Tetti in alluminio

Coperture in alluminio

I tetti in alluminio vengono molto utilizzati in quanto possono durare per decenni con poca o nessuna manutenzione. I modelli in commercio inoltre garantiscono l'estetica e la funzione di bilanciamento. Confrontando i diversi materiali, il design, i costi e la manutenzione, si può facilmente scegliere il tetto in alluminio più adatto per il proprio edificio.

Questa soluzione presenta numerosi vantaggi, come l'ottima resistenza e la durabilità, oltre che un isolamento elevato agli agenti atmosferici. Ci sono, però, anche alcuni svantaggi che vanno considerati, come il minor grado di isolamento termico, se non si predispone un adeguato sistema isolante sottostante e il fatto che questo materiale può avere costi leggermente superiori rispetto alle classiche tegole.

tetto in alluminio

Adattatore tetto per scala in alluminio - Adattatore con uncino e rotelle per il tetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€
(Risparmi 37€)


Come scegliere un tetto in alluminio

copertura in alluminio Considerate l'aspetto desiderato del vostro tetto. L'acciaio o alluminio possono essere verniciati in molti colori diversi per le varie esigenze stilistiche. L'acciaio inossidabile è spesso lasciato con una finitura trasparente, e il suo aspetto brillante potrebbe funzionare meglio su strutture più moderne. Il rame invece è noto per la sua ricca finitura naturale.

Valuta i requisiti di manutenzione. I tetti in metallo richiedono una riverniciatura ogni tre o quattro anni per mantenere inalterato il loro aspetto. Acciaio inox e rame possono essere invece lasciati al naturale per molto più tempo. Se non vi piace l'effetto patinato del rame, tenetelo allo stato lucido originario.

I tetti in alluminio sono disponibili in pannelli, tegole o tavole per le varie realtà architettoniche. Questi elementi possono essere lisci o strutturati, oppure in rilievo per imitare altri materiali di copertura, come le raffinate scandole di legno.

  • Quando ci si occupa del fai da te, spesso e volentieri ci si può trovare a doversi occupare del proprio giardino o dell’ allestimento anche esterno della propria casa. La tettoia rientra sicuramente n...
  • Copertura tetto Il tetto è la parte la parte finale di un immobile. In genere, il tetto coincide con l’ultimo piano dell’edificio e si compone di una struttura portante detta “sistema tetto” e di una parte protettiva...
  • isolamento termico tetto La soluzione che spesso viene adottata è quella pratica dell'innalzamento del livello della temperatura interna, che però non porta ad altro se non a un consumo incredibile d'energia. La soluzione più...
  • costruzione tetto ventilato Una delle soluzioni più apprezzate è quella del tetto ventilato. Questa scelta a dire il vero non è propriamente libera se si decide di realizzare un tetto a falde di qualsiasi tipo, dal momento che è...

Faithfull Faicsquick - Squadra per tetti, 180 mm, facile e rapida, in alluminio, FAICSQUICK

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,43€
(Risparmi 0,6€)


Tetti in alluminio

tetto in alluminio Pensate alle condizioni meteorologiche della vostra zona geografica. Tetti in rame o di alluminio sono particolarmente resistenti alla pioggia e all'umidità. L'acciaio invece potrebbe arrugginirsi a causa dell'esposizione all'umidità, sebbene le coperture in acciaio zincato riducono la ruggine e corrosione. L'alluminio è abbastanza resistente all'umidità, ma può essere soggetto ad ammaccature o danni in zone molto ventose a causa della sua malleabilità.

Se la struttura del tetto non è uniforme, considerate l'utilizzo di un materiale morbido, come l'alluminio, facilmente modellabile ed adattabile.

Sistemi strutturali possono essere installati direttamente su travetti: questa opzione sicuramente ridurrà il costo totale del tetto.


Come rivestire un tetto in alluminio

copertura in alluminio A differenza del tetto con tegole, le coperture in alluminio sono suscettibili all'ossidazione, a meno che non siano rivestite con il materiale appropriato. Prima di tentare di finire il tetto in alluminio, è necessario capire cosa usare, come applicare il prodotto e le precauzioni di sicurezza da impiegare.

Vi serviranno una scala estensibile, una scopa, un impianto di pressione idraulica e della vernice acrilica elastomerica.

Per effettuare questa operazione, è meglio scegliere la bella stagione, in modo che i vari prodotti non risentano dell'umidità atmosferica e si asciughino molto più rapidamente. Mettendovi in sicurezza, accedete al tetto con la scala estensibile. Indossate l'apposito caschetto, guanti e mascherine protettive. Lavorate con un partner più esperto se si ha poca esperienza e dimestichezza con le scale di estensione. In alternativa, si può chiedere il lavoro completo di verniciatura ad una ditta specializzata del settore.

Se invece vi sentite sicuri e avete già precedentemente eseguito operazioni simili, cominciate a spazzare via le foglie o detriti che possono interferire con la riuscita della ricopertura in vernice. Usate a tale scopo una scopa in saggina se il tetto è relativamente recente oppure un aspiratore se l'area è estesa e molto usurata.


Realizzare tetti in alluminio

tetti in alluminio Pulite la superficie del tetto in alluminio lavandolo a fondo con una rondella di pressione. Iniziate dal bordo estremo e muovetevi all'indietro verso la parte superiore della scala per evitare di dover camminare su una superficie bagnata e molto scivolosa.

Lasciate che il tetto si asciughi completamente prima di continuare. Saranno necessari un paio di giorni, sempre che il tempo atmosferico non sia avverso.

Trascorso tale periodo, dopo aver verificato l'effettiva asciugatura del tetto, versate la vernice acrilica elastomerica in un secchio non metallico da cinque litri. Riempitelo soltanto per circa un terzo della sua capacità. Applicate il prodotto sul tetto in alluminio, utilizzando il rullo. Lasciate asciugare per il tempo indicato dalla casa produttrice della vernice, quindi ripetete lo stesso procedimento con una seconda mano se necessario. Il vostro tetto sarà completamente impermeabilizzato.




COMMENTI SULL' ARTICOLO