Piscina naturale

Piscina naturale

La piscina biologica si basa sul principio che la depurazione dell'acqua in essa contenuta avvenga senza l'utilizzo di nessun prodotto chimico. Niente cloro dunque: il processo è assolutamente naturale. L'acqua sfrutta la sua capacità auto depurativa e di conseguenza risulta essere più dolce, senza recare danni allergici di nessun tipo e risultando più gradevole sulla pelle. Oltre a questo vantaggio, che già non è cosa da poco, c'è quello di un impianto naturalistico annesso: l'ambiente attorno al biolago diventa in breve tempo una vera e propria oasi, con tanto di flora e fauna. La piscina naturale è infatti una piscina "viva" che non va svuotata durante la stagione fredda e non deve essere coperta. All'interno del circuito chiuso, l'acqua riesce a conservare una temperatura più alta e nei mesi invernali la piscina diventa una sorta di lago la cui superficie può anche gelare, senza causare nessuna conseguenza all'impianto.
Piscina naturale

SPOKEY® coperta da picnic / spiaggia coperta (diversi motivi e dimensioni isolato parco spiaggia pieghevole picnic bracciale lago naturale piscina + UP® portachiavi), Picknick Varianten:PICNIC OWL - 835240

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,55€


Biopiscina

Biopiscina Questo particolare tipo di struttura permette di avere un ambiente sano e rilassante senza bisogno di fare ricorso a sostanze chimiche per la pulizia, ma basandosi su un ecosistema naturale che deve essere ben bilanciato e calibrato. Da considerare poi la gradevole funzione decorativa di questo tipo. Con la piscina naturale inoltre, non c'è nemmeno più la necessità di scarico nella fognatura, né di ricambio dell'acqua potabile, esclusi i mesi estivi quando per il caldo, l'acqua va reimmessa a causa dell'evaporazione. Per tutti questi motivi, si avranno poi meno costi di gestione da sostenere e la durata nel tempo è assicurata. Con il trascorrere dei mesi infatti, nell'acqua si instaura un habitat di fauna e di flora che segue i ritmi naturali del micro-ambiente in cui si trova. Ovviamente, chi si occupa di realizzare una piscina naturale, dovrà cercare di creare due ambienti nello stesso contesto: una zona riservata alle piante acquatiche e ai microorganismi e un'altra dove l'uomo può nuotare e rilassarsi.

  • piscina La piscina è un elemento d’arredo presente sia negli ambienti privati che in quelli pubblici. Questa struttura, in parole povere, è una vasca piena d’acqua usata per motivi ludici, sportivi o terapeut...
  • Si può ottenere un ottimo risultato senza preventivi troppo alti Il rivestimento per piscine è uno di quegli elementi che spesso viene trascurato nell’ambito della realizzazione di un ottimo spazio da esterni. Tendenzialmente quando abbiamo a che fare con delle pis...
  • Alcune note sui costruttori di piscine Spesso in più di un’occasione abbiamo sentito parlare dell’attività dei costruttori di piscine interrate. E, in altrettante occasioni, le reazioni sono essenzialmente di due tipi vale a dire da un lat...
  • piscina Una piscina altro non è che un'enorme vasca artificiale riempita d'acqua dolce mescolata con una piccola parte di cloro ed è generalmente utilizzata per il nuoto, per scopi terapeutici o semplicemente...

Z3 25kg 8 - 16mm ZEOLITE naturale attivata per acquario piscina laghetto biològica acqua limpida

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,51€


L'importante ruolo delle piante e dei microorganismi

esempio di piscina naturale Scegliere di installare nel proprio giardino una piscina naturale vuol dire soprattutto avere un bel legame con l'acqua e con la natura che inevitabilmente la circonda. Che l'acqua sia importante per l'ambiente è risaputo: essa è infatti ricca di batteri, capaci di mineralizzare la sostanza organica e di recuperarla. I molti microorganismi unicellulari e pluricellulari presenti sono insomma in grado di sfruttare ogni risorsa disponibile in natura. Ma è fondamentale anche l'azione depurativa delle piante acquatiche, perfette nell' assorbimento di sostanze nutritive, di composti organici tossici, di metalli pesanti e di filtrazione dell'intorbimento. Si parla in questo caso di fitodepurazione, la cui definizione va ad indicare il processo naturale di auto depurazione che utilizza le piante come filtri biologici, andando ad eliminare il carico organico dell'acqua della piscina biologica. E proprio negli ultimi anni, questa particolaritá delle piante acquatiche é stata molto rivalutata, innanzitutto per i consistenti risparmi economici. La fitodepurazione infatti è un'opzione considerata anche nei piccoli villaggi e insediamenti e addirittura nei campeggi, alternativamente al sistema di smaltimento delle acque reflue. Ultimamente questo processo è diventato fondamentale anche per la rinaturalizzazione di laghi, canali o fiumi inquinati.


Le piante più adatte

piscine naturali Per creare il micro-ambiente giusto in una piscina naturale, è importante scegliere piante più adatte possibile alla fitodepurazione dell'acqua. Esse sono generalmente di facile reperibilità, resistenti e assolutamente non complicate da curare. Tra queste la palma, il crescione d'acqua, la canna d'acqua, l'equiseto e l'ombelico di Venere sono quelle che più contribuiscono alla manutenzione del biolago e che sanno creare meravigliose aiuole a pelo d'acqua. Addirittura se nel proprio giardino, si è già in possesso di una piscina tradizionale, sarà possibile convertirla in piscina biologica, aggiungendo queste specie di piante acquatiche, lungo il suo perimetro o in mezzo ad essa, per creare volutamente due aree ben distinte. Anche le piante prettamente terrestri che verranno sistemate attorno, sono fondamentali: queste sono un elemento di equilibrio che non può mancare e che aiuta a mettere in relazione l'ambiente terrestre con quello acquatico. Con le loro componenti arbustive, consolidano il terreno in cui è posizionata la piscina e irrobustiscono le sue sponde, inoltre ombreggiando la zona d'acqua, impediscono il proliferare delle alghe.




COMMENTI SULL' ARTICOLO