Incentivi pannelli solari

La detrazione per il solare termico

Oltre ai programmi incentivanti che si sono succeduti, i contribuenti hanno potuto usufruire di agevolazioni fiscali, grazie ad una detrazione di imposta pari al 55% delle spese sostenute.

La riduzione riguarda l’IRPEF e l’IRES e viene ripartita in dieci rate annuali, dello stesso importo, entro un limite massimo calcolato in base all’imposta annuale della dichiarazione dei redditi di ciascun contribuente. La detrazione non può mai superare il tetto massimo di euro 60.000 corrispondente ad un costo di installazione pari a euro 109.090,90.

Si può usufruire dell’agevolazione fiscale per quanto riguarda le spese d’installazione di pannelli solari in nuovi edifici e per gli interventi migliorativi di costruzioni già in essere.

Oltre ai pannelli solari, la riduzione d’imposta è applicabile anche ai sistemi termodinamici a concentrazione solare, utilizzati per produrre acqua calda, o anche ai sistemi termodinamici che producono energia sia elettrica che termica, unicamente per la parte relativa alla produzione di calore. Possono beneficiare della detrazione fiscale tutti coloro che possiedono un reddito derivante da un’attività, quindi persone fisiche e società di persone o di capitali. Tra i possibili fruitori sono inoltre compresi tutti coloro che sostengono le spese per lavori relativi ad immobili, sia che si tratti di proprietari, di affittuari o persone che godono di immobili in usufrutto. Sono compresi inoltre gli enti pubblici e privati la cui attività sia prettamente commerciale e le associazioni di professionisti.

Incentivi pannelli solari

Sistema Accumulo 3Kw HUB-4 Victron Fotovoltaico Batterie Litio Accumulo: 13,8Kw

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20322,39€


Modalità per richiedere la riduzione di imposta

pannelli solariLe richieste per le agevolazioni fiscali, unitamente ad un scheda che racchiuda tutte le informazioni riguardanti gli interventi effettuati, devono essere inviate all’ENEA, entro novanta giorni dalla fine dei lavori e con modalità telematica. Al fine di ottenere gli sgravi fiscali ogni spesa deve essere debitamente documentata dalle relativi pezze giustificative, quali fatture, scontrini e ricevute fiscali. I pagamenti effettuati tramite bonifico bancario dovranno obbligatoriamente riportare la causale del pagamento ed il codice fiscale di chi effettua il bonifico, oltre a quello della persona, o ditta, in favore della quale viene effettuato il trasferimento di denaro.

  • riscaldamento solare Il fai da te permette di portare a termine moltissime operazioni in qualsiasi campo, dal giardinaggio alla creazione di prodotti di bigiotteria, dal restauro di mobili alla ristrutturazione di una ver...
  • pannellifotovoltaici I pannelli fotovoltaici sono la parte più importante dell’impianto omonimo. Si tratta di una superficie composta da più moduli fotovoltaici, ognuno assemblato e collegato all’altro per creare il panne...
  • Alcune note sugli impianti fotovoltaici chiavi in mano Le aziende operative nel settore dell’energia e tutte quelle ad esso collegate stanno ampliando in modo assai convincente la propria offerta. E lo stanno facendo sia dal punto di vista meramente quan...
  • Alcune note I pannelli fotovoltaici trasparenti stanno invadendo le nostre case, o meglio, con una battuta, potremmo dire che stanno colonizzando i nostri tetti. Il fenomeno della diffusione dei pannelli fotovolt...

Intex 28404 - Pure Spa Bubble Therapy con Pompa, Riscaldatore e Sistema Purificazione Acqua, 1.91x0.71cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 398,79€
(Risparmi 0,11€)


Incentivi pannelli solari: Il conto termico

Il decreto legislativo 2 marzo 2011, n. 28, attuato con il Decreto Ministeriale del 28/12/2012, ha introdotto un programma di incentivi per impianti solari di piccole dimensioni, destinati prevalentemente alla produzione di energia termica o ad incrementare l’efficienza energetica di altri impianti.

Gli interventi genericamente ammessi per l’incentivo sono quelli che incrementano e migliorano la produzione di energia e quelli per impianti solari di piccole dimensioni, ma ad alta efficienza energetica. In abbinamento a tali interventi è possibile estendere gli incentivi anche per le certificazioni e per la diagnosi energetica.

Per l’installazione di nuovi pannelli solari destinati ad energia termica sia calda che fredda, come le pompe di calore, o impianti di solo riscaldamento, come caldaie e stufe, è possibile quindi usufruire di agevolazioni incentivanti. Si può accedere all’incentivo anche in caso di sostituzione di impianto o di interventi di potenziamento dell’efficienza di quelli già esistenti, come in caso di lavori di coibentazione di pareti e coperture, volti al miglioramento dell’efficienza termica di edifici.

I beneficiari degli incentivi del Conto Termico sono chiamati Soggetto Responsabile. In questo rientrano le amministrazioni pubbliche e tutti i soggetti privati, sia persone fisiche che condomini, o persone, a cui risulti intestato un reddito derivante da un’impresa o attività.

I soggetti che già usufruiscono di altri incentivi statali non possono accedere al Conto Termico.

In caso invece di edifici con destinazione d’uso pubblico è possibile cumulare gli incentivi in conto capitale, secondo quanto previsto dalle norme vigenti in materia.

Il sistema degli incentivi è attuato dall’azienda Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. che è anche il Soggetto Responsabile della loro erogazione.

La richiesta di incentivo in Conto Termico e la documentazione da allegare, può essere inoltrata telematicamente presso il portale predisposto dal GSE. Attraverso il portale è anche possibile verificare il possesso dei requisiti tecnici necessari per accedere all’incentivo ed è possibile calcolare la quota spettante, attraverso una specifica scheda, dove andranno inserite tutte le informazioni relative all’intervento da attuare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO