Ficus bonsai

Perchè conoscerli:

IL giardianaggio è un hobby sempre più amato e apprezzato dalle persone, in particolare per i molti vantaggi che esso è in grado di offrire. Infatti non sono poche le agevolazioni che coltivare delle piante nel proprio appartamento o nel proprio giardino apporta, anche se non sono da dimenticare le moltissime e gravi responsabilità a cui chi sceglie di occuparsi di piante va incontro. Per quanto riguarda i vantaggi, sono così numerosi che enumerarli tutti è quasi impossibile. In primis, tra i vantaggi più evidenti, c’è sicuramente quello che riguarda il valore ornamentale delle piante, immenso e innegabile e soprattutto gradevole per tutti, indipendentemente dai gusti e dalla tipologia di pianta. La grossa potenzialità di una pianta di arredare i luoghi più disparati migliorando la loro resa estetica, infatti, è innegabile: esse molto spesso vengono scelte quasi come se fossero degli elementi di arredo, anche perché sono così belle che non sceglierle sembra davvero un peccato. Perciò si posizionano in un salone, fuori al balcone, nel proprio giardino o cortile, sul proprio terrazzo.. insomma, un po’ ovunque. Inoltre è risaputo che occuparsi di piante, anche di più che rispetto agli altri hobby, riesce a far rilassare, in quanto la persona si dedica completamente ad una pianta e dimentica tutte le preoccupazioni, seccature e i nervosismi della vita quotidiana. Tramite il giardinaggio, d’ altronde, è anche possibile venire a contatto con la natura e imparare a rispettare e a prendersi cura non solo delle piante che si posseggono ma, più in generale, di tutta la natura, imparando nuove tecniche, elementi nocivi ed elementi utili per questi esseri viventi ecc ecc. Inoltre è anche possibile sfruttare queste piante non solo per il loro valore ornamentale, ma anche per altri scopi: ad esempio si può scegliere di coltivare dei frutteti o degli orti, cosa che fa si che dalle piante si possa ricavare anche una certa produzione di frutta e di verdura. Ovviamente la produzione e la sua quantità dipende molto dalla tipologia di coltivazione e dalla quantità di piante, ma in genere qualche piantina basta per far ottenere ad una famiglia una buona dose di quella determinata tipologia di frutta o di verdura, in particolare se si scelgono degli alberi da frutto. Questo fa si che per accaparrarsi un po’ di questi prodotti non ci si debba recare al supermercato o dal fruttivendolo, ove tra l’altro la loro provenienza e freschezza non è molto assicurata, come d’ altronde la tipologia di coltivazione scelta, ma basta recarsi sul proprio balcone o nel proprio giardino per poter ottenere dei prodotti sicuramente freschi e coltivati biologicamente. Inoltre quando si ha un giardino questo può essere adibito a vari scopi, semplicemente arredandolo in modo particolare: ad esempio in un giardino può essere installata una bella piscina,almeno se è abbastanza grande, in modo che nei giorni particolarmente caldi tutti possano divertirsi a farsi dei bagni, oppure esso può essere arredato con un gazebo e qualche tavolo, per trascorrere all’ aria aperta dei pasti nelle stagioni calde, o ancora può essere adibito a un piccolo parco giochi casalingo, se vengono installate delle altalene e qualche scivolo, in modo che i bimbi più piccoli possano divertirsi all’ aria aperta piuttosto che stare in casa a poltrire davanti a tv, computer e console con giochi, o ancora si possono sistemare dei divanetti e qualche tavolino per fare in modo che ci si possa trascorrere del tempo piacevole sorseggiando un te con gli ospiti, o stando con degli amici durante le calde sere d’ estate, o leggendo un libro in santa pace. D’ altronde è risaputo che i fiori, con i loro colori, tenui o vivaci, sono anche in grado di aiutare molto le persone dal punto di vista dell’ umore: quella dei colori,infatti, è proprio una terapia utilizzata in medicina. Insomma, coltivare un giardino ha i suoi (tanti) vantaggi, ma non bisogna dimenticare quelle che sono le responsabilità di un buon giardiniere: queste sono tante e molto importanti, perché è necessario soddisfarle sempre, se si vuole che le proprie piante vivano in perfetta salute. Questo, infatti, perché le piante, quando non godono di ottima salute e non vengono curate nel migliore dei modi, manifestano anche esteriormente i loro malesseri, a cominciare dalla produzione, che può essere visibilmente danneggiata o anche del tutto assente. Proprio per questo è molto importante, prima di comprare una pianta, informarsi su quali siano le cure e il tempo medio che bisogna dedicarle per garantire un’ ottima salute, in modo che ci si assicuri che comprarla sia la cosa giusta. Se poi si cerca soltanto un qualcosa in grado di arredare una casa, in commercio vi sono tantissimi oggetti in grado di farlo proprio come le piante. Queste ultime, è meglio comprarle soltanto quando si ha una vera e propria passione.

Le pratiche colturali che bisogna destinare loro per rispondere adeguatamente a tutte le loro esigenze, infatti, non sono per nulla poche: annaffiatura, concimazione, potatura, rinvaso ecc ecc. Queste bisogna saperle eseguire in base alle esigenze di ciascuna pianta, in modo quanto più perfetto è possibile, perché basta un piccolo errore per danneggiare completamente la pianta e comportare delle gravi conseguenze.

Una pianta che spesso si acquista è il bonsai, un giusto compromesso tra grandezza e bellezza.

ficus bonsai

exotenherz.de - Bonsai Ficus retusa, 6 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Cosa sono:

piantina ficus bonsai I bonsai sono piante molto particolari e utili, spesso scelte proprio per la loro peculiarità, riguardante proprio le loro dimensioni: essi, infatti, sono alberi che raggiungono anche grandissime dimensioni in una perfetta miniatura, coltivabili in vaso, in pochissimo spazio. Sarà come avere un salice piangente, un baobab, un grandissimo esemplare di albero sul proprio comodino. Qualcosa di davvero molto particolare, che permette a chi non ha troppo spazio in casa propria o che non ha un giardino per poter coltivare una pianta che in genere raggiunge dimensioni troppo grandi, di coltivare un alberello su un davanzale, sopra un mobile o comunque in uno spazio davvero molto, molto ristretto.

Sono esemplari di pianta anche molto particolari da vedere e particolarmente belli, capaci di arredare uno spazio anche discretamente grande con i loro piccoli ma (in genere) robusti rametti. In genere,però, si tratta di piante anche particolarmente delicate, che però vengono scelte perché sembrano piccole ma accuratissime riproduzioni di grandissimi esemplari. Quando si acquistano, perciò, non bisogna dimenticarsi che si tratta comunque di alberi dotati delle stesse caratteristiche (fatta eccezione per le dimensioni) dei loro “fratelli grandi”, per questo hanno anche le stesse necessità, che è bene soddisfare, ovviamente.

Il ficus bonsai è uno di queste piccole e particolari miniature, ed è un genere che riunisce diverse specie di piante, tutte sempreverdi e provenienti prevalentemente da Paesi tropicali, quindi particolarmente caldi, che sono riproduzioni di alberi che in genere raggiungono dimensioni davvero esorbitanti, anche se coltivati in vaso possono essere mantenuti ad un massimo di tre metri circa. Ma niente paura: i bonsai ficus possono raggiungere un massimo di novanta centimetri- un metro, quindi possono essere facilmente coltivati anche in casa. Essi sono di particolare bellezza: la loro chioma prevede un folto fogliame di colore verde smeraldo, particolarmente brillante. Ogni foglia ha una forma ovale e appuntita ad una delle estremità, mentre l’a spetto è ceroso. Il tronco prevede dei rami non molto spessi soprattutto negli esemplari più giovani, ma molto intricati fra loro. Il colore è di un marrone chiaro che tende al grigio, liscio ma talvolta rugoso. Spesso questi bonsai ficus posseggono anche delle radici aeree particolarmente belle da vedere,in quanto rendono la pianta più particolare.

  • Bonsai Ficus Ginseng Il bonsai Ficus Ginseng proviene dalla Malaysia, da Taiwan e dai paesi asiatici orientali. E' un albero che non può mancare tra quelli dei bravi coltivatori di bonsai. Questo genere di pianta si ricon...
  • pianta da giardino Per chi si occupa di giardinaggio è molto importante sapere quali sono le piante da giardino, o almeno conoscere le più diffuse. Le piante cosiddette “da giardino”, sono per lo più piante la cui sce...
  • Attraverso il fai da te è anche possibile dedicarsi al giardinaggio, ovvero a tutte quelle operazioni necessarie per rendere il giardino di casa propria accogliente e bello, così come è possibile effe...
  • orchidee Le orchidee sono da sempre fiori molti apprezzati per la loro bellezza e per il loro valore ornamentale. Proprio per questo, vengono spesso utilizzate nelle composizioni di fiori recisi, o come piante...

Capelvenere fossili Albero Gingko Ginkgo Biloba Bonsai Semi, Professional Service Pack, 5 Semi / Pack, Giallo ornamentale Foglie E3326

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,04€


Specie più conosciute:

radici ficus bonsai Abbiamo detto che il genere “bonsai ficus” comprende varie specie di piante sempreverdi e proprie di zone tropicali. Ma quali sono quelle che in genere sono più facilmente reperibili perché più comuni?

1. F. retusa: è una pianta molto resistente e poco esigente, anche più capace di resistere al freddo. Si distingue per l’ aspetto coriaceo delle foglie.

2. F. benjamina: è il ficus bonsai più comune e quindi più utilizzato in appartamento, anche perché è facilmente reperibile ei l costo è abbastanza basso.

3. F. panda: le foglie di questo bonsai sono particolari perché più rotonde. Si tratta di un esemplare difficile da reperire, e anche da far crescere, perché caratterizzato da una crescita davvero molto lenta!

Insomma si tratta di tipologie e specie particolarmente apprezzate e abbastanza semplici da coltivare, per questo molto scelte anche per il decoro di ambienti interni.


Ficus bonsai: Pratiche colturali:

esemplare particolare di ficus bonsai per quanto riguarda le sue esigenze, il ficus bonsai non è particolarmente esigente rispetto agli altri bonsai, ma comunque necessita di tutte le accortenze, proprio come tutte le altre piante. P

Le annaffiature devono essere effettuata in modo molto delicato, per non danneggiare la pianta, ma comunque devono essere abbondanti e frequenti, da effettuare praticamente ogni qualvolta il terreno si presenti completamente asciutto, mentre sono da evitare quando il terreno è ancora bagnato. A distaza diqualche minuto, l’ operazione va ripetuta per due o tre volte, in modo che il terreno non si inzuppi ma assorbi bene tutta l’ acqua. In autunno e in inverno, ovviamente, le annaffiature sono molto meno frequenti rispetto alla primavera e l’estate, in quanto la pianta usufruisce di poca acqua durante queti periodi freddi.

La potatura è da eseguire in primavera, durante aprile-maggio. Vanno tagliati i rami che si incrociano o che crescono verticalmente, o verso l’ interno, in modo netto, ma bisogna stendere necessariamente e immediatamente una pasta cicatrizzante per evitare rigonfiamenti anti-estetici.

Per quanto riguarda il rinvaso, questo va eseguito in aprile. Il ficus bonsai va rinvasato aradice nuda: l’ apparato radicale deve essere diminuito circa del 50%. Ovviamente, bisogna utilizzare del terriccio nuovo e ben drenato. Dopo il rinvaso bisogna non concimare per venti giorni.

La concimazione va eseguita di continuo se la pianta è coltivata dentro casa, in quanto in questo caso essa vegeta tutto l’ anno, e vanno diminuite leggermente a novembre e dicembre. Il concime può essere liquido o solido.

I parassiti che in genere attaccano questa pianta sono: il regno rosso, la cocciniglia, la fumaggine. Bisogna pertanto fare prevenzione e curare immediatamente quando la pianta presenta sintomi di infestazioni.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO