DIA o permesso di costruire

Le nuove norme in materia di edilizia

Lo scopo delle novità introdotte all'interno del Testo Unico in materia di edilizia è quello di semplificare e snellire le pratiche burocratiche necessarie all'inizio lavori. Quando dobbiamo intervenire su un edificio e modificarne la struttura è ovviamente necessario un sopralluogo da parte di un tecnico e la successiva presentazione della documentazione relativa ai lavori da attuare. Se in passato occorreva attendere 30 giorni dalla consegna della documentazione, oggi è possibile iniziare i lavori il giorno stesso in cui vengono depositati i documenti, grazie alla SCIA e alla CILA. Tuttavia l'autonomia regionale ha dato luogo ad una serie di eccezioni che meritano un'approfondimento, al fine di capire quando sia necessario presentare la DIA e quando invece sia sufficiente il Permesso di Costruire. In questo modo si potrà evitare di incorrere in sanzioni pecuniarie o addirittura nella sospensione dei lavori, a seguito di controlli.

casa in ristrutturazione

Foscam FI9803EP Telecamera IP da Esterno, HD, 1 Megapixel, POE Funzione P2P, 4 mm, 70 Gradi, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 91,24€
(Risparmi 3,66€)


Che cos'è la DIA e quando presentarla

lavori di ristrutturazione in casa L'acronimo DIA sta per Denuncia di Inizio Attività. La DIA si presenta in caso di:

- nuove costruzioni, legate all'approvazione di un piano particolareggiato,

- variazioni sul Permesso a Costruire consegnato,

- ampliamenti inseriti nel piano casa,

- cambio di destinazione d'uso,

- demolizione e ricostruzione con volumi differenti.

Dunque la DIA è necessaria, generalmente, quando si interviene su un edificio esistente e si intende modificarne principalmente la struttura interna. Sarà un tecnico abilitato a presentare la documentazione opportuna per i lavori previsti. La compilazione della DIA infatti prevede l'inserimento di dati catastali e di informazioni relative alle opere murarie che solo gli esperti del settore possono fornire in maniera consapevole. Alla presentazione della DIA potrebbe seguire una perizia da parte delle autorità al fine di controllare i lavori in corso, anche dopo l'approvazione del progetto.

  • permesso di costuire Quando si procede a un intervento edilizio, sia nuovo che di ristrutturazione, bisogna attenersi a quanto disposto dal Testo Unico per l’edilizia (d.p.r. n. 380/01) nel quale si regolamenta, tra le al...
  • silenzio assenso L'art. 10 del Testo unico dell'edilizia individua quelli che sono gli interventi per i quali risulta necessario il rilascio del permesso a costruire, un atto amministrativo emanato dal dirigente o res...
  • Alcune note La progettazione di un edificio è una di quelle classiche operazioni che ci interessano nel corso della nostra vita. E no di certo perché siamo degli addetti ai lavori perché, in quel caso, sarebbe ...
  • Costruire casa sicura Avere una casa sicura significa dotarla di tutti i dispositivi necessari a scongiurare tentativi di infrazione. Queste soluzioni andrebbero installate al momento stesso della sua costruzione. Tra esse...

Flacone da 1 l schiuma spray con lancia regolabile con adattatore serie Karcher

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,45€


Il Permesso a Costruire

permesso di costruire Il Permesso a Costruire va consegnato per:

- costruzioni ex-novo,

- interventi di ristrutturazione urbanistica,

- variazioni volumetriche.

Quando ci si accinge a costruire su un terreno edificabile oppure quando si intende attuare modifiche consistenti alla pianta di un'abitazione, che coinvolgano anche la volumetria esterna dell'edificio, la DIA non è sufficiente. Il Permesso a Costruire diviene indispensabile in questi casi e prevede, di solito, il sopralluogo delle autorità competenti, che potrebbe anche avvenire a lavori iniziati. Ovviamente anche il Permesso a Costruire va compilato da un tecnico e contiene informazioni simili alla DIA, corredate del progetto relativo alla costruzione. Vista la citata autonomia regionale è opportuno che i tecnici si informino ampiamente sulle norme vigenti nelle singole zone prima di presentare una documentazione che potrebbe risultare insufficiente o inadatta ai lavori che si intende effettuare.


DIA o permesso di costruire: quando non servono

ristrutturare casa Non sempre è necessario consegnare la DIA o il Permesso a Costruire, alcuni interventi infatti non richiedono alcuna comunicazione. Si tratta dei semplici lavori di manutenzione di edifici, ad esempio la pitturazione, la sostituzione dei pavimenti o il risarcimento di piccole porzioni di muro. In sostanza è obbligatorio comunicare l'inizio lavori solo nei casi in cui le modifiche apportate all'edificio riguardino l'intervento sulla struttura di quest'ultimo. Anche l'installazione delle recinzioni non è sempre soggetta alla presentazione della Dia, a patto che non modifichi in maniera sostanziale la superficie in cui si inserisce. Anche l'abbattimento delle barriere architettoniche rientra nelle pratiche che non prevedono l'iter burocratico, a patto che non si installino rampe o ascensori. In definitiva per essere certi che la ristrutturazione o la costruzione di nuovi edifici non si trasformi in una spiacevole esperienza, prima di decidere gli interventi da attuare è necessario reperire il regolamento comunale ed affidarsi a tecnici o architetti preparati, che possano optare per la scelta più adatta alle vostre esigenze.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO