Cambiare la guarnizione di un rubinetto che gocciola

Chiamare un idraulico solo per sostituire una guarnizione potrebbe costarci molto più del previsto, vediamo quindi come risolvere il problema da soli con un poco di manualità.

cambiare guarnizione rubinetto

Mannesmann 99741 - Set di guarnizioni di tenuta, 141 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,9€


Per iniziare

cambiare guarnizione rubinettoLa prima regola del buon idraulico fai da te è: chiudere la chiave generale dell'acqua per non rischiare di fare un lago in casa. Completata questa prima indispensabile operazione possiamo iniziare a procurarci l'attrezzatura necessaria. Servirà innanzitutto la guarnizione di ricambio, della stoppa, cacciaviti e chiavi inglesi. Oltre a questo serviranno la vostra bona volontà e pazienza.

Nel caso in cui il rubinetto sul quale intervenire non sia eccessivamente danneggiato o presenti incrostature, la sostituzione della guarnizione non risulterà particolarmente complessa.

  • rubinetto Non sempre è necessario chiamare l’idraulico: con pochi attrezzi e buona volontà, infatti, potete sostituirlo da soli, oppure ripararlo, e, di conseguenza, risparmiare denaro. Certo, non è un’operazio...
  • rubinetto miscelatore È possibile installare un rubinetto miscelatore con un paio di strumenti e un minimo di competenze sugli impianti idraulici. Procedere non è difficile, ma fate attenzione a tutti i vari passaggi per o...
  • Rubinetto a cascata Un rubinetto a cascata è un tipo di dispositivo idraulico che comprende un corpo centrale e un disco sottostante. Quando il rubinetto è acceso, l'acqua scorre attraverso il centro del disco, creando u...
  • Alcune note Nell’ambito di tutte quelle riparazioni che è possibile dover svolgere all’interno della nostra abitazione, senza dubbio una delle evenienze classiche con le quali potremmo essere costretti a fare i c...

Ribimex PRRE080, Recuperatore D'Acqua Piovana, Diametro 80 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,89€


Smontare il rubinetto

Prima di poter procedere alla sostituzione vera e propria è ovviamente necessario smontare il rubinetto. Per rimuovere la manopola bisogna trovare il punto in cui si trova la vite che la tiene fissata e svitarle. Può essere a vista oppure posizionata al di sotto di un borchia di copertura che la nasconde. In tal caso, la borchia potrà essere rimossa facilmente utilizzando un cacciavite, rendendo così accessibile la vite.

Dopo aver tolto con cura la vite, dovremo poter rimuovere agevolmente la manopola. A seconda della conformazione della rubinetteria, in particolare quando i rubinetti per acqua calda ed acqua fredda sono separati, potremmo dover procedere alla rimozione della ghiera cromata che li unisce.

Se siamo fortunati riusciremo a svitare la ghiera a mano senza troppe difficoltà, se invece la nostra acqua contiene un'elevata quantità di calcare, le incrostazioni potrebbero rendere l'operazione più difficoltosa. Copriamo la ghiera con un panno, in modo da non graffiarla e procediamo operando con una chiave a pappagallo. Con un po' di forza riusciremo a svitarla e successivamente potremo sfilarla dall'alto lasciando così a vista il corpo del rubinetto.

Sulla parte adesso scoperta, saranno visibili due aree con bullone. Quella di dimensione più piccola ha il perno del rubinetto che spunta ed è collocata in alto ed è facilmente raggiungibile. Dovremo agire su quella più in basso adoperando una chiave inglese e svitando così il pezzo.

Passiamo adesso a svitare il dado inferiore adoperando una chiave inglese della dimensione opportuna. Al fine di non forzare il rubinetto e per facilitare l'operazione di smontaggio, dovremo assicurarci che il rubinetto sia completamente aperto. A tal fine appoggiamo di nuovo la manopola sul suo perno e iniziamo a girare in modo antiorario fino a che si fermerà non sarà più possibile girare, questo significa che il rubinetto è completamente aperto.

Ora che abbiamo svitato il gruppo e lo abbiamo tolto dalla sede, prima di procedere è bene accertarsi del corretto funzionamento del rubinetto, per assicurarsi che la perdita sia effettivamente dovuta alla guarnizione e non ad altre cause. Proviamo a girare il perno e verifichiamo che il pistoncino di chiusura risponda alzandosi ed abbassandosi di conseguenza, così da permettere al gommino che si trova sulla sua sommità di andare a bloccare il flusso dell'acqua premendo sul fondo del rubinetto.


Cambiare la guarnizione di un rubinetto che gocciola: Sostituire e rimontare

E' proprio questo gommino che dovremo andare a sostituire con uno similare e di uguali dimensioni. Il gommino potrebbe essere tenuto fermo sul posto da una vite oppure da un dado, ma potrebbe anche semplicemente essere avvitato o incastrato al suo posto. In ogni caso rimuoviamolo e sostituiamolo con quello nuovo.

Adesso non ci resta che rimontare tutto, In pratica basta eseguire lo stesso procedimento per lo smontaggio a ritroso in ogni singola fase. L'unica differenza è che ci cureremo di avvolgere con della stoppa che avremo bagnato, o se preferiamo del teflon, tutti gli elementi che presentano filettatura, prima di andare a collocarli al loro posto. Procedendo così, un passo alla volta, andiamo a rimontare tutte le parti.

Ricordiamoci che in fase di smontaggio abbiamo aperto il rubinetto, provvediamo quindi a chiuderlo prima di riaprire la chiave generale. Eviteremo così di avere un improvviso getto d'acqua e piena pressione.

Non ci rimane altro da fare, la guarnizione è stata sostituita e il rubinetto è stato rimontato. Controlliamo per sicurezza che il rubinetto non perda più ed abbiamo finalmente finito.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO