Eliminare le crepe nei muri

Eliminare le crepe nei muri

E' bene sapere che, in casi di cedimento o semplici crepe, è possibile risolvere quella che può sembrare una brutta gatta da pelare in maniera del tutto autonoma. Attraverso dei semplici passaggi, di seguito esplicati, si potrà ridonare alle proprie pareti il loro vecchio aspetto, spendendo nient'altro che i soldi necessari ad acquistare i materiali.

Adesivi da parete per decorare la casa, motivo farfalle, erba, staccionata, fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,25€


Materiali di cui abbiamo bisogno

- intonaco pronto

- stucco

- cemento

- sabbia

- teli

- martello

- scalpello

- frattazzo

- colore

  • crepa muro interno Il fai da te comprende moltissime sezioni, quindi permette a chiunque di avvicinarsi al suo mondo. Di esso fanno parte, infatti, operazioni di tantissimi tipi, a cui tutti possono appassionarsi, seco...
  • mobili restauro L’arredo della casa disegna lo stile, la bellezza, la luminosità di un appartamento. La scelta di ogni singolo complemento d’arredo, l’accostamento di colori, materiali, forme, geometrie, determina in...
  • Eliminare le crepe nei muri tutorial Capita spesso che nei muri di una casa si formino delle crepe, molte volte a causa di fenomeni di assestamento, che potrete eliminare seguendo le istruzioni contenute in questo video. Avete bisogno so...
  • Alcune note Le soluzioni migliori per come stuccare le crepe passano, bene o male, tutte o quasi attraverso il concetto e l'impiego di intonaci a stucco che sono un elemento di edilizia, se poi è giusto parlare d...

murando - Carte da parati PURO - Carte da parati realistiche - 10m della carta da parati senza ripetere il motivo - Il fotomurale su fliselina - Parato - Il pannello decorativo - Il La foto sulla parete nelle dimensioni XXL - Rivestimenti e decorazioni per pareti - ornamento piastrelle f-B-0009-j-b

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,89€
(Risparmi 38,11€)


Primo passo

eliminare crepe dal muro Prima di iniziare il lavoro vero e proprio è necessario spostare ogni pezzo della mobilia della stanza nella quale occorre intervenire, posizionandoli al centro di questa e coprendoli con dei teli, così da evitare di sporcarli in alcun modo o addirittura rovinarli. Fatto questo potremo dedicarci al muro, facendo qualcosa che all'inizio potrebbe apparirci decisamente bizzarra, ampliare le crepe. Utilizzando delicatamente martello e scalpello dovremo ampliare di circa un centimetro in profondità e due centimetri in larghezza le crepe, al fine di rendere molto più robusta la riparazione finale che stiamo andando ad eseguire. Osservando da vicino i fori nel muro potrebbe capitare di trovare dei mattoni rotti. In tal caso occorre rimuovere attentamente solo le parti danneggiate e mobili.


Secondo passo

Se ci sono dei mattoni rotti occorre riempirli con del cemento, così da pareggiare la loro superficie con quella degli altri. I mattoni devono essere ben riempiti, così da renderli più solidi e resistenti, quasi come nuovi. I mattoni vanno lasciati asciugare del tutto, e solo quando ciò sarà fatto potremo occuparci delle crepe più esterne. Per far ciò avremo bisogno dell'intonaco pronto, che dovrà essere ben impastato con dell'acqua. Una volta fatto questo andranno riempite attentamente tutte le spaccature presenti (in precedenza allargate). Prima di procedere al riempimento, è bene inumidire alquanto le crepe, così da far attecchire meglio l'intonaco. Una volta riempiti tutti i buchi sarà meglio lisciare le superfici con il frattazzo, recuperando parte dell'intonaco eccedente, che potrà essere eventualmente riutilizzato per colmare ulteriori crepe su altre pareti o fori non visti durante il primo intervento. La riparazione non è ancora conclusa, ma per poter continuare è necessario lasciar asciugare il tutto. Il tempo necessario si aggira intorno alle 24 ore.


Terzo passo

coèrire le crepe nel muroUna volta trascorse le ventiquattro ore e assicuratici che l'intonaco si sia realmente asciugato del tutto, potremo passare allo step successivo. Questo prevede una mano di stucco. Ciò è necessario al fine di rendere la parte di parete rattoppata liscia come il resto della superficie, così da non provocare dislivelli o altre imperfezioni, che risulterebbero evidenti al momento della verniciatura. Lo stucco va dunque applicato al di sopra dell'intonaco, utilizzando nuovamente il frattazzo per evitare di lasciare ogni sorta di sbavatura. Anche in questo caso, una volta terminato il passaggio della prima mano, occorrerà lasciar asciugare il tutto. Questa volta però l'attesa sarà di certo meno breve. Lo stucco infatti necessiterà di solo due ore circa. Se dovessimo notare qualche imperfezione, una volta che lo stucco si è asciugato, possiamo limarla con della semplice carta abrasiva. Il lavoro si può ormai dire concluso, ma di certo non si può lasciare la stanza in queste condizioni. Lo stucco, anche se asciugato, si mostra in maniera evidente sulla parete, soprattutto perché c'è una grande differenza cromatica tra le parti riparate e non. E' dunque necessario dare una passata di colore al di sopra dello stucco, anche se, qualora la vernice sia già alquanto datata, è consigliabile tinteggiare nuovamente l'intero muro e dunque la camera. Questo è davvero l'ultimo passo. La stanza dunque può tornare ad essere utilizzata come al solito e le crepe non si mostreranno per un bel po', salvo gravi eventi geologici, ma soprattutto saremo riusciti a risparmiare un bel po' di soldi per la manodopera.



Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO