La stufa

Perchè conoscerle:

Il fai da te è un hobby sempre più amato, attraverso il quale è possibile compiere una varietà impressionante di operazioni. Probabilmente è proprio questo, unito agli altri vantaggi del fai da te, l motivo per cui questa tecnica si è così sviluppata. Infatti, quando si parla di fai da te, è erroneo parlare di “operazioni” o di “hobby”: si tratta ,infatti, di una tecnica attraverso la quale vengono portate a termine le operazioni, o attraverso le quali viene svolto un determinato hobby. Esso, oltre ad essere una tecnica, può diventare un vero e proprio stile di vita, e condizionare le giornate,e non solo, delle persone che vi si dedicano.

Il fai da te nasce per essere svolto da chiunque, in modo dilettevole oltre che per perseguire un fine utilitaristico. Non si tratta, quindi, di operazioni che necessitano di particolari capacità e competenze, anzi, si tratta di una tecnica che può essere svolta da chiunque, indipendentemente da quali siano le proprie passioni, le proprie necessità, i propri scopi ecc. Essa quindi può essere eseguita da grandi e da piccini, e in modi diversi. Infatti, attraverso questa tecnica è possibile occuparsi e dedicarsi ai propri interessi, anzi, migliorando le proprie conoscenze e le proprie competenze nei settori che si amano: ad esempio, chi ama le piante può occuparsi di giardinaggio, quindi migliorando e accrescendo le proprie competenze in materia di coltivazione, chi ama i motori può occuparsi della manutenzione dei suoi veicoli, quindi migliorando le proprie competenze in campo di macchine e di altri veicoli, chi ama la personalizzazione può occuparsi del restauro di oggetti o di mobili, quindi può accrescere le proprie capacità nel campo artistico. Il fai da te, inoltre, permette anche di migliorare le proprie capacità manuali e pratiche, in quanto si tratta di una tecnica che viene praticata appunto con delle tecniche manuali.

Proprio per questa ragione, il fai da te risulta ottimale per i disabili, ai quali permete di sviluppare e di migliorare le proprie capacità, sia comunicative che manuali, in quanto essi imparano sia ad esporre la propria creatività attraverso questi oggetti, sia a maneggiare i materiali e gli strumenti. Anche per i bambini il fai da te può essere un buon modo per imparare ad esternare e a mettere in pratica la propria creatività, utilizzando proprio queste tecniche.

Il fai date può essere eseguito sia in modo solitario che in compagnia. Nel primo caso ovviamente si evidenzia il carattere utilitaristico e rilassante di questa tecnica, in quanto è possibile concentrarsi sul lavoro da svolgere nel migliore dei modi,e quindi è possibile svolgerlo per bene, e inoltre è possibile rilassarsi, cosa che è possibile soltanto quando si è soli, o almeno non ci si trova in compagnia di tante persone. In questo caso il fai da te permette sia di rilassarsi che di tenere impegnata la mente in operazioni che si rivelano essere sia divertenti che capace di tenere la mente focalizzata su dei lavori piacevoli e non stressanti, evitando che la stessa si annoi, e torni ai pensieri stressanti e caotici causati dalla vita quotidiana. Nel secondo caso, ovvero nel caso del fai da te svolto in compagnia, si tratta di una tipologia di faida te che si rivela particolarmente adatta per chi vuole divertirsi in modo sano, apprendendo nuove cose ma anche insegnandole agli altri, e può diventare un modo per socializzare con persone nuove. Ovviamente, la scelta di eseguire il fai da te da soli e in compagnia deve essere presa in base ai propri scopi: se il proprio scopo è quello di rilassarsi o di compiere operazioni molto delicate, è preferibile optare per un fai da te svolto in modo solitario, mentre se ci si vuole divertire e confrontare, e se le operazioni che si vanno a svolgere sono “leggere” come ad esempio nel caso del decoupage,è preferibile svolgere operazioni con il fai da te in compagnia. Bisogna tenere in considerazione anche che il fai da te consente un immenso risparmio in tut i campi in cui viene applicato. Infatti, se prima tutte le operazioni di manutenzione della propria casa, di restauro, di creazione di strutture, di ambienti, di mobili e di oggetti, di personalizzazione e di miglioramento di vari ambienti, veniva affidato a dei professionisti del settore, grazie a queste tecniche esso può essere svolto servendosi del fai da te, e in questo modo è possibile evitare di pagare la manodopera, spesa indispensabile altrimenti, e anche abbastanza salata. Attraverso il fai da te, invece, tutte le spese da affrontare riguardano semplicemente i materiali e gli strumenti da utilizzare, che possono essere anche affittati, nel caso si voglia diminuire ulteriormente la spesa, anche se bisogna tenere in considerazione che si tratta di una spesa che viene effettuata una volta sola, in quanto gli strumenti di lavoro, se conservati, possono durare moltissimo tempo. In questo modo, quindi, è possibile affrontare un lavoro con un budget molto modico, che prima non sarebbe bastato nemmeno per pagare la manodopera, oppure è possibile, avendo un determinato budget da spendere, scegliere di investire maggiormente nella qualità dei materiali, cosa che, se si fosse pagata la manodopera, magari non sarebbe stato possibile.

Ovviamente il fatto che i lavori vengono eseguiti da individui non professionisti, inoltre,non pregiudica il lavoro: bisogna seguire le indicazioni (almeno quando non si è degli esperti) su come fare, e munirsi di tutti i materiali necessari e gli strumenti, e imparare ad utilizzarli e a maneggiarli nel migliore dei modi, ma il risultato ottenuto, se vi sono queste condizioni, non è diverso da quello ottenuto dai professionisti.

Attraverso il fai da te ci si può anche occupare del riscaldamento di un’ abitazione, utilizzando, tra i vari mezzi, la stufa. Vediamone le caratteristiche.

stufa a legna

STUFA STUFETTA ELETTRICA PORTATILE HEATER A BASSO CONSUMO 350W GRADI REGOLABILI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,49€


Cos'è:

stufaLa stufa è un mezzo di riscaldamento molto efficace, che possibile utilizzare anche come strumento multifunzione, proprio come spesso accade per i camini: essa, infatti, può essere utilizzata anche per arredare e per cucinare, e non solo per riscaldare, anche se questo rimane sempre e comunque il suo ruolo primario. Ovviamente, in tutti i suoi intenti, spesso si decide di rendere una stufa soltanto un “elemento in più” rispetto a vari altri mezzi, utilizzati per cucinare, per riscaldare o per cucinare. Ad esempio, quando si parla di “stufe utilizzate per cucinare” è ovvio che queste non siano l’ unico e il primo mezzo atto a tale scopo in un’ abitazione, ma che siano semplicemente affiancate al piano cottura, così come nel loro intento di riscaldare siano affiancate ai termosifoni. Naturalmente, questo non vuol dire che una stufa non possa essere l’ unico mezzo per riscaldare un ambiente, a patto, però, che esso sia abbastanza piccolo, o chesi tratti di stufe particolarmente potenti, come le stufe a pellet. Sul loro valore ornamentale, poi, è possibile dire che le stufe, grazie alle nuove tecnologie, diventano man mano degli elementi di arredo sempre più apprezzabili: vi sono quelle in cui è possibile vedere la fiamma che arde come fossero dei camini (stufe a pellet), di qualsiasi dimensioni, colori e materiali. Si tratta di stufe capace di abbellire all’ ambiente, non solo dal punto di vista estetico e funzionale, ma anche dando ad esso un’ atmosfera che, fino a poco fa, era ottenibile soltanto con dei camini. Sotto l’ aspetto funzionale, poi, esse sono anche particolarmente pratiche, e si addicono a tutte le tipologie di necessità e preferenze: vi sono delle stufe che non necessitano di canna fumaria, stufe che invece ne necessitano, ma comunque possono essere sistemate in qualsiasi angolo della struttura , o anche essere collegate alla canna fumaria attraverso delle semplici tubazioni ecc. Esse possono essere integrate in qualsiasi tipologia di casa: a partire da quella in stile classico, utilizzando delle stufe a legna che risultano praticamente uguali, se non più eleganti, dei camini, mentre in luoghi rustici è possibile utilizzare le stufe in muratura, magari a legna e con fono, e ancora negli ambienti instile moderno è possibile utilizzare le termostufe. I loro costi, poi, indipendentemente dalle spese iniziali per il loro acquisto,sono comunque bassi, o comunque uguali a quelli degli altri impianti di riscaldamento tradizionale. Il pellet, ad esempio, è un tipo di combustile ecologico e anche abbastanza economico, almeno fino a poco tempo fa.

  • stufa a pellet In un abitazione, la stufa è uno degli apparecchi più utilizzati per garantire il riscaldamento degli ambienti interni. Essa è molto diffusa per varie ragioni: in primis, dopo il camino, è stato il pr...
  • stufe a legna E' possibile scegliere di ristrutturare la propria casa in modo autonomo, senza l' ausilio di professionisti nel settore, ma semplicemente munendosi di materiali e attrezzi necessari e procedere da so...
  • stufa a pellet Il fai da te è un hobby che permette di interessarsi e di occuparsi di tantissimi campi e settori, quindi che può essere scelto e praticato praticamente da tutti, qualsiasi siano le proprie necessità,...
  • stufa senza canna fumaria La stufa è un mezzo di riscaldamento realizzato in vario materiale e in varie forme che viene utilizzato soprattutto per il riscaldamento di ambienti domestici, anche se ne esistono moltissimi modelli...

Mini termoventilatore 350W Pocket Heater stufa caldo bagno caldobagno salvaspazio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,39€


Stufe a pellet e stufe a legna:

stufa elettrica Si tratta di due tipologie di stufe molto diffuse e apprezzate. Le stufe a pellet possono riscaldare gli ambienti per irraggiamento e/o per convenzione, e in genere permettono di canalizzare l’ aria nei vari ambienti da riscaldare. Se si utilizza una stufa a pellet canalizzabile, e si utilizza una potenza compresa tra i 10 e i 15 kw, si può facilmente assicurare all’ ambiente un riscaldamento adeguato, anche se si tratta di un’ ambiente di grandi dimensioni, fino a 100 mq. Ovviamente, siccome l’ ambiente che ospita la stufa usufruisce, anche se in piccole quantità, anche di calore radiante, può accadere che al suo interno vi siano alcuni gradi in più rispetto agli altri ambienti.

Per quanto riguarda le stufe a legna, queste riscaldano per convenzione , ovvero riscaldano l’ aria che poi viene convogliata in tutti gli ambienti da riscaldare. Esistono anche le stufe a legna ventilate, che sono munite all’ interno di un ventilatore integrato, che permette di trasportare in modo forzato l’ aria calda, mentre sul lato posteriore vi sono le uscite per la canalizzazione. La camera di combustione ovviamente è chiusa ermeticamente e caratterizzata da un’ alta autonomia: con della legna stagionata, essa può continuare la sua attività fino a dieci ore.


La stufa: Stufe catalitiche

stufa a pelletLe stufe catalitiche sono stufe diffusissime, presenti in quasi tutte le case, almeno nel nostro Paese. Si tratta di stufe alimentate in particolare con gas metano o con GPL, e che risultano particolarmente pratiche perché non prevedono una canna fumaria. Infatti, i gasi che vengono prodotti dalla combustione, vengono dispersi nell’ ambiente insieme al calore, ma non sono nocivi. Se ne sconsiglia, comunque, l’ utilizzo in piccoli ambienti. Alcune di esse possono essere dotate di un aspiratore, atto a canalizzare i fumi che partono dalla stufa. Il vantaggio delle stufe cataliche, rispetto a quelle a raggi infrarossi, è che consumano meno, anche se necessitano di un luogo più areato, anche se le moderne stufe sono dotate di sistemi di sicurezza atti a interrompere la carburazione se l’ ambiente raggiunge una certa saturazione di anidride carbonica.



COMMENTI SULL' ARTICOLO