Stufe a metano

Come funziona una stufa a metano

Una stufa a metano funziona come la maggior parte di quelle a gas. I comandi sulla parte anteriore controllano la quantità di metano che alimenta il bruciatore. È possibile ruotare la manopola su un valore maggiore o minore per regolare la fiamma secondo le proprie esigenze. Gli apparecchi sono disponibili in una varietà di colori e stili differenti, per adattarsi a qualsiasi ambiente. Alcune stufe sono dotate di fiamme pilota, mentre altre prevedono un accenditore. Per accenderla, dovete ruotare il selettore o la manopola sul frontale della stufa in senso orario. Se vi è un accenditore, dovreste sentire un suono di avviso. Controllate sempre la luce pilota per assicurarvi che sia accesa. Se la spia è spenta, provate a dare fuoco con un semplice fiammifero, quindi ruotate nuovamente la manopola.
Stufe a metano

Stufa A Gas Metano Blue-Flame

Prezzo: in offerta su Amazon a: 84,95€


Come risolvere i principali problemi di una stufa a metano

risolvere i principali problemi di una stufa a metanoSe la quantità di gas non è sufficiente, la fiamma potrebbe avere difficoltà a rimanere accesa. Se invece il metano viene erogato troppo velocemente, la fiamma sarà eccessivamente alta. Entrambi i problemi possono essere risolti modificando le spie pilota.

Iniziate a sollevare la parte superiore della stufa e fissatelo in posizione. Individuate le spie e rintracciate i due tubi di alluminio principali, che solitamente sono collegati tramite raccordo. Qui andrete a girare la vite che li tiene fermi in posizione. Girate la vite in senso orario per abbassare la fiamma e in senso antiorario per incrementarla. Talvolta la vite di regolazione è posta sotto una staffa metallica che corre lungo il fronte della stufa a metano: nel foro corrispondente inserirete un cacciavite di giusta misura per accedere alla vite di regolazione. Dopo averla riparata e aver verificato che la fiamma sia regolare, rimettete il tubo posteriore nel foro pilota e fissatelo con vite e staffa.

Per pulire i bruciatori, utilizzate un ago da lana e rimuovete dai buchini tutti i residui di sporco, procedendo con estrema delicatezza per non rovinarli.

Le stufe a metano hanno grate metalliche che si trovano sopra i bruciatori. Con il passare del tempo, questa zona si può intasare, a causa dell'accumulo di polvere e dei vari residui. Fortunatamente, questi elementi sono rimovibili e possono essere puliti con uno straccio e uno spray sgrassante.

  • stufa a pellet In un abitazione, la stufa è uno degli apparecchi più utilizzati per garantire il riscaldamento degli ambienti interni. Essa è molto diffusa per varie ragioni: in primis, dopo il camino, è stato il pr...
  • stufe a legna E' possibile scegliere di ristrutturare la propria casa in modo autonomo, senza l' ausilio di professionisti nel settore, ma semplicemente munendosi di materiali e attrezzi necessari e procedere da so...
  • stufa senza canna fumaria La stufa è un mezzo di riscaldamento realizzato in vario materiale e in varie forme che viene utilizzato soprattutto per il riscaldamento di ambienti domestici, anche se ne esistono moltissimi modelli...
  • Le stufe sono ormai da molti anni un mezzo di riscaldamento tra i più utilizzati. La stufa in maiolica è in particolare un tipo di stufa utilizzata da vari secoli, ed è costituita proprio da maiolica ...

Stufa A Gas Metano Infrarossi Ventilata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 110,99€


Stufe a metano: Come pulire e mantenere una stufa a metano

Le stufe a metano devono essere regolarmente pulite e controllate, perché siano funzionali e durino negli anni. Prima di acquistarne una, verificate che la sua portata sia idonea alla metratura della vostra casa. Se scegliete un modello che vi permetterà anche di cucinare, preferitela nella versione con bruciatore, più versatile e comoda. Ogni apparecchio deve essere acquistato presso un rivenditore autorizzato e deve riportare il marchio CE, che indica la sua conformità alle norme standard di sicurezza in vigore.

Per quanto riguarda la pulizia, che deve essere fatta dopo ogni uso della stufa, procedete in questo modo: lasciate raffreddare le griglie completamente. Fatto questo, sollevate le grate e rimuovetele dalla loro sede. Immergetele in acqua calda e sapone e lasciatele in ammollo per una mezz'ora, in modo da rimuovere ogni traccia di unto e di grasso. Successivamente, strofinatele per bene utilizzando una spugnetta non abrasiva. Se sono molto sporche, potete anche lavarle nella lavastoviglie. La parte esterna della stufa va pulita con un panno e un po' di acqua minerale. Dopo questa prima passata, erogate su tutta la superficie un prodotto spray sgrassante, controllando prima che non abbia la minima traccia di ammoniaca. Non usate mai detergenti che contengono alcool o ingredienti infiammabili.

Ogni due anni la stufa a metano deve essere controllata da un tecnico specializzato, per verificare che funzioni correttamente e non sia fonte di pericolo. Se doveste notare perdite liquide, odore di gas anche quando è spenta e malfunzionamenti, non esitate a chiamare uno specialista, che valuterà in maniera approfondita la situazione e metterà in atto le dovute procedure di ripristino.