Coltivazione frutti di bosco

Perchè conoscerla:

Tra le varie occupazioni che sono comprese sotto il nome di fai da te c'è quella del giardinaggio, un' occupazione che permette di unire l' utile ad dilettevole. Tramite il giardinaggio è, infatti, possibile rilassarsi, entrare in contatto con la natura, imparare a rispettarla e a prendersi cura di lei e ottenere, in cambio, delle piante dalle infiorescenze spettacolari, o dalla produzione di frutti o verdure grandi, rigogliosi, sani e saporiti. Si può scegliere di coltivare le piante per vari scopi: c'è chi lo fa per rilassarsi, chi perchè ama la bellezza delle piante e dei fiori e apprezza il valore ornamentale di questi elementi naturali, chi vuole, impiegando un po' di lavoro, procurarsi attraverso delle piantine, un po' di verdura e di frutta saporita, sempre a portata di mano e di sicura provenienza. L' importante, qualsiasi sia il motivo che spinge una persona a dedicarsi al giardinaggio, è che non si scelga di acquistare una pianta semplicemente per si vuole sfruttare il suo valore ornamentale, dimenticandosi che si ha a che fare con veri e propri esseri viventi dotati di determinate esigenze e necessità, che devono essere soddisfatte e rispettate non solo per garantire loro la sopravvivenza, ma anche per garantire a se stessi la possibilità di godere della bellezza di una pianta in salute. Infatti, quando una pianta versa in un momento di malessere, tale condizione viene esternata e resa visibile anche tramite la produzione dei fiori e delle foglie, che appaiono più scoloriti, spesso bruciacchiati o deboli.

Tra le piante maggiormente scelte per la coltivazione ci sono quelli per il frutteto, in grado di garantire della frutta sicura e a portata di mano. I frutti di bosco spesso sono scelti per la coltivazione, dato che non hanno particolari esigenze difficili da soddisfare e sono molto apprezzati per il loro sapore. Tra i frutti di bosco maggiormente coltivati ci sono le fragoline di bosco, i lamponi, le more, l' uva spina e i mirtilli. Tutti questi frutti sono detti “di bosco”, proprio perchè crescono spontaneamente nel sottobosco. Tra l' altro, posseggono notevoli proprietà benefiche per l' uomo, in quanto posseggono antiossidanti, minerali, vitamina C e acidi organici.

pianta frutti di bosco

ALTEA CONCIME ORGANICO NATURALE A LENTA CESSIONE SPECIFICO PER LA COLTIVAZIONE DEI FRUTTI DI BOSCO IN CONFEZIONE DA 1,5 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,75€


Impiego in cucina:

frutti di boscoI frutti di bosco sono per lo più frutti che, fino a pochi decenni fa, sono stati largamente sottovalutatai sopratutto dalle popolazioni del mediterraneo, probabilmente per un pregiudizio nato dal fatto che sono “frutti selvatici”, in quanto nascono spontaneamente nei sottoboschi e non richiedono particolari cure. Tuttavia, da un po' di tempo sono stati riscoperti, sia perchè la scienza ha attestato che posseggono proprietà medicamentose e sono veri e propri concentrati di sostanze molto utili all' uomo, come la vitamina C e gli antiossidanti. La loro quasi assoluta mancanza dalle tavole dei vari Paesi, fino a poco tempo fa, ha fatto si che ancora oggi questi frutti fatichino ad entrare nelle varie diete e ad essere introdotti nell' alimentazione e delle ricette dei vari popoli. Oggi come oggi, i frutti di bosco sono per lo più mangiati come frutta fresca, spesso integrati nelle macedonie, ma per lo più li si apprezza sotto forma di sciroppi o all' interno di marmellate e succhi di frutta.


  • frutti di bosco I frutti di bosco sono i piccoli frutti che crescono nel particolare micro clima umido che si viene a creare nel sottobosco.Quando si parla di frutti di bosco, generalmente, si è soliti intendere un...
  • ciliegio La scelta di occuparsi di giardinaggio deve essere ponderata e conseguente ad una vera e propria passione per il mondo delle piante e della natura in generale. Generalmente, le piante sono viste dai p...
  • coltivare il melone Molte persone scelgono di dedicarsi al giardinaggio per godere dei molti benefici che questo riesce a dare: occupandosi delle proprie piante, indipendentemente dal loro numero, permette di trascorrere...
  • rosmarino in vaso Molte persone scelgono di dedicarsi alla pratica del giardinaggio: questo perchè si tratta di un hobby capace di dare molti benefici: Occuparsi delle proprie piante peremette di rilassarsi, di passare...

Kit Frutto Proibito di Plant Theatre - 5 deliziosi frutti da coltivare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Habitat e messa a dimora:

Molte persone scelgono di coltivare i frutti di bosco all' interno di vasi di varie dimensioni, dai più piccoli ai più grandi o in contenitori, in quanto per lo più si tratta di piantine dalle dimensioni non troppo evolute. Tali contenitori contenenti i frutti di bosco possono essere inseriti facilmente su davanzali o sui balconi, in modo da essere facilmente raggiungibili dalla cucina, in cui è previsto l' impiego. Anche se è abbastanza difficile riprodurre l' habitat naturale dei frutti di bosco, bisogna pur sempre provarci. Il modo migliore per farlo è cercando di riprodurre un po', anche se approssimativamente, le condizioni in cui i frutti di bosco vivono spontaneamente: il substrato, quindi, deve essere pieno di sostanze nutritive, quindi di humus, deve essere soffice, drenato e leggero. La posizione in cui la piantina deve essere collocata deve permettere il passaggio dei raggi solari senza esporre troppo la piantina e deve essere riparata dal vento.


Coltivazione frutti di bosco: Pratiche colturali:

Ovviamente, anche le piantine di frutti di bosco hanno la necessità di essere oggetto di cure e attenzioni, atte a migliorarne il benessere e a favore la produzione di frutti.

Per quanto riguarda le innaffiature, queste devono essere eseguite ogni qualvolta si nota che il terreno è asciutto, tuttavia bisogna fare bene attenzione a non innaffiare eccessivamente la pianta, quindi a non inzuppare il terreno di acqua, ma semplicemente ad assicurarsi che sia sempre bagnato. Per quanto riguarda la concimazione, questa deve essere eseguita durante il periodo in cui la pianta vive la sua fioritura, e deve essere finalizzata a dare alla pianta tutte le sostanze necessarie per favorire la produzione. Per quanto riguarda invece la potatura, questa va eseguita durante il periodo invernale, mentre in estate è previsto il diradamento. Il raccolto è previsto in estate.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO