Sverniciatore per legno

Cos'è la sverniciatura del legno

La sverniciatura è la prima fase del processo di restauro. Dopo di essa troviamo la stuccatura, la carteggiatura, la verniciatura ed infine la lucidatura. Essa è particolarmente importante quando la vecchia vernice risulta sciupata e danneggiata dai segni del tempo, o è irregolare. La scelta dello sverniciatore adatto dipende soprattutto dalla specie del legno; ci sono però altre variabili da tenere in considerazione come il valore del mobile che si intende sverniciare, lo stato della vernice da rimuovere, la mole di lavoro necessario, e anche la nostra esperienza e il nostro gusto possono giocare un ruolo nella scelta. In ogni caso, prima di procedere con la sverniciatura, è necessario pulire il mobile da sporcizia e polvere utilizzando una spugna naturale imbevuta di acqua e sapone di marsiglia. Dovrà essere poi asciugato il più velocemente possibile, per evitare che l'umidità rovini il legno del mobile. Le tecniche di sverniciamento sono: solvente chimico, pistola termica e soda caustica.

sverniciare legno

RICO 525441 - Sverniciatore professionale senza DMC, 750 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,44€


Lo sverniciatore chimico

sverniciatore legno Tra i vari metodi per sverniciare il legno, questo è il più comodo e semplice ed è l'ideale se siete alle prime armi; ricordate però che lo sverniciatore chimico non è adatto per i mobili pregiati. Procuratevi un solvente chimico in qualsiasi negozio o grande magazzino specializzato in bricolage o fai-da-te. Avrete bisogno anche di pennelli, spatole, un telo di plastica, guanti da lavoro, mascherina e occhiali. Utilizzate il solvente al riparo dal vento e dal sole perché se il solvente si seccasse troppo velocemente rischiereste di non sverniciare accuratamente il mobile. Il procedimento è semplice: con una spatola spandete accuratamente il solvente su tutta la superficie del mobile e, dopo averlo coperto con un telo di plastica, attendete dai dieci ai quindici minuti. La vecchia vernice comincerà a sollevarsi e potrete rimuoverla con una spatola. Per gli ultimi eventuali residui, potrete utilizzare una paglietta con la dovuta delicatezza in modo da non rovinare la superficie del legno.


  • Trapano con spazzola metallica La vernice applicata sul ferro ha la funzione di evitare che si ossidi e che sia danneggiato dagli agenti atmosferici, oltre che migliorarne la resa estetica. Quando è già presente una vernice bisogna...

Einhell 4520184 TC-HA 2000/1 Pistola ad Aria Calda, 2000 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,9€


Sverniciare con la pistola termica

sverniciare legno La pistola termica richiede una certa esperienza ed una mano sapiente. Anch'essa è facilmente reperibile in qualsiasi negozio o grande magazzino specializzato in bricolage o fai-da-te. Rispetto al solvente chimico però permette di risparmiare: infatti il solvente deve essere ricomprato quando finito e il suo costo non è così economico. Per dei grossi lavori vale la pena investire in una pistola termica, con il cui utilizzo ammortizzerete un'unica spesa necessaria. Essa deve essere utilizzata come un comune asciugacapelli che spara aria calda sulla vernice; solo una mano esperta può trovare il movimento lineare e costante per eliminare la vernice in modo omogeneo e senza danneggiare la superficie del mobile. Se sarà incostante, la vernice sarà tolta in modo irregolare; se sarà troppo lento, si rischia di danneggiare il legno; se troppo veloce, la vernice si staccherà con difficoltà. La vernice scaldata si solleverà e si scrosterà, il ché la renderà facilmente rimovibile con una spatola.


Sverniciatore per legno: Sverniciare con la soda caustica

sverniciare legno Tra i metodi di sverniciatura del legno, la soda caustica è sicuramente il più pericoloso e aggressivo di tutti; sia nei confronti del mobile che si andrà a trattare, che della persona che se ne occuperà. Sarebbe saggio evitare questo metodo di sverniciamento, anche se ci sono dei casi in cui la soda caustica è la tecnica più efficace, soprattutto quando si deve trattare un mobile danneggiato dallo smog e dal tempo. Utilizzate la soda caustica all'aperto e dopo esservi adeguatamente protetti con una tuta pesante, dei guanti, maschera e occhialini. Occorre diluire la soda in acqua molto calda, tenendo in considerazione il rapporto 200 grammi per ogni litro di acqua. Con un bastone e degli straccetti create un pennello alla meno peggio e con esso strofinate la soluzione sul mobile. Vedrete che via via si formerà una poltiglia che andrete a rimuovere con una spatola finché il mobile non sarà completamente sverniciato. Procedete poi a ripulire il mobile con acqua corrente ed un buon detergente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO