Sono quindi di forma affusolata, mentr eil loro colore è quello di un verde che tende al blu, ma ve ne sono alcune che posseggono anche particolari striatuere, e ai lati posseggono delle spine. Si tratta di piante molto longeve, capaci di sopravvivere anceh per più di venti anni. Esse hanno la forma di dense rosette e producono, anche se non sempre, delle infiorescenze a forma di pannocchia, il cui fusto è alto anche tre metri. Sopra a questo fusto si sviluppano dei fiori tubolari di colore giallo chiaro, molto particolari e decorativi. Incredibilmente, in genere dopo la fioritura la pianta appassisce, e i numerosi genermogli che essa lascia si sviluppano come piante singole. Si tratta di una pianta che cresce in modo abbastanza veloce e in pochi anni raggiunge altezze elevate.

Ve ne sono di varie tipologie, tra le quali ricordiamo l' Agave americana striata, avente delle foglie verdi e lucide con striature di giallo e/o di bianco nella parte centrale della foglia, l' Agave americana marginata, con foglie di un verde molto inteso aventi però striature di giallo verso i lati; l' Agave americana medio-picta, avente delle foglie di un verde tendente al grigio e una struatura centrale di colore bianco.

Tale pianta è commestibile, e in genere viene anche cotta, mentre cruda viene utilizzata nella medicina popolare. La sua linfa è ricca di zuccheri e infatti viene utilizzata nelal creazione di uno sciroppo diuretico. Se fermentata, invece, viene prodotta la tequila.

agave americana

Vivai Le Georgiche AGAVE AMERICANA VARIEGATA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Tipo di terreno e concimazione:

agave americana in naturaL' agave è una pianta succulenta di grandi dimensioni, che però cresce a vista d' occhio anno dopo anni. Il rinvaso, pertanto, può essere necessario ogni anno, e deve essere effettuato agli inizi della primavera per le piante già adulte, mentre per quelle più piccole esso può avvenire regolarmente ogni due o tre anni, a seconda della rapidità della crescita, che in genere è condizionata dal terriccio e dal clima.

Il terriccio ideale per la coltivazione dell' agave è il normale terriccio per cactacee, che può essere reperito già pronto presso dei vivai o presso dei negozi di giardinaggio. A questo, però, si può aggiungere della sabbia fine, per renderlo ancora più adatto al loo scopo. IL terreno, infatti, deve essere ben drenato e leggermente acido.

Per quanto riguarda il vaso, in genere è consigliabile coltivare l' agave in vasi di terracotta, che permettono l'aerazione della terra. Le dimensioni del vaso non devono essere eccessivamente superiorei a quella della pianta di agave, in quanto se rimane del terriccio in eccesso, questo rimarrà inevitabilmente impregnato di acqua e pertanto potrebbe causare notevoli danni allap ianta.


  • albero caducifoglie Come molti ben sapranno, esistono varie tipologie di vegetali. Tramite il fai da te è possibile occuparsi e coltivare qualsiasi specie, o quasi, semplicemente e a casa propria, nel più difficile dei c...
  • orchidee rare Le orchidee sono piante molto amate sia da chi si occupa di giardinaggio sia da chi si accinge a comprare dei fiori recisi per fare un regalo o semplicemente per animare la propria casa con i colori d...
  • coltivaizone spinaci la Spinacia oleracea, comunemente chiamata “spinacio”, è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, o, secondo la classificazione APG, “Amaranthaceae”. Si tratta di una pi...
  • mirtilli Il mirtillo è un alimento molto conosciuto: si utilizza molto, ad esempio, per la creazione di confetture, o in molte ricette per dolci, o ancora per aromatizzare alcuni liquori. Sicuramente, però, so...

Vivai Le Georgiche AGAVE AMERICANA BLU

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Esposizione, temepratura e annaffiature:

agave Per quanto riguarda l' esposizione, l' agave è una piant ache si sviluppa in luoghi dal clima mite, pertanto sopporta bene il caldo, anche se può avere qualche problema in presenza di climi particolarmente rigidi. Pertanto esse vanno poste in un luogo soleggiato e molto luminoso, anche a esposizione diretta ai raggi solari, come ad esempio in piena terra.

La temperatura ideale per la coltivazione dell' agave si aggira tra i 20 e i 30 °C, anche se , solo per pbrevi periodi, l' Agave Americana può sopportare temperature basse, anche vicine ai -10°C. In luoghi aventi un clima invernale particolarmente freddo,e sse vanno quindi poset in serra oppure riparate.

Per quanto riguarda l' annaffiatura, questa pratica va effettuata costantemente e con parsimonia. Durante i mesi invernali, l' Agave americana va innaffiata poco, ovvero ogni volta che il terriccio si secca, in quanto si tratta di una b pianta che necessita di un terriccio umido, anche se non troppo. Durante la ripresa vegetativa, invece, che avviene in genere verso la metà di marzo, le annaffiature diventano sempre più frequenti, anche se mai eccessive: esse devono consentire alla pianta di usufruire di un terriccio costantemente umido, ma non del tutto bagnato. Verso settembre, poi, gradualmente le innaffiature si riducono per intensità e frequenza. Comunque, l' agave è una pianta capace di sopportare anche lunghi periodi di siccità, pertanto non vi dovrebbero essere dei problemi se viene lasciata prima di annaffiature per un determinato periodo.


Fioritura e concimazione:

foglia di agave americanaPer quanto riguarda la concimazione, questa ha il compito di fornire alla pianta tutte le sostanze nutritive di cui necessita per una crescita salutare. La concimazione dell' agave americana deve avvenire ogni tre settimane durante il periodo che va da aprile a ottobre, ovvero durante la stagione vegetativa. IL concime da impiegare è in genere un concime liquido che va somministrato alla pianta insieme all' acqua utilizzata per le annaffiature , ed è quello che viene utilizzato comunemente per tutte le cactaceae. In autunno e inverno, invece, le concimazioni non sono necessarie e vanno sospese.

Per quanto riguarda la fioritura, bisogna sapere che l' agave fiorisce una sola volta durante la sua vita, e dopo tale fioritura essa muore. Pertanto, è possibile veder fiorire l' agave soltanto quando essa ha raggiunto una certa maturità, in genere quando ha raggiunto almeno i primi dieci anni di vita, anche se l' agave può durare anche fino a trent' anni.

Comunque, la fioritura avviene ad inizio estate.


Potatura e moltiplicazione:

L' agave di solito non si pota in quanto non h ne ha alcun bisogno. Semplicemente, a volte può capitare che sia necessario eliminare le foglie basali che si disseccano gradatamente, evitando che rappresentino un pericolo per la pianta in quanto veicolo di malattie parassitarie. Per eliminare queste foglie bisogna utilizzare un attrezzo precedentemente disinfettato e affilato, in mod da evitare di causare dei traumi o delle infezioni alla pianta da potare.

Per quanto riguarda la moltiplicazione, l' agave si moltiplica attraverso i germogli basali, che si staccano dalla "pianta madre" una volta che hanno raggiunto una lunghezza di almeno 10 cm.

Questi germogli vanno prelevati dalla pianta attraverso l' utilizzo di un coltello ben affilato, pulito e ben disinfettato, e dopo essere stati prelevati, vanno lasciati all'aria per un periodo di tempo pari a d almeno due giorni. Successivamente, vengono inseriti in una composta per cactaceae e sabbia e tenuti ad una temperatura che si aggira intorno ai 15°C.

Tale composta va inoltre tenuta costantemente umida e lontana dal sola, altrimenti le giovvani piantine non attecchiscono. Una volta attecchite, comunque, esse vanno rinvasate in contenitori adatti.


Parassiti e malattie:

La pianta di agave può dare segni di sofferenza in vari casi e per vari motivi.

Nel caso essa si presenti in uno stato di malessere, probabilmente ciò è dovuto alle eccessive annaffiature, in particolare ai ristagni di acqua nella rosetta delle foglie, pertanto la pianta e il terriccio vanno lasciate asciugare esponendoli al sole e, nel caso il terriccio sia ecessivamente umido, rinvasando.

Nel caso si presentino macchie brune sulla pagina inferiroe delle foglie, probabilmente la causa è la cocciniglia, in particolare la cocciniglia bruna. Questa ipotesi va confermata tramite una lente di ingrandimento con la quale le macchie vanno osservate. E' possibile provare a rimuoverle manualmente, usufruendo di un batuffolo di cotone imbecuto nell' alcool . Se la pianta è grande, essa può essere lavata con acqua e sapone neutro srofinando con una spugna delicatamente, per rimuovere gli insetti, dopo di che avere premura di eliminare ogni piccola traccia di sapone. Altrimenti, bisogna utilizzare degli appositi antiparassitari.

Nel caso si noti la presenza di piccoli animaletti bianchi sulla pianta, probabilmente si tratta di afidi, che vanno evitate tramite l' utilizzo di antiparassitari specifici, reperibili presso un buon vivaista.

Nel caso si noti invece che le foglie incominciano a ingiallire e incominciano ad apparire macchie di piccole dimensioni, di colore giallo e marrone, che poi comportano l' accartocciamento delle foglie, che si seccano e cadono, bisogna osservare attentamente le foglie, in particolare la parte inferiore: si noteranno sicuramente sottili ragnatele. Sicuramente si tratterà, in questo caso,di un 'infestazione messa in atto dal tipico nemico delle colture, il ragnetto rosso, un acaro fastidioso e molto dannosso, che va combattuto tramite nebulizzazioni della chioma, in quanto in assenza di umidità il ragneto rosso prolifera in maniera maggiore. Nel caso di infestazioni molto gravi, però, può risultare indispensabile utilizzare un insetticida specifico. Se però la pianta non è molto grande, si può proare a pulire le foglie dal parassita tramite l' utilizzo di un batuffolo di cotone insaponato e bagnato.


Agave americana: Curiosità:

Le foglie dell' agave vengono utilizzate per produre corde, reti ecc. Dall' agave, inoltre, si ottengono il Pulque, il Mezcal e la Teqila. Quest' ultima prende il nome dalla cità di Tequila dove è stata distillata per la prima volta, nel 1974. Ma come si ottiene la tequila?

In pratica, quando dalla pianta viene reciso lo stelo fiorale, la pianta reagisce riprendendo la sua crescita e gonfiando il fusto centrale. Quest' ultimo sarà quindi pieno di zuccheri. Quando è abbastanza gonfio, la pianta viene tagliata dalla radice e la parte centrale viene resa una pigna , il cui peso varia dai dodici ai quarantacinque chili. Per ottenere un litro di tequila, in genere si necessita di 7 chili circa di polpa.

Se la tequila viene imbottigliata entro 60 giori dalla distillazione, viene detta "Silver";

Se non è invecchiata ma è aromatizzata con caramello viene della "Gold".

Se è invecchiata in tini di legno per un periodo compreso tra i due e i nove mesi, è chiamata "Resposado".

Se invecchiata per più di dodici mesi, è chiamata "Anejo".


  • agave americana Appartenente alla famiglia delle Agavaceae, l'agave americana è una pianta succulenta, originaria del Messico e diffusas
    visita : agave americana
  • agave pianta L’Agave appartiene alla famiglia delle Agavaceae ed è originaria delle zone tropicali come il Sud America e l’India. E'
    visita : agave pianta
  • pianta agave Le piante grasse sono diffusissime negli appartamenti e nelle case, forse per le poche cure che richiedono, forse per il
    visita : pianta agave

COMMENTI SULL' ARTICOLO