Radiatore a gas

Il radiatore a gas

Il radiatore a gas è un elemento indispensabile per il funzionamento della macchina. Esso serve a trasferire il calore da una zona all'altra del motore. Esistono varie tipologie di radiatore, ognuna con determinate caratteristiche. Generalmente, esistono due modalità per aumentare l'efficienza del radiatore: incrementare il volume totale dell'aria oppure aumentare le dimensioni stesse del radiatore. Questo elemento può essere realizzato in argento, rame, acciaio inossidabile o un mix di vari materiali. I radiatori compositi sono quelli che offrono il raffreddamento migliore, ma hanno lo svantaggio di pesare molto. Quelli in alluminio offrono un'alta conducibilità termica e sono anche piuttosto leggeri. In base alle prestazioni dell'auto o ad esigenze particolari, come ad esempio il trasporto di materiale potenzialmente pericoloso o infiammabile, verrà scelto il radiatore migliore. Per evitare il surriscaldamento e il malfunzionamento del motore, il radiatore a gas deve essere controllato periodicamente, tramite la revisione e le operazioni preventive di manutenzione.

Radiatore a gas

Acciaio testa della guarnizione Guarnizione, riparazione, MCP, Avvolto soffiato Testa Guarnizioni Motore e blocchi, Diesel e Benzina, motore guarnizione, Ripara più perdite in tutti i tipi di motore raffreddato ad acqua, Cracked Capi, Guarnizione Testa, Cracked blocchi, radiatori, Stufa Core e pompe dell' acqua. Una Riparazione Realizzato con MCP è permanente, garantito per la vita del motore. A differenza di altri prodotti liquido, in acciaio Guarnizione Testa Gas Mix con tutti i tipi di antigelo e refrigerante.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,99€


I principali problemi del radiatore a gas

Radiatore a gas In ogni motore, i sistemi di alimentazione e di raffreddamento sono separati e autonomi. Il gas o la benzina riescono a raggiungere solamente il sistema di raffreddamento, in modo che non si inneschino incendi e altri problemi di surriscaldamento. Alcune volte, può capitare però che il carburante, passando nella tubazione dell'aria, causi dei blocchi. Dal momento che il liquido di raffreddamento è costantemente sotto pressione, anche un suo minimo reflusso nel collettore causerebbe gravi problemi all'auto. Allo stesso modo, il carburante non deve defluire nel condotto di aspirazione, in quanto non si creerebbe una pressione sufficiente a far funzionare correttamente il radiatore e il sistema di alimentazione. Quando sentite rumori strani provenienti dal motore o notate perdite di liquido, non esitate a portare la vettura da un meccanico, che provvederà ad esaminare attentamente la situazione e mettere in atto le soluzioni adatte.

  • radiatore a gas fondital Tutti sappiamo che esistono tanti modi per riscaldare una casa, ovvero, esistono tanti tipi di impianti e tanti strumenti volti a tale scopo, anche piuttosto diversi fra loro. I termosifoni rappres...
  • esempio di radiatore elettrico I termosifoni o radiatori, come tutti ben sapranno, sono dei tradizionali sistemi di riscaldamento presenti un po’ in tutte le abitazioni, in particolare, se si pensa ai modelli in ghisa, diffusissimi...
  • Il radiatore Il radiatore dell'auto rappresenta una parte importantissima dell'auto: esso è costituito da diverse parti, le quali aiutano lo stesso radiatore ad evitare che il liquido proveniente dal monoblocco de...

DEDC Manometro Pressione Gomme Auto Preciso Rapido Portatile Manometro Pneumatici Misuratore Pressione Pneumatici per Auto Moto Bici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 10€)


Radiatore a gas: Diagnosticare e intervenire

E' possibile controllare le condizioni del radiatore, per assicurarsi che si mantenga sicuro ed efficiente. Se sospettate che vi sia qualche problema, iniziate a esaminare le guarnizioni di testa. Se sono bruciate, specie nella parte corrispondente allo scarico o intorno alla camera di combustione, potrebbe significare che le guarnizioni sono usurate. In questo caso, non dovrete fare altro che sostituirle, assicurandovi che siano della stessa marca e modello. Controllate anche che dal tubo di scarico non fuoriesca fumo bianco o grigio, specie quando la vettura non è al massimo dei giri motore. Sicuramente il motore ha subito un surriscaldamento eccessivo e occorrerà un radiatore nuovo. Segni inequivocabili sono inoltre l'odore di bruciato e la fatica di ripresa del motore. Per prevenire problemi anche seri al radiatore, è possibile mettere in atto alcuni semplici accorgimenti. Per prima cosa, assicuratevi che i livelli di acqua e olio siano adeguati. Non aspettate di essere in riserva per eseguire l'operazione, specie se la vostra automobile non è recentissima. I modelli di ultima generazione avvisano infatti il conducente con segnali acustici nel caso in cui l'acqua non fosse sufficiente. Quando effettuate viaggi lunghi, prevedete delle soste ogni 100 km almeno, in modo che il radiatore abbia la possibilità di ritornare alla temperatura ottimale. Anche guidare quotidianamente nel traffico intenso può compromettere il buon funzionamento del radiatore. Un consiglio utile è cercare di non surriscaldare il motore, mantenendo un ritmo di crociera costante ed evitando bruschi cambi di marcia, specie da quella bassa a quella alta. Ovviamente, la prima regola per salvaguardare l'automobile, il motore e tutte le sue componenti è di sottoporla a regolare revisione. Con un esame attento, il tecnico meccanico valuterà eventuali dispositivi da sostituire e le necessarie migliorie da apportare. La revisione con il rilascio del tagliando di conformità va eseguita ogni due anni, o comunque dopo i 40mila chilometri. Se acquistate un'auto usata, chiedete informazioni precise riguardo il radiatore a gas. In genere è l'elemento della vettura che presenta i maggiori problemi. Conoscere le sue reali condizioni vi darà un'idea precisa di quali lavori di manutenzione effettuare e del loro relativo costo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO