piastrelle in graniglia

Vantaggi e svantaggi

Le piastrelle in graniglia hanno incominciato ad essere largamente diffuse e utilizzate su larga scala a partire dai primi anni del ventesimo secolo soprattutto nelle abitazioni e negli edifici costruiti sullo stile Liberty. Durante questi ultimi anni il loro mercato si è stabilizzato e non ha subito né incrementi né cali apprezzabili di vendite. Grazie alla loro composizione di base offrono alla propria clientela un assortimento di colori pressoché infinito e una gran varietà di disegni e geometrie atte a soddisfare ogni esigenza. Vengono utilizzate per ricoprire superfici ampie sia di interni che esterni creando effetti scenografici mozzafiato non ottenibili con altri materiali edili.

Le pavimentazioni in graniglia, grazie alle loro ottime caratteristiche tecniche quali la lunga durata nel tempo, la resistenza alle sollecitazioni e la lucentezza che offrono dopo la lucidatura, possono essere assimilate in tutto e per tutto a quelle fatte completamente in marmo ma hanno un costo minore e il montaggio è meno laborioso.

Inoltre la graniglia non ha il potere assorbente del marmo puro e quindi se viene accidentalmente a contatto con olio, caffè o altri prodotti simili come ad esempio il vino non si macchia in maniera permanente. Basta detergere la parte interessata con i normali prodotti utilizzati per la pulizia quotidiana dei pavimenti e risciacquare per rimuovere lo sporco superficiale che in alcun modo andrà ad interessare gli strati più profondi del materiale creando un danno permanente.

Con il passare dei decenni la lucentezza inizia a smorzarsi per effetto del calpestio ma è un problema di facile soluzione: non bisogna far altro che levigare e lucidare di nuovo la superficie con gli appositi macchinari per ottenere una brillantezza perfetta tanto da sembrare un pavimento di nuova posa.

L’unico svantaggio che hanno queste piastrelle è quello di essere particolarmente pesanti e quindi hanno bisogno di essere montate su solai robusti e ben fortificati che siano adatti a reggerle senza compromettere la loro stabilità.

pavimento in graniglia

Piastrellisti contenitore washboy completo con kit porta attrezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,47€


Costo

pavimento in graniglia Il prezzo delle piastrelle in graniglia non è così irrilevante ma certamente è più a buon mercato rispetto alle mattonelle fatte esclusivamente di marmo. Anche se il costo al metro quadrato oscilla molto a seconda della qualità della pietra impiegata per la graniglia e a seconda delle dimensioni delle mattonelle stesse si può considerare un forbice di prezzi a partire da 30 euro al metro quadrato per i materiali meno pregiati e sofisticati fino ad un tetto massimo di settanta euro per i prodotti più preziosi o che creano decori particolari ed esclusivi.

  • piastrelle Occuparsi di fai da te può essere un' operazione allo stesso tempo divertente, in quanto richiede creatività e permette di rilassarsi, ma allo stesso tempo particolarmente utile, in quanto permette di...
  • piastrelle a mosaico Sempre più persone scelgono di dedicarsi al fai da te, ovvero ad un hobby che permette di soddisfare le esigenze di tutti, in quanto comprende tantissimi lavori in tutti i campi. Inoltre si tratta di ...
  • piastrelle cucina Quando ci si occupa di fai da te è possibile trarre da questo hobby moltissimi vantaggi , cosa che fa si che il bricolage sia un' occupazione molto amata e praticata , che quindi riscuote molto succes...
  • pavimento in uno spettacolare gres porcellanato Grazie al fai da te è possibile occuparsi di vari hobby, ognuno in un determinato settore e campo. Di conseguenza, tutti possono avvicinarsi al mondo del fai da te, in quanto ognuno può trovare in que...

Marazzi TreverkChic Noce Tinto 30x120 cm MH2Q Legno Moderno gres Piastrelle Pavimento Rivestimento Offerta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38€


piastrelle in graniglia: Posa e manutenzione

pavimento in granigliaLa posa delle piastrelle in graniglia viene effettuata solo da pavimentisti con anni di esperienza alle spalle. Gli addetti ai lavori prima si dedicano a stendere sul solaio una base uniforme di calcestruzzo spesso almeno cinque centimetri poi stendono le mattonelle l’una accanto all’altra senza lasciare alcuna via di fuga. Infatti con questa tipologia di piastrelle si crea una superficie uniforme priva dei commenti stuccati caratteristici dei pavimenti in porcellana o cotto.

Trascorse almeno un paio di settimane dalla posa il calcestruzzo avrà avuto il tempo necessario per asciugarsi bene e si può provvedere a levigare il pavimento con l’apposito macchinario ad acqua. Solo in una fase successiva si può lucidare la superficie utilizzando il medesimo macchinario ma sostituendo la mole con dei dischi di feltro che renderanno la superficie lucida come uno specchio.

Una volta che il pavimento è a posto la manutenzione periodica da fare non richiede grandi manodopera. È sufficiente lavare di tanto in tanto il pavimento con i normali prodotti a base alcolica che si trovano comunemente in commercio e farlo lucidare di nuovo dopo otto o dieci anni per restituirgli la brillantezza che aveva in origine.

È vivamente sconsigliato l’utilizzo della cera tradizionale già che richiede una manutenzione costante e più laboriosa. Inoltre a lungo andare l’utilizzo di tale prodotto crea una antiestetica striscia scura ai bordi non troppo gradevole da vedere e che si toglie solamente con una lucidatura eseguita da esperti ed effettuata con gli appositi macchinari.