Impermeabilizzazione piscine

Impermeabilizzazione piscine

L’impermeabilizzazione è un processo che impedisce l’infiltrazione prevenendo eventuali danni alle strutture. Questa operazione viene solitamente effettuata in corso d’opera di una costruzione, o se avviene la ristrutturazione della stessa. I nuovi impianti di impermeabilizzazione, si basano sull’utilizzo di membrane sigillanti, che creano uno spessore impermeabile, ma che allo stesso tempo, consentono il passaggio del vapore acqueo. Con questo nuovo sistema, le pareti delle strutture, sono continuamente soggette ad un sistema di ventilazione, che impedisce la creazione di danni determinati dalle infiltrazioni come le muffe, crepe, e danni similari. Il processo di impermeabilizzazione, segue una procedura standard: il primo passaggio è la colata di cemento, che viene stabilizzato a getto; una volta avvenuta la cementificazione, la struttura ancora grezza va riempita d’acqua: il cemento utilizzato per realizzare la struttura, deve essere impermeabile e resistente, poiché da solo, costituirà la prima base di impedimento delle infiltrazioni. La piscina, va riempita d’acqua e va lasciata per diverse ore in queste specifiche condizioni, per comprendere se si creano crepe o spaccature, e soprattutto per controllare se il livello stesso della struttura è preciso e privo di variazioni. Nel momento in cui viene prelevata l’acqua dalla struttura è necessario effettuare un controllo accurato e minuzioso della stessa, per accertarsi che non vi siano eventuali spaccature. Queste, andranno chiuse e livellate, prima di passare ad intonacare il tutto. Oltre all’impermeabilizzazione della struttura stessa, è necessario accertarsi che non avvengano infiltrazioni esterne contro terra, ovvero contro le pareti della vasca, partendo dall’interno. Se questo accadesse, la piscina subirebbe dei danni, e sarebbe costretta a subire diversi processi di ristrutturazione, senza contare la presenza di muffe e l’infiltrazione di eventuali microrganismi. La struttura della vasca della piscina, deve sempre essere ruvida e se di nuova costruzione, deve essere sottoposta ad un processo di levigatura e stagionatura. Tutta la struttura, va trattava con dei materiali isolanti che non favoriscono l’infiltrazione d’acqua. Le pareti e la pavimentazione, va accuratamente sgrassata, pulita e resa porosa, con delle resine e dei rulli che devono creare più strati. Tutta l’operazione, va eseguita senza l’acqua, e per circa quarantotto ore, la piscina non va riempita. Inoltre è importante non eseguire questo delicato procedimento a temperature esterne troppo alte o troppo basse. Una volta pulita la struttura è possibile riempirla, ma per assicurare la resistenza del sistema di impermeabilizzazione, è necessario svuotare la struttura durante i periodi freddi e coprirla con un telo.
lavori piscine

Telo di ricambio per rivestimento interno piscina, dimensioni: 3,60 m x 0,90 m – 0,22 mm spessore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,85€




COMMENTI SULL' ARTICOLO