Verniciatura a polveri epossidiche

Verniciatura a polveri epossidiche: Vernici a polveri epossidiche

Verniciatura

Le vernici, vengono ricavate da diverse sostanze: quelle in polveri, hanno una consistenza molto leggera, solide, e totalmente prive di solventi. Vengono utilizzate quando non è richiesta una buona resistenza a sostanze contenenti agenti chimici. Generalmente la loro destinazione, si rivolge a strutture e manufatti che sono destinati agli interni, come rubinetteria, macchine, utensili, cerchi in lega, strutture utilizzate nei laboratori. L’applicazione della vernice, avviene, mediante una pistola elettrostatica, che fissa la vernice stessa all’elemento in questione, che viene poi riposto in un forno, affinchè la vernice si attacchi completamente e si indurisca. Quando la polvere è stata fissata, e il cosiddetto film tende ad indurirsi, l’elemento viene tirato fuori dal forno e lasciato raffreddare. E’ poi pronto all’uso, o all’imballaggio eventuale. Le vernici in polvere, sono ampiamente utilizzate, perché posseggono delle caratteristiche specifiche, che le rendono assolutamente resistenti alla corrosione e all’usura nel tempo. Oltre alle caratteristiche di resistenza e durezza, le vernici epossidiche, presentano una singolare caratteristica estetica, relativa alla particolare brillantezza e lucidità e all’effetto prettamente metallizzato fornito da questa tipologia di materiale. Esistono diverse tipologie di polveri che si differenziano per caratteristiche sia fisiche che estetiche: le vernici possono essere epossidiche, ibridi, poliesteri e acriliche. Esistono delle differenze tra le diverse polveri: le prime sono le maggiormente resistenti alla corrosione, al tempo e ai materiali chimici. Sono largamente utilizzate per alcuni rivestimenti dell’auto, e per diversi altri impieghi. Hanno però una scarsa resistenza ai raggi ultravioletti, infatti, vengono maggiormente utilizzate per interni. Le polveri definite ibridi, sono assolutamente simili alle polveri epossidiche, ma con caratteristiche più scarse: hanno una scarsa resistenza sia alla corrosione che ai raggi UV, e sul piano estetico, sono caratterizzate da una blanda opacizzazione. Vengono utilizzate meno delle vernici epossidiche, per la loro parziale scadenza in relazione ad esse. I poliesteri, sono tipologie di polveri che presentano una buona resistenza ai raggi UV, e per questo motivo, sono maggiormente utilizzati per elementi esterni. Solitamente vengono considerati più scarsi delle vernici epossidiche, ma più indicati per la verniciatura di elementi adatti a resistere agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura. Gli acrilici, vengono utilizzati soprattutto per le auto.
Verniciatura

Lanterna Da Parete 'Mini Quadrata' Tipo Ascendente. Struttura In Pressofusione Di Alluminio. Trattamento Anticorrosivo, Verniciatura A Polveri Epossidiche. Adatta Per Lampade Ad Incandescenza E A Risparmio Energetico. Attacco E27, Ip43.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€



COMMENTI SULL' ARTICOLO