Risparmio idrico

Acqua, un bene prezioso per tutti

Non sono molti quelli che si soffermano a pensare che l'acqua è un bene che non va dato per scontato. Solo perché ne disponiamo a nostro piacimento, non significa che sia giusto sprecarla. In alcune zone del mondo è una risorsa particolarmente scarsa o addirittura anche assente. Inoltre, rispetto a qualche anno fa, sta diventando un bene che si paga caro: lo si capisce soprattutto dalle bollette sempre più salate. Ma nel comportamento quotidiano di ciascuno di noi, è possibile senz'altro provare a ridurre gli sprechi. Sono sufficienti pochi gesti e qualche precauzione in più e ogni giorno si risparmieranno decine di litri d'acqua e anche diversi euro, aspetto economico che non è da sottovalutare.
Risparmio idrico

Filtro anti-cloro per doccia ionica Powstro al 30% Soffioni doccia a risparmio idrico Soffione doccia, 200% turbocompresso pressione & Skin Dry Hair

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,4€


Miscelatori e sciacquoni

Miscelatori e sciacquoniL'installazione, ai rubinetti di casa e anche alla doccia, dei miscelatori d'aria potrebbe essere ad esempio un ottimo stratagemma. Si tratta di un semplice meccanismo che unisce l'acqua in uscita con un getto d'aria. Chi utilizza il rubinetto non si accorgerà minimamente che la quantità d'acqua è inferiore, poiché la forza del getto sarà sempre potente. In questo modo si arriverà a risparmiare quasi la metà d'acqua senza cambiare le proprie abitudini.

Anche l'installazione dello sciacquone del water può essere fatta ad hoc. In media ogni sciacquone, per ogni getto, utilizza una decina di litri d'acqua, quantità che non necessariamente deve essere utilizzata tutta. Installando un sistema dotato di doppio pulsante di scarico, si potrà risparmiare sulla quantità impiegata di norma. È anche possibile inoltre regolare lo scarico, stabilendo la quantità da usare tramite il galleggiante.

    Sourcingmap - Filtro per rubinetto da cucina, a risparmio idrico, colore argento, 10 pezzi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,52€


    Un occhio di riguardo in giardino

    acqua e giardino Per annaffiare le piante dell'orto, del giardino o della terrazza, è consigliato utilizzare l'acqua piovana. Quando piove, l'acqua può essere incanalata tramite la grondaia e raccolta in una grande cisterna per poi essere utilizzata con razionalità, quando serve. Oppure può essere indirizzata direttamente verso il terreno o i vasi.

    Le piante in giardino o sul terrazzo possono essere bagnate anche con la stessa acqua usata per lavare verdura e frutta che precedentemente verrà raccolta in una bacinella. Un buon cittadino dovrebbe inoltre segnalare al Comune, la presenza di fontanelle con getto d'acqua continuo nei giardini pubblici. Qualora, sulle stesse, si installassero invece delle manopole per chiudere ed aprire il rubinetto solo in caso di necessità, un notevole risparmio idrico sarebbe assicurato. In caso poi di fontane con getto in continua funzione, che non usano acqua potabile e che hanno solamente una funzione estetica, è bene assicurarsi che vi sia sempre il riciclo della stessa mediante un sistema apposito.


    Risparmio idrico: Questione di abitudini

    Nella quotidianità, se tutti fossimo attenti e modificassimo leggermente le nostre abitudini, verrebbero risparmiate migliaia di litri d'acqua. Se ogni volta che ci si lava i denti ad esempio, si chiudesse il rubinetto, si eviterebbero inutili sprechi. Per effettuare una buona pulizia dei denti infatti sono necessari almeno due minuti di strofinamento e, in quel lasso di tempo, sarebbe bene tenere il getto d'acqua chiuso. Usare l'acqua all'inizio dell'operazione e alla fine, per il risciacquo, è infatti più che sufficiente. Usando poi un bicchiere sarà possibile limitare la quantità adoperata. Anche per ciò che riguarda la pulizia del corpo, è possibile risparmiare dell'acqua. Se anziché usare la vasca da bagno, si utilizzasse la doccia, il risparmio idrico sarebbe circa di 50 litri ogni volta. Per fare il bagno infatti si usano circa 100 litri d'acqua mentre per la doccia ne bastano la metà. Un'altra operazione consigliata è quella di controllare, di tanto in tanto, lo stato del proprio impianto idraulico casalingo: notare ad esempio che il contatore gira anche quando tutti i rubinetti di casa sono chiusi può voler dire che c'è una perdita. L'aiuto di un idraulico a questo punto sarà indispensabile per evitare inutili sprechi e per non causare gocciolamenti che potrebbero danneggiare i vicini di casa.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO