Ciliegio Coltivazione

Perchè conoscerla:

Il giardinaggio è un' occupazione in grado di dare tanto ma che, allo stesso tempo, richiede molti sacrifici. Attraverso di esso, infatti, è possibile rilassarsi, trascorrere delle ore in armonia con la natura, imparare a rispettarla e a prendersene cura. Inoltre, un giardino può essere adibito a luogo ove è possibile compiere una grande varietà di azione e ove trascorrere ore liete e felici: un giardino può essere attrezzato per ospitare un tavolo e magari un gazebo ove trascorrere dei pasti, oppure può ospitare altalene e altri giochi con cui far divertire in modo sano i propri figli o i propri nipotini, o ancora può essere un ambiente ove ospitare delle feste in maniera molto chic ed elegante, o ancora può prevedere semplicemente un' illuminazione e una via che permettano il passaggio attraverso di esso per favorire le passeggiate al suo interno. Ovviamente, il giardino può essere anche adibito a un vero e proprio centro di produzione, scegliendo la coltivazione di orti, capaci di dare verdura sempre a portata di mano e di sicura produzione, e frutteti, da utilizzare per ricavarne frutta sempre fresca e saporita. Tuttavia, per far si che il proprio giardino, le proprie piante ( è possibile coltivare anche uno o più piante semplicemente perchè le si amano tuttavia non si dispone di molto spazio), il proprio orto o il proprio frutteto sia in grado davvero di darci tutte queste soddisfazioni, bisogna prendersene cura costantemente, con dedizione e attenzione, ma sopratutto informandosi su come operare nel modo giusto: ogni operazione eseguita male non solo può risultare inutile per la pianta, ma addirittura dannosa! Pertanto è bene conoscere sempre quali sono le necessità della propria pianta e come soddisfarle.

Mini serra per bonsai - estremo oriente- con semi di ciliegio, murraya paniculata e acero palmato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Proprietà:

Tra le piante che è possibile scegliere di coltivare all' interno del proprio frutteto c'è il ciliegio. Si tratta di un albero che può raggiungere anche grandi dimensioni e che produce, prima dei frutti, dei fiori bianchi e profumati. Il ciliegio è da sempre un albero abbastanza coltivato, sopratutto perchè i fiori che produce sono molto apprezzati per il loro sapore, spesso molto dolce, e anche per le loro proprietà: le ciliegie, infatti, hanno capacità diuretiche e antiuriche, e quindi vengono utilizzate sopratutto per combattere i calcoli renali o vescicali e malattie come la cistite. In cucina, le ciliegie sono utilizzate quasi esclusivamente come frutta fresca da mangiare come spuntino o a fine pasto, ma sono utilizzate anche per produrre confetture dal sapore molto gradevole, sciroppi, liquori tipici (come il famoso cherry) e in ricette di dolci alla frutta.


  • ciliegio La scelta di occuparsi di giardinaggio deve essere ponderata e conseguente ad una vera e propria passione per il mondo delle piante e della natura in generale. Generalmente, le piante sono viste dai p...
  • aglio Molto spesso si sceglie di coltivare delle spezie o delle verdure con il metodo del fai da te, quindi all' interno della propria casa o nel proprio cortile, creandosi un piccolo orto o un piccolo frut...
  • coltivare agrumi Ogni volta che ci si dedica a dei lavori di fai da te3 si sceglie di unire l' utile al dilettevole, e questo è possibile anche scegliendo di optare per la scelta del giardinaggio. Tramite quest' ultim...
  • pianta asparagi Il giardinaggio è un' occupazione che da tanto, ma che richiede anche tanto. Attraverso questa pratica, infatti, è possibile rilassarsi, imparare tecniche nuove, entrare a contatto con la natura, co...

Estirpatore manuale di erbe infestanti rimuove erbacce lavoro giardino orto PRMD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Terriccio e messa a dimora:

Per occuparsi della coltivazione vera e propria di qualsiasi pianta, bisogna cercare di riprodurre quanto più possibile il suo habitat naturale, facendo quindi attenzione a far si che l' ambiente circostante alla pianta, la temperatura, il grado di umidità e di ventilazione, l' esposizione al sole e il terriccio siano quelli in cui tale pianta cresce allo stato di natura. Più o meno, diciamo che prendersi cura della propria pianta ha lo scopo quasi di “farla sentire a casa”, in modo da farla vivere in totale benessere.

Per le piante, avere un terriccio ideale è molto importante, perchè esso è la “casa” in cui il vegetale vivrà, che darà ad essa tutte le sostanze utili per la sua sopravvivenza e che permetterà alle radici di vivere in totale benessere.

Il terriccio ideale per la coltivazione del ciliegio è formato da un' insieme di terra, a cui deve essere aggiunto del compost, del letame, della ghiaia, della torba e della sabbia. In questo modo, il terreno che ospiterà la pianta avrà la capacità di dare alla pianta tutto il necessario affinchè questa sopravviva e, allo stesso tempo, favorirà il passaggio dell' acqua senza causare dei ristagni. Sono proprio queste le caratteristiche del terriccio ideale per il ciliegio: leggero, capace di favorire il drenaggio dell' acqua e allo stesso tempo pieno di sostanze nutritive.

Per quanto riguarda la messa a dimora del proprio ciliegio, prima di compiere quest' azione il terreno che ospiterà il ciliegio dovrà essere smosso con l' ausilio di una zappa o di un rastrello, in modo da renderlo molto più arioso e morbido.

Solitamente, il ciliegio viene acquistato non da adulto ma comunque quando già ha superato la prima fase di crescita. Per inserirlo all' interno del terreno si deve scavare una buca, le cui dimensioni dovranno essere dettate dalla grandezza delle radici del ciliegio e al cui interno quest' ultimo sarà adagiato con cura. Poi, le radici vanno ricoperte in modo da essere assicurate al terreno. Successivamente, si procede con l' innaffiatura.


Ciliegio Coltivazione: Innaffiatura e potatura:

Il ciliegio, come tutte le altre piante, ha bisogno di innaffiature e potature. L ' una serve per conferire ad esso la possibilità di munirsi d' acqua, l' altra per eliminare tutti gli elementi nocivi o inutili.

L' innaffiatura deve avvenire in modo costante, ma non si deve far si che il terreno venga inzuppato, cosa che provocherebbe dei facili ristagni d' acqua, alla quale, invece, si deve assicurare un drenaggio facile e costante.

Per quanto riguarda la potatura, è bene sapere che il ciliegio soffre moltissimo di questa pratica, quindi è meglio effettuarla il meno possibile, quando proprio ce n'è una vincolante necessità in quanto, quando non sono effettuate da mani esperte, il ciliegio può subire traumi così elevati da morirne. Quando proprio la potatura sembra necessaria, è possibile eliminare soltanto i rami vecchi o comunque infettati da malattie e infestazione, da causare con degli tagli decisi e obliqui, da effettuare con cesoie affilate e ben disinfettate. Inoltre, è meglio disinfettare anche le cicatrici e spalmarvi sopra del cicatrizzante.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO