rampicanti da balcone

Le informazioni di base sui rampicanti da balcone: come fare una buona scelta

I rampicanti da balcone rappresentano un’ottima soluzione per molte delle nostre abitazioni, o meglio, potremmo anche dire, per molti dei nostri balconi e terrazzi. Le considerazioni da fare in merito alla validità di una scelta come quella dei rampicanti da balcone sono tante, ma la prima da fare consiste in un apprezzamento generico rivolto alla buona riuscita che i rampicanti da balcone riescono ad offrire quasi sempre. E questo perché si tratta di un tipo di pianta che ha nelle sue caratteristiche principali l’enorme varietà e l’enorme duttilità, come a dire che i rampicanti da balcone stanno bene quasi ovunque e che ce ne sono di tutti i gusti, di tutti i tipi di tutte le dimensioni, di tutti i colori e, perché no, di tutti i prezzi. Il nostro compito diventa adesso quello di spiegare le caratteristiche principali dei rampicanti da balcone, individuarne peculiarità, pregi e difetti in modo tale da aiutare il nostro lettore nello scegliere le specie più adatte al balcone di casa propria.
Con i rampicanti servono poche accortezze per ottenere un ottimo risultato

Blinky 96156-08 Italia Fioriera Con Grigliato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,38€


LA scelta del rampicante: l'alloggio per le radici e le griglie per le foglie

Radici all'ombra e rami al sole per avere un buon esito sul terrazzo di casa Ovviamente, in maniera intuibile, il primo elemento da comprendere per quanto riguarda i rampicanti da balcone è il sostegno che bisogna costruire sul terrazzo di casa per permetterne la crescita. In effetti i rampicanti da balcone non sono destinati solamente a crescere sui muri ma anche su di una serie di sostegni nati e costruiti ad hoc come griglie di legno o di plastica di tutti i colori e le dimensioni. La struttura delle griglie di cui abbiamo appena parlato non ha un valore meramente estetico ma si tratta di un accorgimento assolutamente propedeutico alla salute stessa delle piante rampicanti da balcone. E ciò perché la larga maggioranza dei rampicanti da balcone ha bisogno di tenere le radici all’ombra e i rami al sole essendo quasi tutte le specie di rampicanti particolarmente sensibili al freddo e ai rigori invernali. Inoltre, una delle scelte di base che chiunque sia interessato ad acquistare rampicanti da balcone deve fare consiste nel pensare a piante con fioritura e prevalentemente erbacee come il classico fogliame dell’edera.

    Verdemax 5346

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 111,72€


    I rampicanti più diffusi: pregi, difetti e caratteristiche più importanti

    I rampicanti da balcone più diffusi in Italia sono Ortensie ed edera Tra le possibilità di scelta che vogliamo illustrare a favore del nostro lettore, la prima che ci viene in mente è quella che riguarda la pianta rampicanti da balcone più diffusa all’interno del nostro Paese, vale a dire l’edera. Le ragioni alla base dell’estrema diffusione dell’edera sono differenti ma allignano, è proprio il caso di dirlo, in primo luogo nelle sue stesse caratteristiche intrinseche vale a dire nella sua resistenza alle basse temperature dei mesi invernali, alla scarsa necessità di cure ad hoc e anche alla sua velocità di crescita ed espansione. Un’altra possibilità assolutamente da valutare nell’ambito dei rampicanti da balcone consiste nell’Ortensia: anche questo tipo di pianta ha una diffusione enorme all’interno del nostro Paese grazie alla sua resistenza alle intemperie e alla sua facile adattabilità alle differenti esposizioni. E, inoltre, rispetto alla classica edera, l’Ortensia prevede la fioritura stagionale dando vita ai classici fiori color crema.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO