Dipingere le pareti

Preparazione pareti

E' vero che un lavoro del genere non necessariamente richiedere la presenza di esperti manovali. La tinteggiatura infatti rientra a pieno nella categoria dei classici lavori da bricolage. Prima di operare però occorre essere certi che le mura siano pronte a subire qualsiasi trattamento. Per poter ridipingere le proprie pareti dunque si dovrà passare attraverso alcune fasi. E' certo che questo lavoro provocherà la formazione di molta sporcizia, per questo è fondamentale cambiare la posizione di tutti i mobili presenti nella stanza in cui si lavora, posizionandoli magari al centro della stessa, coprendoli poi con dei teli di plastica. Le tende, qualora fossero presenti, dovranno essere rimosse, mentre i pavimenti protetti anch'essi con semplici fogli di giornale.

Qualora ci si trovi a lavorare in una casa con pareti nuove, che presentano dunque un intonaco applicato recentemente, l'unico trattamento da effettuare, qualora se ne presenti la necessità, potrebbe riguardare la formazione di cristalli salini, che si mostrano sulla superficie come della semplice polvere bianca. Questo fenomeno può verificarsi nel corso dell'essiccazione dell'intonaco. Per poter eliminare i cristalli è necessario spazzolare per bene il muro, ripulendolo del tutto.

Nella maggior parte dei casi però ci si trova ad avere a che fare con pareti precedentemente tinteggiate, e anche in questo caso si dovrà pulire da cima a fondo la superficie, ma non solo. Si dovrà inoltre eseguire un controllo inerente eventuali muffe e ricoprire con dello stucco le possibili e quasi certe crepe e spaccature che solitamente caratterizzano un muro datato.

Se la tinteggiatura applicata in precedenza è ruvida occorrerà rimuoverla del tutto, adoperando uno sverniciatore chimico o anche un attrezzo a vapore adatto per tali situazioni.

Dipingere le pareti

PAINTZOOM PAINT ZOOM PISTOLA A SPRUZZO PER VERNICIARE CON COMPRESSORE A TRACOLLA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,79€


Materiali di cui abbiamo bisogno:

Materiali di cui abbiamo bisognoCi serviranno alcuni pennelli dalle varie dimensioni, tra cui uno piatto, spatola, taschietto, secchio, mascherina protettiva, spazzola e rullo.

Inizio lavori:

Una volta ripulita la parete e stuccata, se necessario, si dovrà passare all'imbiancatura, che spesso viene realizzata con il rullo, soprattutto quando a eseguire il lavoro è un esperto di fai da te e non un imbianchino professionista. Qualora la parete sia nuova, occorrerà attendere circa 90 giorni prima di poter agire con la pittura.

Se il muro invece è datato, si potrà procedere al lavoro vero e proprio soltanto dopo circa 15 ore dalla conclusione dei lavori preparatori sulla superficie.

Eventuali gravi irregolarità dovranno essere trattate con una levigatrice professionale, dal momento che la semplice carta abrasiva non potrà di certo bastare ad assolvere al compito. Qualora invece il problema è rappresentato da crepe alquanto estese, in seguito alla stuccatura si dovrà applicare una rete in fibra di vetro, così evitarne la ricomparsa.

La tinteggiatura è un processo che fa eseguito con calma, senza alcuna fretta di concludere. Soltanto così infatti si potranno ottenere dei risultati soddisfacenti, operando di volta in volta in piccole zone della stanza, partendo però sempre dal soffitto.

  • pavimento bianco Quando si vuole rinnovare la propria casa, spesso si parte dandole nuovi colori: non sempre è possibile o comunque necessario rinnovare tutto l'arredo e le varie strutture, ma spesso basta un tocco di...
  • Verniciatura Ci sono azioni che incutono timore solamente quando si presentano davanti agli occhi sottoforma di idee. Ci sono cose da fare che spaventano le persone meno avvezze al fai da te e tutt’altro che prope...
  • pitturare Prima di mettervi al lavoro dovrete eseguire delle operazioni preliminari.Per prima cosa è importante stabilire qual è il momento migliore per dipingerete le pareti di casa. Per un'asciugatura per...

Set 15cm Rullo per Dipingere + Macchina Pittura Decorazione Parete Bricolage

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,16€


Dipingere le pareti: Tipi di pittura:

Pittura acrilica: questo è un tipo di pittura il cui primo utilizzo è alquanto recente. Spesso viene preferita per l'ottimo risultato estetico garantito, ma risulta alquanto difficile da pulire e, nel corso dei lavori, dovrà essere costantemente diluita con dell'acqua.

Idropittura: una delle principali caratteristiche di questa pittura è il fatto che risulta del tutto atossica. Ciò ne fa la scelta preferita da molti per la tinteggiatura di parte interne, così da potervi trascorrere molto tempo a contatto senza il minimo timore. Inoltre risulta facilmente lavabile, il che rappresenta un vantaggio incredibile soprattutto in presenza di bambini in casa.

Pittura isolanti: come s'intuisce dal nome questa tipologia offre garanzie in termini d'isolamento termico e acustico. Si tratta però di vernici del tutto incolori, ma soprattutto dal costo lievemente superiore alla media.



COMMENTI SULL' ARTICOLO