Bonsai ficus microcarpa

BONSAI FICUS MICROCARPA

Il Bonsai ficus microcarpa comunemente chiamato anche Ficus ginseng o Ficus retura per le sue caratteristiche in quanto la pianta sviluppa un fusto ampio ed allargato e delle grosse e nodose radici aeree simili alle radici del ginseng, che però non ha nulla a che vedere con il Bonsai. La sua coltivazione in appartamento è molto diffusa perché si adatta senza richiedere troppe cure o condizioni climatiche particolari. E' una pianta sempreverde con uno sviluppo abbastanza continuo in tutto il corso dell'anno, priva di un periodo di riposo vegetativo, il suo fusto ben allargato e nodoso rende l'aspetto del Bonsai vetusto anche se ancora giovane e le foglie sono larghe e lucide. Si consiglia di posizionare il Bonsai ficus microcarpa in un habitat confortevole, senza correnti d'aria o fonti di calore eccessive e in zona luminosa. E' possibile trasferirla all'esterno dell'appartamento durante il periodo estivo e primaverile, ricordandosi di ritirarla all'interno appena incominciano i primi freddi, per non far subire traumi alla pianta. Questo tipo di Bonsai cresce bene se in ambiente umido, quindi in presenza di termosifoni accesi ricorrere a sistemi artificiali di umidificazione come gli umidificatori oppure dotare il vaso del Bonsai di un sottovaso contenente dei cubetti di argilla espansa sempre imbevuti di acqua, questo per mantenere la giusta temperatura ed evitare che il fogliame diventi opaco e man mano incominci a cadere. Bagnarla regolarmente solo quando il terreno è asciutto, non creare mai ristagni che potrebbero far marcire le radici e con dell'acqua demineralizzata per evitare di macchiare le foglie, vaporizzare il fogliame creando la giusta umidità, si consiglia di eseguire quest'ultima operazione spesso, soprattutto se nell'ambiente sono presenti dei termosifoni accesi o condizionatori d'aria. Questa pianta teme l'attacco delle cocciniglie e delle malattie fungine. In presenza delle cocciniglie con l'aiuto di un olio di pino eliminarle manualmente e successivamente spazzolare con uno spazzolino le incrostazioni presenti sui rami. Invece per prevenire le patologie fungine eseguire dei trattamenti con fungicida in modo periodico.
BONSAI FICUS MICROCARPA

Ficus ginseng - 20cm pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


LA CONCIMAZIONE E IL TERRENO

BONSAI FICUS MICROCARPA Il Bonsai ficus microcarpa ha bisogno di un terreno fresco e ben permeabile, abbastanza drenato. Per prepararlo mescolare in parti uguali l'akadama e il terriccio universale. Questa pianta è molto esigente necessita di varie sostanze che assorbe dall'aria e dall'acqua come il potassio, azoto e fosforo sostanze che non sono presenti nel terreno in modo illimitato e che si cerca di integrare con la concimazione, è esigente anche sui sali minerali presenti nel substrato di coltivazione che producono un buon apparato radicale. Avendo un vaso molto ridotto è indispensabile fertilizzare il Bonsai in diversi periodi dell'anno che va da marzo a settembre per integrare gli elementi nutritivi di cui ha bisogno. In questo periodo concimare mensilmente la pianta, diluendo in acqua il concime, liquido o in polvere con un più lento assorbimento. La combinazione tra i vari elementi dipende dalla fase in cui si trova il Bonsai che può essere la fioritura, fruttificazione, ripresa vegetativa o riposo vegetativo. Nei periodi particolarmente caldi che vanno da metà luglio a metà agosto e nei mesi freddi come dicembre e gennaio solitamente la concimazione viene sospesa o dimezzata. E' consigliabile evitare di concimarlo con prodotti eccessivamente ricchi di azoto che tendono a favorire la crescita di foglie grandi antiestetiche per un Bonsai.


  • bonsai Occuparsi di giardinaggio è un' attività che richiede impegno e pazienza, ma che riesce a dare anche molto, come la possibilità di stare tra la natura, di respirare aria pulita, di crearsi un piccolo ...
  • Alcune note Nell’ambito delle frequenti e classiche riflessioni più o meno strettamente collegate al mondo della botanica da sempre un certo fascino e una discreta dose di interesse è quella che riponiamo nei con...
  • Alcune note Nell’ambito delle nostre classiche discussioni in tema di botanica da sempre un certo fascino e una discreta dose di interesse è quella che riponiamo nei confronti dei bonsai. Ovviamente, in maniera i...
  • bonsai ligustrum Il fai da te comprende occupazioni in tantissimi campi, da quello edile a quello della bigiotteria, fino al giardinaggio. Si tratta di operazioni semplici, ma molto utili, che tutti possono portare av...

Purovi® KIT per CURA e DECORAZIONE di Acquari e Terrari | Forbici Pinzette Tenaglie | Cura botanica e Aquascaping | Potatura di orchidee e bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,95€


IL RINVASO

In primavera mentre il Bonsai si sta preparando per la nuova stagione vegetativa è opportuno intervenire con la tecnica del rinvaso, alla sostituzione del terriccio e alla potatura della massa radicale, in modo da ridurre le radici più grosse e legnose, per dare spazio a quelle capillari che favoriscono un nutrimento maggiore al Bonsai. Prima di introdurre il terriccio nel vaso è opportuno inserire uno strato d pietrisco o una griglia per evitare che durante le innaffiature l'acqua trascini piccole quantità di terreno dai buchi del vaso, inoltre da protezione da eventuali parassiti animali. Il rinvaso soprattutto nei primi anni di vita deve essere eseguito ogni anno o ad anni alterni per dare spazio alla crescita della pianta, quando invece sarà già adulta basta eseguirlo anche ogni 4-5 anni.


Bonsai ficus microcarpa: LA POTATURA

BONSAI FICUS MICROCARPA La potatura di formazione deve essere effettuata durante lo stato di riposo vegetativo ma essendo un Bonsai sempreverde deve essere considerato il periodo dove la pianta a una crescita più lenta. Le potature di mantenimento durante l'anno devono essere eseguite invece solo per eliminare rami spezzati, secchi e per finire malati. Per assicurargli un' equilibrata vegetazione si interviene con la pinzatura, cimatura e sfogliatura. In commercio esistono degli attrezzi particolari che servono per la potatura come le forbici per le radici, per le foglie e le cesoie per i rami. Devono essere ben affilati per dare un taglio netto senza creare sfrangiate varie che danneggerebbero il Bonsai. Le ferite più grandi è opportuno medicarle con del mastice cicatrizzante, che serve anche per allontanare i parassiti animali.

Per finire possono essere applicati anche dei tiranti, fili e pesi ideali per la correzione dei rami.

Questa operazione solitamente viene eseguita nel periodo vegetativo dove i rami sono più giovani e flessibili ai movimenti.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO