pompe di circolazione

Ventilatore o pompa

Se attraverso la propria condotta passa dell'aria o del gas, e la condotta con la quale si ha a che fare è un canale, il macchinario di cui avremo bisogno per generare energia è un ventilatore. Qualora invece attraverso la condotta passasse dell'acqua, allora necessiteremo di una pompa in grado di garantire la necessaria energia al fluido in questione.

pompa a circolazione

Anself Ultra-silenzioso mini DC12V Micro Pompa Acqua Olio impermeabile sommergibile Fontana Acquario di circolazione 240L / H 5W Ascensore 3M 0 ~ 100 ?

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 5,9€)


Fattori energetici delle pompe a circolazione

L'energia che dev'essere profusa dalla pompa è strettamente legata a svariati fattori, come ad esempio i diametri delle sezioni della condotta, la sua lunghezza, la quota posta tra le due estremità e le svariate caratteristiche del fluido in questione, come ad esempio la sua densità.

  • cambiare guarnizione rubinetto Chiamare un idraulico solo per sostituire una guarnizione potrebbe costarci molto più del previsto, vediamo quindi come risolvere il problema da soli con un poco di manualità....
  • lavandino Più è ampia la gamma a disposizione e più la scelta diventa difficile e la varietà di articoli sanitari sul mercato è davvero numerosa. Come spesso accade, la cosa migliore è quella di mediare tra il ...
  • piatto doccia Gli incidenti in casa succedono e la possibilità che un piatto doccia si rompa o si scheggi non è così remota. Il danno potrebbe essere causato dalla caduta di oggetti pesanti e il piatto doccia potre...
  • installare cassetta wc Spesso ci si affida ad un idraulico ma, grazie a questa guida, potrete scoprirvi maestri del fai da te e cambiare da soli la vostra cassetta wc senza problemi. Il lavoro sembra complesso ma basterà se...

Pompa Acqua di Circolazione, Drillpro DC 12V DC 12V Hot/Cooling Water Circulation pump 8 LPM 2.1 GPM per Doccia e Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,99€
(Risparmi 20,45€)


Tipi di pompe

pompa a circolazionePer quanto riguarda le pompe utilizzate negli impianti, è possibile dividerle generalmente in due tipologie, quelle volumetriche e quelle centrifughe. Queste ultime sono quelle che si occupano di far progredire la velocità con la quale il fluido entra in circolazione nella condotta. In questo modo contribuisce nel generare energia cinetica, che in seguito consente un aumento della pressione una volta che risulta diminuita la velocità del fluido. Le pompe volumetriche, note anche come cilindriche, svolgono il proprio compito quasi del tutto grazie a un pistone, il quale si occupa del prelievo del fluido, per poi spingerlo all'interno della condotta dell'impianto.


Portata e prevalenza delle pompe a circolazione

Una pompa è caratterizzata da due particolari grandezze fisiche. La prima è la portata, mentre la seconda è la prevalenza. Questa indica il quantitativo esatto di fluido che la pompa a nostra disposizione è capace di spostare. L'espressione di tale quantitativo è in metri cubi all'ora o, nella maggior parte dei casi, in litri al minuto. La prevalenza indica invece, in metri di colonna acqua, se la nostra pompa è in grado di sostenere una precisa portata di fluido. Altro modo con il quale la prevalenza può essere espressa è il bar, che corrisponde a dieci metri di colonna acqua, ovvero a un chilo di pressione su un singolo centimetro quadrato. Sia la portata che la prevalenza sono legati. Questa connessione risiede nel fatto che all'aumentare dell'una corrisponde esattamente il diminuire del'altra. Regola che risulta valida vicendevolmente. Un esempio è quello degli impianti termici, che presentano delle prevalenze molto basse, a fronte ovviamente di portate alquanto alte.


Le pompe odierne

pompa a circolazioneAl giorno d'oggi le pompe posso mutare, con una certa continuità, il proprio regime di funzionamento. Il tutto avviene al fine di poter consentire un concreto risparmio per quanto riguarda i consumi. Il tutto avviene grazie all'assorbimento un quantitativo maggiore o minore di energia elettrica, in maniera proporzionale. Queste sono le cosiddette pompe ad inverter.


pompe di circolazione: Pompe ad inverter

Queste pompe consentono una regolazione per nulla dissipativa, che si esplica attraverso il variare della velocità della pompa stessa, a seconda del carico cui deve far fronte. Stando così le cose è ovvio che un tale sistema consenta un risparmio evidente e notevole in fatto di consumo energetico. Infatti, a differenza delle altre pompe, in questo caso si offre una risposta a quelle che sono le esigenze energetiche reali del carico nella condotta, senza per questo dover fronteggiare delle dispendiose perdite o degli eventuali consumi che in realtà il processo della pompa non richiederebbe affatto, e che dunque pesano inutilmente sui costi finali.

Quando si ha a che fare con un impianti ben più grande rispetto a quelli standard, è possibile che ci si ritrovi con svariate pompe che svolgono il compito richiesto, tutte derivate da unico collettore. Queste pompe devono operare per raggiungere le svariate aree dell'abitazione in questione. Questa eventualità si può presentare la pompa sia installata in appartamenti suddivisi su svariati livelli. Se dunque al centro del processo c'è il collettore, ogni pompa facente parte del generatore si dovrà soltanto occupare della circolazione del fluido nello spazio che intercorre tra la caldaia e il collettore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO