Orti in casa senza terra

Che cosa sono gli orti in casa senza terra

Gli orti in casa senza terra si basano sulla cosiddetta tecnica di coltivazione idroponica: è un nome di origine greca che combina le parole hidro (acqua) e ponos (lavoro). Si tratta essenzialmente dell'arte di coltivazione indoor con cui si fanno crescere le piante nell'acqua. Il fatto che non si abbia bisogno del terreno permette di realizzare orti domestici e giardini anche se si abita in un appartamento e si dispone soltanto di un piccolissimo terrazzo. Gli orti in casa senza terra impiegano un substrato inerte e naturale dove le piante crescono e fioriscono. Le sostanze nutritive vengono ricevute attraverso l'acqua in cui sono immerse le radici: è necessario però che ricevano abbastanza ossigeno per non affogare. Gli orti senza terra possono anche essere realizzati con una tecnica aeroponica, che viene applicata in ambienti chiusi e serre.

coltura idroponica

SISTEMA DI IRRIGAZIONE OSCILLANTE FACILE DA USARE - Irrigatore per prati e giardini, molto meglio di qualsiasi altro sistema di irrigazione di tipo casalingo - Veloce e adattabile a qualsiasi tubo di gomma, E INOLTRE ti permette di risparmiare acqua - Soddisfazione garantita al 100%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,6€
(Risparmi 9,35€)


I vantaggi degli orti in casa senza terra

coltivazione idroponica Gli orti in casa senza terra non solo sono una grande rivoluzione del classico modo di intendere la coltivazione, ma consentono di ottenere numerosi vantaggi sia dal punto di vista individuale che da quello del rispetto dell'ambiente. Innanzitutto gli orti in casa senza terra basati su di un sistema idroponico necessitano di pochissima acqua: di conseguenza il risparmio idrico è davvero notevole, fino a 10 volte quello di una normale coltivazione delle stesse dimensioni. Inoltre è ottima nel mantenere costanti certi fattori a differenza dei sistemi dell'agricoltura tradizionale. Negli orti in casa senza terra il metabolismo delle piante accelera e quindi la crescita avviene in circa metà del tempo previsto. Oltre a permettere una maggiore igiene, garantisce una notevole riduzione dei pesticidi e degli inquinanti, che tra l'altro non penetrano nel terreno dato che non c'è.


  • Coltivazione idroponica Dal punto di vista nutrizionale, la produzione è abbondante e non presenta carenze o tossicità.La resa è molto alta, da 2 a 10 volte più della produzione con crescita in terra.Molto importante il ...
  • esempio di orto per balcone Gli orti domestici sostenibili possono essere definiti come una sorta di orti tradizionali ma più piccoli in quanto realizzati in spazi molto contenuti (balconi, terrazze o piccoli giardini). L’idea d...
  • piante aromatiche appese Le piante aromatiche in casa sono l'ideale sia per avere un piccolo orto domestico in vaso che per rallegrare gli ambienti interni, soprattutto durante l'inverno. Ottime in cucina sia per insaporire i...
  • Esempio di serra da balcone È sempre più diffusa la pratica di realizzare un orto in casa così da avere ortaggi e verdure di cui si conoscono la provenienza e le tecniche di coltivazione. In genere i vasi delle piante vengono te...

Luci Solari, H&G Energia solare di grandi dimensioni alimentato luci solari esterne sensore di movimento - Watherproof - rivelatore attivato /Dusk su Dawn scuro rilevamento Auto On / Off

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€


Come realizzare gli orti in casa senza terra

idroponica Per realizzare gli orti in casa senza terra la procedura da seguire è molto semplice: la costruzione dell'impianto vero e proprio impiega circa 6 ore. Poi gli orti hanno bisogno solo di una facile manutenzione che consiste principalmente nella somministrazione quotidiana di una soluzione a base di acqua, potassio, azoto e altri elementi nutritivi biologici. Prendete dei vasetti o dei bicchieri di plastica e forateli (servirà per far fuoriuscire le radici) e riempiteli per due terzi con il substrato inerte a strati: può essere composto da biglie di argilla espansa, vermiculite o perlite. Comprate dei tubi in pvc dotati di coperchi appositi per la chiusura e inseritevi i vasetti tagliando la tubatura con una sega. La distanza tra i fori dovrà essere calcolata in base alle dimensioni delle piante che cresceranno nei vasetti. Ricordatevi che la base del vasetto non deve toccare il tubo. Ora chiudete i tubi con i coperchi.