Sementi per orto

Quando e come scegliere le varie sementi per orto

Le sementi per orto sono un elemento fondamentale per avere un angolo oppure un appezzamento del proprio giardino dedicato alla coltivazione di verdure ed ortaggi. In alternativa è possibile seminarle in una fioriera oppure in uno o più vasi posti nel patio, sul terrazzo oppure sul balcone. In questo modo si riesce ad avere prodotti freschi e a chilometro zero. In alternativa è possibile preparare prima un semenzaio e successivamente trasferire le piantine nell'orto. La scelta delle sementi per orto avviene in maniera ideale durante l'inverno, periodo nel quale avviene la semina per poi avere verdura ed ortaggi in primavera e in estate: il momento di maturazione è diverso a seconda della varietà prescelta. Le opzioni dipendono dallo spazio a disposizione, dagli abbinamenti che si vogliono fare e dai propri gusti personali.
tipi di sementi per orto

Cultura Gardman 08.624 kit promozionale sementi e delle piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,59€


Come preparare il terreno per effettuare la semina

Creare un piccolo orto La semina delle sementi per orto è sempre secondaria rispetto alla preparazione del terreno: le modalità sono diverse in base al fatto che si abbia a che fare con un vero e proprio orto oppure con una fioriera o dei vasi. Nel primo caso bisogna zappare il terreno, eliminare le erbacce e concimare prima di passare alla semina vera e propria. Le sementi per orto vanno sparse a mano oppure devono essere piantate a gruppetti di 3-4 in piccole buche a una quindicina di centimetri l'una dall'altra. Nel caso di un orto o sul terrazzo si deve riempire con terriccio universale misto a torba il contenitore, facendo attenzione che sia ben drenato. Quindi si piantano 2-3 semi nelle varie buchette scavate a una certa distanza l'una dall'altra. Bisogna prestare attenzione agli accostamenti delle piante, in quanto alcune non sono compatibili tra loro: ad esempio il basilico non va messo vicino alla ruta ma ai pomodori.

  • Semi di fiore sbocciati I fiori sono elementi importantissimi per abbellire il giardino, il balcone, il terrazzo, i davanzali o gli ambienti interni: in base alle dimensioni della pianta, infatti, è possibile inserirla nel c...
  • Attraverso il fai da te è anche possibile dedicarsi al giardinaggio, ovvero a tutte quelle operazioni necessarie per rendere il giardino di casa propria accogliente e bello, così come è possibile effe...
  • carote Spesso, chi si occupa di giardinaggio “fai da te” , decide di coltivare, piuttosto che le varie piante ornamentali, un vero e proprio orticello. Questa scelta può essere motivata da molti fattori, spe...
  • zucca La zucca è una pianta propria dell' America centrale, anche se i semi più antichi sono stati ritrovati in Messico, e risalgono al 7000 circa a.C. E' stata importata in occidente subito dopo la scopert...

Kit Semina "Aromi Italiani", Bauletto con 2 Mini Serre per Germinazione e 4 Buste di Semi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Sementi per orto a costo zero o acquistate

Creare un orto in giardino Le sementi per orto possono essere acquistate in un qualunque supermercato o consorzio agricolo oppure essere a chilometro zero. Nel primo caso è possibile anche recuperare quelle avanzate dalla semina precedente a patto che siano state conservate in un luogo asciutto: in caso contrario ammuffiscono e marciscono. Le sementi per orto possono anche essere trovate in casa, in quanto si ottengono facilmente dalle verdure che si hanno in frigorifero. Ad esempio si recuperano i semi da pomodori, melanzane, peperoncini e peperoni maturi e li si lava con cura in acqua fredda; quindi li si lascia asciugare al sole per qualche ora. Nel caso che si decida di non piantarli subito è bene conservarli in un sacchetto di carta e in un luogo asciutto, separando le diverse varietà ed etichettandole per evitare di confondersi.


I possibili abbinamenti che si possono fare nell'orto

sementi per verdure orto Con le sementi per orto è possibile sfruttare gli effetti positivi della consociazione in agricoltura: infatti alcune piante traggono grandi benefici dal fatto di essere poste vicino ad altre complementari. Ci sono invece colture dalle quali devono essere tenute lontane. Ad esempio i lamponi crescono in maniera più rigogliosa e sono più sani se piantati vicino all'aglio. Cipolle e cavoli hanno uno sviluppo e un gusto migliori se piantati vicini alla camomilla oppure alla menta; gli stessi benefici ottengono le carote dall'erba cipollina. Invece la melissa è consociabile alle carote, mentre il nasturtium protegge dagli insetti e dagli afidi i ravanelli, gli alberi da frutto, le cucurbitacee e i cavoli. Infine il rosmarino protegge dalla cavolaia e l'epilachna dai cavoli, dalle carote, dai fagioli e dalla salvia; invece quest'ultima va tenuta lontana dai cetrioli.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO