Orchidee Cymbidium

vedi anche: Orchidea cura

Informazioni:

Le Orchidee sono piante molto amate e apprezzate soprattutto per i loro bellissimi fiori, che danno a qualsiasi luogo un aspetto elegante e raffinato, e che sono sintomo di sensualità ed eleganza. DI esse al mondo ve ne sono tantissimi generi, ed innumerevoli specie. Un genere è quello delle orchidee Cymbidium. Le Orchidee Cymbidium appartengono alla famiglia delle orchidaceae, come tutte le altre orchidee e comprende moltissime specie.

Questo tipo di orchidea è un’ orchidea sempreverde facilmente coltivabile in vaso, ma molto comune anche come fiore reciso, in quanto le sue infiorescenze hanno la caratteristica di essere a spiga, e quindi sono di grande valore ornamentale e particolarmente adatte nelle composizioni. Si tratta di orchidee particolarmente diffuse in Australi e in Africa, in quanto questi sono i loro paesi di origine. In realtà, infatti, tutte le Orchidee Cymbidium coltivate sono degli ibridi ottenendo incrociando varie orchidee di colori diversi, in modo da ottenere il peculiare fiore di due colori, come rosa e bianco o giallo e arancione.

Queste piante sono provviste di pseudo bulbi ricoperti di guaine fogliari, dai quali si dipartono sia i fusti che le radici. Le foglie sono particolarmente lunghe e sottili, oltre che flessibili, sempreverdi e di colore verde acceso. Al loro centro è possibile distinguere una nervatura, che è l’ unica presente nelle foglie delle Orchidee Cymbidium ed è molto evidente. Per quanto riguarda la lunghezza, esse arrivano anche a un metro e possono presentarsi in un numero variabile da cinque a quindici per pianta. I fiori delle Orchidee Cymbidium sono particolarmente vistosi poiché molto vistosi e anche abbastanza grandi. Essi sono forniti di sei petali. I colori comuni per questo tipo di orchidee sono il rosa, il bianco e il giallo, anche se è possibile reperire piante con fiori di altri colori o con colori misti. Essi sbocciano a partire da settembre e durano fino a gennaio, sottoforma di spighe. Una pianta può contenere un massimo di 35 fiori per fusto e in genere i fusti arrivano ad essere tre per pianta.

Orchidee Cymbidium bianche e rosa

TERRICCIO PER ORCHIDEE DA 12 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Terriccio e rinvaso:

Orchidee Cymbidium rosa Il tipo di terriccio indicato per le Orchidee Cymbidium è un terriccio abbastanza comune, infatti può essere utilizzato senza problemi anche il terriccio per orchidee già pronto, reperibile presso i vivai o presso i negozi di giardinaggio. Comunemente utilizzato è il bark , al cui interno è importante che ci sia del polistirolo o comunque del materiale inerte in modo da favorire il drenaggio dell’ acqua, e quindi da prevenire i ristagni. Utili possono essere anche la perlite e la gommapiuma. Le Orchidee Cymbidium non hanno particolari richieste per quanto riguarda gli elementi nutritivi del terriccio, ma necessitano di un terriccio che impedisca che l’ acqua ristagni al suo interno. Fondamentale affinchè l’ acqua scoli dopo le innaffiature è anche il contenitore, che deve essere necessariamente provvisto di fori per il drenaggio.

Per quanto riguarda il rinvaso delle Orchidee Cymbidium, questo può avvenire mediamente ogni tre o quattro anni, nel periodo che succede la fioritura. Quindi, in base alla fioritura della propria pianta, si attuerà la pratica del rinvaso. Prima di effettuarlo, è importante bagnare per bene il terriccio in cui la pianta vive, in modo da rendere le radici più elastiche e quindi meno soggette a traumi e rotture. Successivamente, le radici vanno pulite, mentre quelle morte vanno eliminate accuratamente, con tagli netti effettuati con cesoie ben affilate e disinfettate. Dopo ogni taglio, poi , è bene cospargere le ferite di polveri fungicide. Dopo aver inserito le radici nel terriccio, bisogna lasciare la pianta in un luogo non esposto a correnti e sbalzi di temperatura e sospendere le innaffiature, che andranno riprese soltanto una settimana dopo, in modo che le ferite si cicatrizzino.


  • potatura orchidee Quando ci si occupa di giardinaggio si è in grado, in tutte queste operazioni, di unire l' utile al dilettevole. E' possibile dire questo perchè il giardinaggio, che è uno degli hobby più apprezzati e...
  • orchidee Il giardinaggio è un hobby che attira sempre più persone e che piace sempre di più. D’ altronde molti sono i vanataggi che esso è in grado di apportare a chi lo pratica, anche se comporta moltissime r...
  • fiori di orchidea phalaenopsis Le orchidacee sono piante erbacee perenni appartenenti all’ ordine delle Orchidales, molte delle quali sono in grado di ottenere dall’ ambiente circostante il necessario per il loro sostentamento graz...
  • orchidee rare Le orchidee sono piante molto amate sia da chi si occupa di giardinaggio sia da chi si accinge a comprare dei fiori recisi per fare un regalo o semplicemente per animare la propria casa con i colori d...

semi 100PCS Cymbidium, Cymbidium orchidea, fiori in vaso, ha un significato della longevità, per la casa e la decorazione del giardino A15

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Orchidee Cymbidium: Annaffiature e concimazione:

Le Orchidee Cymbidium vanno innaffiate abbastanza spesso, in modo che il substrato non sia mai completamente asciutto, anche se bisogna evitare che si verifichino dei ristagni di acqua, cosa temuta e mal tollerata da queste orchidee. In genere, può essere necessario innaffiare le orchidee due volte a settimana in inverno e quattro – cinque volte in estate, ma tutto dipende dal tipo di clima e dal terriccio utilizzato.

Per quanto riguarda la concimazione, poi, le Orchidee Cymbidium vanno concimate in modo regolare, secondo delle porzioni di concime ben determinate. Inoltre, la tipologia di elemento da fornire alla pianta varia al variare dello sviluppo della pianta. Infatti, quando la pianta deve ricominciare la stagione vegetativa, è importante fornirle azoto, mentre nel periodo della fioritura, invece dell’ azoto la parte dominante nel terriccio è data al potassio e in tutti i restanti periodi azoto, potassio e il fosforo sono bilanciati. Per le concimazioni, poi, è consigliabile effettuarle quando il substrato è bagnato, e quindi poco dopo le innaffiature.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO