Giardini pensili

vedi anche: Giardinaggio

Alcuni tipi di giardini

Il giardino all'italiana, apparso nella Firenze dei Medici e diffusosi poi anche in Francia, è caratterizzato da un complicato tracciato geometrico dei viali, arricchito da terrazze, scalinate, giochi d'acqua; in esso piante, cespugli e arbusti perdono il loro aspetto naturale e assumono la forma di sfere, cilindri, coni, ecc.

Nel XIX secolo si afferma invece il giardino all'inglese, il quale abbandona gli schemi geometrici rinascimentali e barocchi e abbraccia un'impostazione libera e irregolare che imita l'aspetto spontaneo dei boschi e della campagna.

Il giardino pensile è un tipo di giardino che non è a diretto contatto con il terreno naturale, ma viene realizzato sopra un complesso architettonico e si inserisce perfettamente nell'ambiente cittadino.

Nati nella città di Babilonia nel 600 a.C. per volontà del re Nabuccodonosor II come elemento decorativo, ne esistono oggi di diversi tipi e sono considerati un importante fattore di valorizzazione urbanistica e di sostenibilità ambientale.

giardino piccolomini

E6007 Four Season Vertical Zen micro vaso da giardino succulente cactus piccole piante erbe il cilindro sistema

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,12€


I giardini pensili: vantaggi

giardino pensile he siano realizzati per incrementare il valore estetico di un immobile, per aumentarne l'efficienza energetica, o per salvaguardare l'ambiente, i giardini pensili offrono numerosi benefici ecologici:

• fungono da isolante termico d'inverno, riducendo le dispersioni di calore all'interno dello stabile e schermano il sole d'estate, rinfrescando l'ambiente;

• promuovono il risparmio energetico, grazie al minor ricorso ai sistemi di riscaldamento e ai condizionatori;

• evitano che le fognature trabocchino grazie all'elevato potere ritentivo delle piante nei confronti dell'acqua piovana;

• assorbono le onde sonore fungendo da isolante acustico;

• filtrano le micropolveri riducendo lo smog cittadino.

Ricapitolando, i vari tipi di giardini pensili permettono di migliorare l'ecosistema, grazie al risparmio energetico, alla produzione di ossigeno da parte delle piante tramite la fotosintesi, e rappresentano un importante deterrente contro il preoccupante fenomeno del riscaldamento globale.


  • Alcune note Ogni qual volta sentiamo parlare di giardini sospesi potremmo storcere il naso o avvicinarci comunque con un certo grado di diffidenza al concetto di giardini sospesi immaginando nella nostra testa un...
  • Alcune note Nell’ambito della storia dell’umanità un ruolo assolutamente interessante e, allo stesso modo, un ruolo abbastanza rilevante, è quello che ha avuto e, ad onor del vero, continua a mantenere la storia ...

Vasi pensili, Hipsteen balcone fioriera Giardino Vasi catena di plastica Appesi Benne Hanging Planter Piante Vasi Home Decor - verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Classificazione dei giardini pensili

giardino pensile Possiamo dividere i giardini pensili in 4 tipi:

• Il giardino pensile estensivo, o "tetto verde": leggero ed economico, si adatta alla copertura di aree molto grandi e il suo scopo principale è quello di isolante termico; si sceglie un tipo di vegetazione che non richiede molte cure, in grado di espandersi velocemente e in autonomia, come il muschio, le graminacee e le aromatiche.

• Il giardino pensile intensivo leggero: giardino pensile per eccellenza, riproduce un vero e proprio giardino in copertura anziché su terra, quindi può ospitare prati, fiori, alberi e persino viali e laghetti. Richiede una frequente manutenzione e un regolare rifornimento di acqua e nutrienti.

• L'intensivo pesante viene usato per coprire i garage interrati e necessita di strutture resistenti, di uno spessore del terreno elevato e di un efficiente sistema di drenaggio.

• Il giardino pensile inclinato: è il più complesso tra i tipi di giardini pensili in quanto occorre garantire stabilità e sicurezza al sistema e permettere il drenaggio delle acque. Maggiore è la pendenza, più alti saranno i costi di manutenzione.


Giardini pensili: Agevolazioni fiscali per i giardini pensili

giardino pensile Il Ministero dell'Ambiente ha deciso di estendere il sistema di incentivazione fiscale anche ai giardini pensili, stabilendo, con la delibera n. 1/2014, che le persone fisiche che realizzeranno un giardino pensile avranno diritto a detrazioni fiscali del 50% per i lavori effettuati tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2014 e del 40% per quelli realizzati tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2015.

La decisione del Comitato per lo sviluppo del verde pubblico deriva dall'utilità dei giardini pensili non solo a livello abitativo ma anche urbano.

Innanzitutto questi tipi di giardini trattengono le polveri sottili migliorando il microclima delle aree urbane, di solito più caldo delle circostanti zone periferiche di almeno 7-10 gradi.

Inoltre i tetti verdi trattengono fino al 90% dell'acqua piovana, riducendo considerevolmente i costi comunali per lo smaltimento delle acque.

Insomma, ci lamentiamo sempre della carenza di aree verdi nelle nostre città, perché allora non installare un giardino proprio sul tetto di casa?


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO