Bonsai microcarpa

Cos'è il bonsai microcarpa

L'arte giapponese dei bonsai è antica; significa letteralmente "piantare in vassoio". È infatti una tecnica di coltivazione che consiste nel far crescere un albero in un piccolo vaso, creando una miniatura. Straordinarie sono le creazioni di bonsai da fiore e da frutto in diversi stili che ne esaltino l'estetica, come su roccia o con il tronco e i rami a cascata. Ci sono diverse tecniche e metodi per la cura di questi piccoli alberi, ma è possibile avere un esemplare in appartamento senza essere necessariamente maestri bonsaisti. Il bonsai microcarpa è uno di questi: è una pianta sempreverde e a bassa manutenzione, adatta a vivere sia all'interno che all'esterno e ai climi miti tipici del Bel Paese. Ficus retusa e ficus ginseng sono varietà disponibili in commercio della specie ficus microcarpa, chiamata così perché in natura produce frutti piccolissimi, di pochi millimetri. L'albero è diffuso in un'ampia zona che va dall'India al Giappone fino all'Australia e arriva fino a oltre 20 metri d'altezza, mentre in Italia è conosciuto come pianta ornamentale. Nella sua forma bonsai è ideale per chi è alle prime armi, perché resistente e facile da curare.
Esemplare di bonsai microcarpa

Cinesi rari Ficus Microcarpa Albero Semi 100pcs Cina Roots Sementes Bonsai Ginseng Banyan Garden albero all'aperto Fioriere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Cosa fare dopo l'acquisto

Esposizione di bonsai È sempre meglio acquistare i bonsai presso serre o in negozi specifici, per evitare che la pianta non arrivi in casa già sofferente a causa delle poche cure o dell'ambiente. La perdita di qualche foglia agli inizi non deve spaventare: il bonsai microcarpa, come tutte le piante ornamentali da interno, ha bisogno solo di tempo per adattarsi al cambio di temperatura. Quest'ultima è molto importante soprattutto per il bonsai microcarpa, che andrà posizionato in una zona della casa sempre sopra i 12 gradi. Con la bella stagione sarà possibile spostarlo in giardino o sul balcone, facendo attenzione ad evitare la luce diretta. Una finestra schermata è il posto ideale in particolar modo d'estate, e permetterà il giusto apporto di sole alle foglie senza rischiare che secchino. Non è necessario inoltre rinvasare sin da subito il bonsai. Il suo terriccio specifico contiene tutte le sostanze nutritive utili per il suo sostentamento. Si potrà poi effettuare il rinvaso ogni due anni nel periodo vegetativo.

  • ficus ginseng bonsai Il ficus ginseng è una tipologia di pianta molto apprezzata e utilizzata per la realizzazione di bonsai, che quindi molto comunemente viene scelta per la coltivazione, sia nelle case che nei giardini....
  • BONSAI FICUS MICROCARPA Il Bonsai ficus microcarpa comunemente chiamato anche Ficus ginseng o Ficus retura per le sue caratteristiche in quanto la pianta sviluppa un fusto ampio ed allargato e delle grosse e nodose radici ae...
  • Bonsai ficus retusa Ne esistono molte varietà ma il Ficus Retusa è quello che meglio si adatta al trattamento con le tecniche bonsai per limitarne la crescita e ottenere una bella pianta da appartamento. Il Ficus Retusa ...

20 Pz Esotico Bonsai Banyan Tree Seed Office Desk Ficus Ginseng Perenne Seme Ficus Microcarpa il germogliamento tasso del 95%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come innaffiare il bonsai

Una composizione artistica Come tutte le piante, così anche il bonsai microcarpa dovrà essere innaffiato regolarmente, a seconda della temperatura e della stagione. Prima di procedere si consiglia di controllare il terriccio, che dovrà essere asciutto. A questo punto si potrà bagnare con un annaffiatoio o per immersione in una bacinella. Il secondo metodo è il migliore, perché non solo renderà umido tutto il terriccio ma, spingendo l'aria esausta all'esterno, questo potrà ricaricarsi di nuovo ossigeno. Il metodo consiste nel posizionare per qualche minuto il bonsai in una bacinella capiente e riempirla d'acqua fino all'orlo del vaso, ripetendo l'operazione se il livello si abbassa. Infine si solleverà il bonsai facendo uscire l'acqua in eccesso dal foro di drenaggio. Per l'annaffiatura del bonsai, si consiglia di usare l'acqua piovana e, se non disponibile, quella del rubinetto lasciata a riposo. Questo permetterà al calcare di depositarsi in fondo all'annaffiatoio non nel substrato della zolla.


Bonsai microcarpa: Come fare la potatura e in caso di parassiti

Radici aeree di un bonsai Per creare bonsai dalle forme più belle e particolari, gli esperti bonsaisti effettuano tecniche di potatura diverse lungo tutto l'arco di vita della pianta, a partire dalla formazione. Per il bonsai microcarpa non ce ne sarà bisogno, perché all'acquisto sarà già in età adulta. Si consiglia quindi di effettuare piccoli e leggeri tagli necessari solo per eliminare rami secchi, spezzati o malati. La potatura cosiddetta di mantenimento può avvenire tutto l'anno e richiede tagli secchi e affilati per non danneggiare il bonsai stesso. In caso di ferite troppo ampie che potrebbero favorire parassiti, si applicherà la pasta cicatrizzante apposita per bonsai. A volte i parassiti possono attaccare le foglie anche se non sono avvenute potature, a causa dell'esposizione in esterno oppure per il terreno troppo umido. Cocciniglia e ragnetto rosso, fitofagi e aggressivi, sono gli insetti più frequenti tra i bonsai di varietà ficus. Il problema può essere risolto facilmente con un insetticida specifico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO