Radiatori a gas

Riscaldamento casa

Tutti sappiamo che esistono tanti modi per riscaldare una casa, ovvero, esistono tanti tipi di impianti e tanti strumenti volti a tale scopo, anche piuttosto diversi fra loro.

I termosifoni rappresentano sicuramente uno degli impianti più conosciuti e ritenuti migliori: essi si ritengono comodi, abbastanza economici, pratici e privi di complicazione come ad esempio la canna fumaria. Si tratta di una scelta fatta da molte famiglie, in particolare nel nostro Paese, e scelti un po’ ovunque si abiti in condomini o non si abbia lo spazio per la realizzazione di un camino o di impianti più invadenti.

Tuttavia sul mercato non esiste una sola tipologia di termosifoni, e infatti oggi parleremo di un tipo di termosifone molto particolare, ovvero quello a gas.

radiatore a gas fondital

Einhell Radiatore a Gas GS 4600 P (riscaldamento di potenza fino a 4,6 kW, con accensione Piezo, con riduttore di pressione, tubo, regolatore, per bombole di Gas comuni)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,64€


Radiatori a gas funzionamento

esempio di convettore a gas I radiatori a gas sono delle macchine termiche finalizzate al riscaldamento degli ambienti, che vengono alimentate a gas. Per gas si intende sia il metano che il propano liquido, ovvero il GPL.

Ma come funzionano? In pratica, ogni radiatore possiede un circuito a tenuta stagna rispetto all’ ambiente, da cui preleva l’ aria che riscalda. L’a ria prelevata tramite un ventilatore viene rimesso in ambiente con la temperatura e la velocità desiderata, nello stesso modo di come accade per un fancoil o un venti convettore. La ventilazione è realizzata con due possibili velocità di riferimento, ed è anche possibile far lavorare il radiatore senza ventilatore, e in maniera del tutto silenziosa, se si è stanchi di rumori fastidiosi.

Molto spesso vengono utilizzati quando l’impianto di riscaldamento già esistente non è in grado di soddisfare gli occupanti dello stabile, e pertanto si utilizzano come una specie di impianto che serve ad integrare quello già esistente.


    ROBUR Radiatore a Gas Metano a parete Riscaldamento Ventilato 4710W Calorio 52M F11385

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 729,89€


    Termosifoni a gas

    radiatore a gas moderno L’ installazione su una parete che da all’ esterno consente molte semplificazioni, infatti il sistema di combustione a camera stagna e tiraggio forzato del radiatore prevede l’ esigenza di collegare tubi all’ ambiente esterno a quello servito i tubi per l’ aspirazione dell’ aria necessaria alla combustione.

    Per quanto riguarda i comandi di accensione, temperatura, ventilazione, questi sono inviati al radiatore tramite dei pannelli di controllo molto semplici da utilizzare.

    Inoltre, per migliorare la sicurezza, l’accensione è caratterizzata anche dalla presenza di una termocoppia in grado di bloccare il flusso di gas in caso di mancanza di fiamma, nello stesso modo in cui accade per i piani cottura delle moderne cucine.

    Sui pannelli di controllo, generalmente, sono presenti dei display che servono per indicare in quale stato si trova il radiatore, sia nei casi di corretto funzionamento che nei casi di presenza di stadi di blocco legati a cattivi funzionamenti.

    Per quanto riguarda la potenza, in genere il radiatore ha gas ha una potenza media di 2, 5- 3 kw, mentre il costo per l’ installazione è di circa 500 euro.


    Tipologie radiatore a gas

    termoconvettore a gas Ovviamente troverete sul mercato varie tipologie di radiatori a gas, differenti per dimensioni, materiali, marca e prezzo, anche se, almeno indicativamente, abbiamo già detto nel paragrafo precedente quale sia il costo di un termosifone a gas.

    Per quanto riguarda il funzionamento, ne abbiamo due principali: quelli a tiraggio naturale e quelli a tiraggio forzato. Diversamente dai primi, quelli a tiraggio forzato posseggono un ventilatore che provvede ad alimentare la combustione, in modo che questa non venga mai meno. La propagazione dell’ aria calda nell’ ambiente che ospita il radiatore può avvenire per convenzione naturale o per convenzione forzata, grazie ad uno o più ventilatori.

    Inoltre, per quanto riguarda il tipo di accensione, questa può essere anche del tipo piezoelettrico , ovvero si può provvedere all’ accensione del bruciatore pilota o elettrica, ossia senza la presenza di fiamma pilota.


    Vantaggi e svantaggi radiatori a gas

    convettore a gas Per quanto riguarda i vantaggi, sicuramente utilizzando i radiatori a gas si avrà un uso più razionale ed oculato delle fonti di calore. In presenza di appartamenti molto grandi, utilizzati solo parzialmente, magari da persone singole, utilizzare delle fonti di riscaldamento autonomo per i singoli ambienti è molto razionale, dal momento che permette di risparmiare moltissima energia, evitando inutili sprechi, e contribuendo, in questo modo, al risparmio energetico e al rispetto per l’ ambiente. Inoltre, a differenza del riscaldamento centralizzato, che riscalda nello stesso modo tutti gli ambienti senza tener conto della loro esposizione e del loro utilizzo, il riscaldamento tramite i radiatori a gas permette di riscaldare soltanto gli ambienti utilizzati con una quantità di calore differenziata a seconda della destinazione degli stessi e dei tempi precisi.

    C’è da dire, ancora, che i radiatori a gas sono caratterizzati da una posa in opera abbastanza semplice, e da una resa termica davvero buona, mentre la possibilità di un uso temporaneo e limitato si concretizza in un risparmio energetico e quindi anche economico. Infine, va detto che i radiatori a gas rappresentano un sistema di riscaldamento economico ma ecologico, ad alto rendimento termico, quindi con un’ ottima efficacia.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO