Doccia

Caratteristiche:

La doccia è un elemento che sta entrando sempre di più nelle case degli italiani, e si sta imponendo come una realtà necessaria in tutte le case per una corretta e completa igiene dei vari membri della famiglia.

Sicuramente si tratta di un elemento il cui valore è stato scoperto da un bel po’, ma che oggi come oggi è diventato praticamente indispensabile.

Ma cos’è una doccia?

La definizione più semplice sarebbe: “si intende per doccia quello strumento che serve per gettare l’ acqua dall’ alto verso il basso , in modo che le persone o le cose sottostanti si bagnino. Il modo con il quale l’ acqua cade verso il basso fa si che l’ acqua scivoli intorno agli oggetti e non si accumuli.

la doccia viene ricreata in due modi: come un elemento a se stante oppure in una vasca da bagno. In entrambi i casi, a seconda delle preferenze e delle necessità, si può usare un tubo flessibile che si può orientare con le mani sul collo o fissato , quindi necessariamente immobile, che orienterà il getto di acqua verso una sola direzione. Il tubo termina con un elemento che serve per distribuire il flusso di acqua intero in tanti piccoli getti, molto sottili, di acqua.

Nei vani doccia, generalmente i getti sono posizionati fissi al di sopra della testa della persona. Per l’ utenza casalinga sono previst dispositivi che permettono la regolazione in altezza del soffione, in modo che la persona possa decidere l’ uscita del flusso all’ altezza gradita. In alcuni caso, il flusso è distribuito tramite più ugelli disposti lungo tutto l’ elemento, come per quanto riguarda le docce per idromassaggio.

Il deflusso dell’ acqua avviene in corrispondenza di un apposito scarico dotato di sifone, posto all’ interno del piano doccia, in ceramica o in muratura, o ndirettamente sul pavimento. In questo caso specifico, la planarità el pavimento deve risultare modificata, almeno per quanto riguarda il vano doccia, e deve presentarsi leggermente concava, con pendenze rivolte verso l’ apertura di scarico, per accogliere il deflusso dell’ acqua.

Per quanto riguarda il soffione, ovviaemtne dalla nascita della doccia ha subito alcune evoluzioni, come quelle necessarie per prevenire l’ intasamento dei forellini dei getti con il calcare. In questi caso, gli ugelli sono realizzati in silicone. Anche i rubinetto preposti a regolare il flusso dell’ acqua hanno subito nel tempo miglioramenti tecnici: attualmente vengono generalmente usati i comodi rubinetti miscelatori monocomando.

Inoltre, molte docce moderne sono dotate di un box doccia, almeno per quanto riguarda quelle casalinghe, ma non solo. Si tratta di una struttura che chiude il vano destinato alla doccia evitando fuoriuscite di acqua e, ove necessario, proteggendo alla vista la persona all’ interno tramite la parziale opacità della paratia.

efluky - doccetta acqua della testa di risparmio ionico Filtro Cloro filtrazione soffioni doccia universale Componenti 3 vie Spray mano doccia ad alta pressione doccia palmare (con tubo)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 13€)


Storia e vantaggi:

Sembrerà strano, perché tutti siamo abituati a ritenere la doccia qualcosa di innovativo e moderno che magari ai tempi dei nostri nonni era ancora fantascienza, ma la doccia ha origini antichissime: risale all’ antica grecia e all’ antico egitto, anche se la doccia nasce nel XIX secolo. Fu Merry Delabost, medico della prigione Bonne- Nouvelle di Rouen ad inventare, nel 1872, la doccia, per fare in modo che i prigionieri avessero un’ igiene migliore. Si trattava di docce collettive, e non particolarmente innovative o regolabili. Nel 1879 l’ esercito di Prussia la rese obbligatoria per i soldai ed installa docce comuni nelle baracche.

Per quanto riguarda i vantaggi, avere una doccia è sicuramente apiù vantaggioso rrispetto ad avere una vasca per un semplici motivi:

1. Il consumo dell’ acqua è sicuramente ridotto , infatti si consumano circa 10- 20 litri al minuto per la doccia, e più di 150 litri per il bagno;

2. facilit di preparazione e di accesso anche da parte di persone disabili, molto più della vasca da bagno;

3. igiene migliore, perché l’ acqua non è ferma, quindi lo sporco va via.

4. minor tempo necessario per provvedere alla propria igiene personale.

Insomma, i vantaggi comportati dall’ avere una doccia sono tanti e sicuramente molto importanti, anzi, oggi come oggi quasi necessari.

SI fa davvero fatica, infatti, ad immaginare una casa senza un vano doccia, o almeno senza un luogo dove potersi lavare in questo modo. La quasi totalità delle case realizzate nell’ ultimo ventenne prevedono l’ aggiunta di un box doccia. Oggi come oggi, soltanto le case di vecchia costruzione possono non avere un box doccia, ma comunque offrono la possibilità di fare la doccia, soprattutto se sono state oggetto di ristrutturazione.


  • box doccia In commercio esistono svariati modelli di box doccia infatti è possibile scegliere il modello che più si adatta alle nostre esigenze sia riguardo al materiale in cui è realizzato sia riguardo al tipo ...
  • piatto doccia Gli incidenti in casa succedono e la possibilità che un piatto doccia si rompa o si scheggi non è così remota. Il danno potrebbe essere causato dalla caduta di oggetti pesanti e il piatto doccia potre...
  • tende doccia L’arredo del bagno viene spesso accantonato, ma bisognerebbe prestare molta più attenzione riguardo le caratteristiche che potrebbero garantire la presenza di un luogo confortevole e rilassante, press...
  • Alcune note sui vetri vasca da bagno Il vetro vasca da bagno si sta diffondendo sempre di più all’interno di molte abitazioni su e giù per la nostra penisola. Diciamo che una serie di considerazioni preliminari sulla validità di un prodo...

Grohe 27794000 New Tempesta Set Asta Doccia Lunghezza 600 mm, Manopola Diametro 100 mm, 3 Getti, Cromo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30€
(Risparmi 31€)


Costruzione:

Per quanto riguarda la realizzazione di una doccia, ricordiamo che a parte il montaggio delle pareti doccia , tramite la tecnica del fai da te,la vasca deve essere munita di un tappetino a ventosa antiscivolo e possibilmente di una barra di appoggio, alle quali aggrapparsi di caso di necessità.

Potrebbe essere necessario, anzi, è molto probabile, sostituire il tubo flessibile della doccetta del rubinetto della vasca con un tubo flessibile di adeguata lunghezza, nonché installare un supporto necessario sulla parete, possibilmente la versione saliscendi. Se la vasca è collocata in un angolo della stanza, basta una paratia a L formata da cinque pannelli, di cui tre fissi e due scorrevoli , o a soffietto. Uno dei tre pannelli fissi viene installato sul secondo lato corto della vasca, mentre gli altri due, insieme ai due scorrevoli o a soffietto sul restante lato della vasca.

Bisogna seguire anche le istruzioni che accompagnano la confezione, in modo tale da fissare i pannelli a “L”, appunto, quindi fissando uno lungo il bordo superiore della vasca e l’ altro all’ altezza del bordo superiore della vasca.