Centralina irrigazione

Grado di protezione

A seconda della scelta fatta inerente l'ubicazione della propria centralina, si dovrà procedere con l'acquisto di una che abbia un'adeguato grado di protezione (sigla IP). Il grado sarà riportato sulla centralina stessa. Per l'esattezza si tratta dei primi due numeri che seguono la sigla IP. La prima cifra, appartenente a una scala che parte da uno e termina a sei, indica la capacità di protezione contro i corpi solidi. La seconda cifra, appartenente a una scala che parte da uno e termina a sette, indica la capacità di protezione contro i liquidi. Più il numero riportato è basso minore sarà la protezione garantita.

Il consiglio generale resta ad ogni modo quello di montare la propria centralina al coperto, a una distanza sicura dal getto degli irrigatori e lontano dal contatto diretto con i raggi solari.

centralina irrigazione

Claber 53921 8425 Aquauno Pratico Programmatore, Nero/Arancione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,78€


Come funziona una centralina

centralina irrigazione La centralina offre la possibilità, ovviamente, d'impostare un'orario per l'attivazione automatica. All'ora pattuita verrà azionato il settore uno, che darà conseguentemente l'impulso per l'apertura della prima elettrovalvola. Le possibilità d'impostazione non si limitano soltanto all'orario d'azionamento ma consentono anche di decidere la durata dell'irrigazione. Dopo aver dato il via all'azione la centralina, al termine dell'azione di ogni settore, farà partire quello successivo. Solitamente le centraline sono dotate di un particolare sensore per la pioggia, che è possibile attivare e disattivare. Qualora si sia deciso di attivarlo, la centralina disabiliterà per un periodo stabilito di tempo il processo d'irrigazione qualora dovesse piovere.


  • cambiare guarnizione rubinetto Chiamare un idraulico solo per sostituire una guarnizione potrebbe costarci molto più del previsto, vediamo quindi come risolvere il problema da soli con un poco di manualità....
  • lavandino Più è ampia la gamma a disposizione e più la scelta diventa difficile e la varietà di articoli sanitari sul mercato è davvero numerosa. Come spesso accade, la cosa migliore è quella di mediare tra il ...
  • piatto doccia Gli incidenti in casa succedono e la possibilità che un piatto doccia si rompa o si scheggi non è così remota. Il danno potrebbe essere causato dalla caduta di oggetti pesanti e il piatto doccia potre...
  • installare cassetta wc Spesso ci si affida ad un idraulico ma, grazie a questa guida, potrete scoprirvi maestri del fai da te e cambiare da soli la vostra cassetta wc senza problemi. Il lavoro sembra complesso ma basterà se...

Claber 8423 Aquauno Select, Nero/Arancione/Grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36€
(Risparmi 1€)


Quali sono i collegamenti

Ogni centralina ha dei morsetti COM, ovvero i classici che è possibile trovare per ogni singola elettrovalvola, che va collegata alla COM con un singolo filo, che ovviamente sarà fornito nella confezione della centralina stessa.

C'è poi un morsetto per un sensore, come ad esempio quello per la pioggia. Per eseguire tale collegamento non si dovrà in alcun modo tener conto di nessuna polarità. Qualora si decidesse di non attivare il sensore per la pioggia, alcuni modelli potrebbero richiedere di ponticellare i morsetti. Se la vostra centralina richiede ciò sarà di certo scritto nelle istruzioni relative.

I morsetti inerenti l'alimentazione andranno ovviamente connessi con l'alimentatore a ventiquattro Vac, che sarà disponibile di serie. Anche in questo caso non si dovrà rispettare nessuna polarità, trattandosi d'alimentazione alternata.


Funzionamento della pompa

pompa di irrigazione Oltre ai collegamenti base ci si deve occupare anche di quelli inerenti la pompa, comandata direttamente dalla centralina. Questa incanala la tensione necessaria verso il morsetto della pompa, procedendo con l'azionamento del relè da ventiquattro Vac sedici A, durante l'intera fase dell'irrigazione programmata. Grazie a questo servizio la pompa resterà attiva per tutto il tempo previsto per dall'utente per il proprio ciclo d'annaffiamento. I morsetti COM e quelli per la pompa dovranno essere connessi ai rispettivi morsetti A uno e due, facenti riferimento alla bobina del relé. I morsetti uno e tre riguardano la tensione di rete, mentre quelli due e quattro sono inerenti la pompa.


Centralina irrigazione: Come avviare la pompa

Se si è in possesso di un sistema autoclave che comanda la propria centralina e l'intero impianto, è possibile utilizzare il comando pompa per far partire l'irrigazione. Questa scelta è consigliata per poter facilmente evitare eventuali sbalzi di pressione, che ovviamente comportano l'avvio e la disattivazione dell'irrigazione. Questa disturbo potrebbe essere causato dal pressostato che, con questo metodo, verrebbe bypassato.

La pompa interromperà il proprio lavoro soltanto al termine del ciclo impostato per la centralina. Qualora la pressione non fosse sufficiente, nel corso dell'irrigazione, il pressostato potrebbe intervenire, ma ciò non causerà in questo caso l'interruzione del processo.

Nell'eseguire tutti i collegamenti necessari è obbligatorio, per la propria sicurezza, interrompere del tutto la tensione elettrica dell'impianto.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO