Quando potare le rose

Perchè conoscerla

Ogni qualvolta ci sceglie una casa, qualsiasi sia lo scopo per cui si commette quest' azione, si deve tenere in considerazione non solo il fatto che la pianta una pianta può essere un elemento decorativo per il proprio giardino, la propria abitazione e il proprio ufficio, anche di un certo valore, ma che non si stà avendo a che fare con degli oggetti inanimati, bensì con veri e propri esseri viventi, che hanno delle precise esigenze e necessità, che vanno assecondate e soddisfatte per assicurare ad essa una crescita e una vita sana. Se si è coscienti che non si riuscirà a ritagliare almeno un pezzettino del proprio tempo da dedicare alla/e propria/e pianta/a, che quindi è scelta sopratutto per il suo valore ornamentale, è meglio optare per tutta quella serie di oggetti ideati e creati per rendere più piacevole e confortevole un ambiente e che, oltre al costo iniziale, non hanno nessuna precisa esigenza. Infatti, se una pianta non viene coltivata nel modo migliore, e le sue esigenze non vengono assecondate, essa ne riporterà dei danni più o meno gravi, e sicuramente, a lungo andare, esternerà il suo malessere anche all' esterno, magari in foglie scolorite o bruciate, in fioriture mancate o molto flosce e così via.

Occuparsi di giardinaggio, quindi, vuol dire non solo godere del piacere di avere una bella pianta nella propria casa o nel proprio ufficio, ma anche prendersi la responsabilità di curarla, sapendo che, ogni cura mancata potrebbe farla soffrire, mentre ogni cura sbagliata potrebbe portare a gravi conseguenze. Daltronde, oltre a possedere una pianta capace, anche da sola, di rendere piacevole una parete o un balcone, il giardinaggio apporta molti altri benefici, come quello di rilassarsi,divagare la mente, trascorrere del tempo in un' occupazione sana e imparare nuove tecniche.

Tra le piante maggiormente scelte anche per la coltivazione nell' ambito domestico ci sono le rose, tra i fiori considerati più belli e più amati. Le rose, nelle loro varie colorazioni, sono fiori adatti a tutti gli ambienti, capaci di piacere sempre e di non passare mai di moda. Ma come ogni rosa ha le sue spine, anche la coltivazione di questa della pianta ha le sue pecche: essa necessita di attenzioni e cure, tra cui la potatura. Quest' ultima è un'operazione necessaria per far vivere al meglio la propria pianta e quindi si deve conoscere come svolgerla.

potatura delle rose

Kinzo - Tagliasiepi Cesoie Per Potatura Siepe Rami Piante Utensili Da Giardino 65 Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Quando potare

potare le rose La rosa, come ogni altra pianta, non può essere potata quando si ritiene necessario o quando se ne ha il tempo è la voglia. Bisogna tenere in conto che la potatura è, per le piante, quello che per noi è un' operazione chirurgica atta ad eliminare qualche elemento inutile e dannoso per il nostro organismo. La malriuscita di tale operazione potrebbe avere per noi delle conseguenze non proprio trascurabili, anzi, anche piuttosto gravi, e lo stesso vale per le piante. Oltre a sapere bene come essa va eseguita, quindi, bisogna anche tenere in considerazione “quando” potare le rose. Infatti, se la potatura è effettuata in un periodo che non sia quello più adatto, o quando la pianta non ne necessita, si rischia di asportare un elemento ad essa utile o addirittura necessario.

Bisogna quindi fare attenzione a quando questa operazione deve essere effettuata, tenendo in considerazione non la propria volontà o la propria disponibilità, ma il ciclo vegetativo della rosa, i suoi tempi e le sue esigenze. Per quanto riguarda la potatura delle rose, questa va eseguita necessariamente prima che la pianta ricominci il suo nuovo periodo vegetativo, a meno che non si tratti di rose rampicanti che, siccome fioriscono sui rami dell' anno precedente, richiedono l' intervento della potatura a termine del periodo vegetativo. Ovviamente, per le rose è meglio effettuare un' operazione un po' anticipata piuttosto che un' operazione effettuata in ritardo.

    Vesco Cesoia doppio taglio mod. A2 (taglia M-L)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 37€


    Quando potare le rose: Potatura di formazione e di produzione

    La rosa, come ogni altra pianta, non può essere potata quando si ritiene necessario o quando se ne ha il tempo è la voglia. Bisogna tenere in conto che la potatura è, per le piante, quello che per noi è un' operazione chirurgica atta ad eliminare qualche elemento inutile e dannoso per il nostro organismo. La malriuscita di tale operazione potrebbe avere per noi delle conseguenze non proprio trascurabili, anzi, anche piuttosto gravi, e lo stesso vale per le piante. Oltre a sapere bene come essa va eseguita, quindi, bisogna anche tenere in considerazione “quando” potare le rose. Infatti, se la potatura è effettuata in un periodo che non sia quello più adatto, o quando la pianta non ne necessita, si rischia di asportare un elemento ad essa utile o addirittura necessario.

    Bisogna quindi fare attenzione a quando questa operazione deve essere effettuata, tenendo in considerazione non la propria volontà o la propria disponibilità, ma il ciclo vegetativo della rosa, i suoi tempi e le sue esigenze. Per quanto riguarda la potatura delle rose, questa va eseguita necessariamente prima che la pianta ricominci il suo nuovo periodo vegetativo, a meno che non si tratti di rose rampicanti che, siccome fioriscono sui rami dell' anno precedente, richiedono l' intervento della potatura a termine del periodo vegetativo. Ovviamente, per le rose è meglio effettuare un' operazione un po' anticipata piuttosto che un' operazione effettuata in ritardo.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO