Tetti in legno

Caratteristiche:

Sappiamo tutti che il legno è un materiale molto particolare, preferibile a qualsiasi altro tipo di materiale in molte strutture e per la realizzazione di molte soluzioni. Si tratta, infatti, di un materiale che unisce l’ estetica alla funzionalità: dal punto di vista estetico, infatti, è bello e piacevole, in grado di creare un0 atmosfera inconfondibile di casa e di calore. Dal punto di vista funzionale è resistente e durevole nel tmepo.

Le coperture in legno, quindi, vengono utilizzate in molti Paesi come coperture standard. In Italia vengono utilizzate in particolare per le case di campagna o le baite di montagna, ovvero per creare uno stile rustico appartenente alla tradizione contadina, anche se bisogna dire che viene utilizzato anche per case moderne, in particolare se si utilizza un tipo di legno particolarmente scuro o particolarmente chiaro, e se si tratta di grandi ville.

Sappiamo inoltre che, oltre ai vantaggi del legno già enumerati, ve ne sono altri: il legno è un materiale naturale, vivo, ecologico e facile da lavorare, che nel tempo si può trasformare, e che non diventa mafuori modi, anzi, col tempo acquisisce sempre più valore. Inoltre, il tetto in legno è spesso più economico di quello in muratura, forse anche per la modalità di realizzazione.

I tetti in legno sono realizzati sia con legno massello che con legno lamellare. Per quanto riguarda la distinzione tra questi due tipi di legno l’ abbiamo fatta tante volte, ma la ripetiamo per chi non l’ ha ancora imparata: il legno massello è quel legno che viene ottenuto dal tronco di un solo albero, mentre quello lamellare è quello che viene ottenuto anche da più alberi, il cui legno viene assemblato attraverso processi di lavorazione industriale, e che quindi permette il superamento dei limiti dimensionali del legno massello.

Le essenze più comuni e migliori per i tetti in legno sono: il rovere, l’ abete e il castagno, che hanno un ottima resistenza.

In genere gli elementi costitutivi del tetto in legno vengono realizzati in larga misura in fabbrica, mentre sul posto si provvede soltanto all’ assemblaggio, cosa che incide sui costi positivamente. I tetti in legno comprendono una struttura portante di sostegno che si compone di travi e un’ orditura secondaria fatta di travetti. La struttura portante, generalmente a vista, costituisce un vero elemento di arredamento. Rispetto alla copertura in muratura, il tetto in legno è più leggero, pertanto è adatto anche a quelle strutture in cui i muri portanti sono meno robusti.

Al di la di quello che si possa pensare, la manutenzione dei tetti in legno è davvero semplice, così come la posa in opera. Nelle zone sismiche, c’è da dire che il tetto in legno offre maggiore sicurezza.

Capanna e cuccia per cani, in legno massiccio d`abete, con tetto impermeabilizzato, 780x820x760mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,2€


tegole adatte:

Per quanto riguarda le tegole, alcune sono particolarmente adatte per la copertura di tetti in legno.

Le più adatte, o almeno quelle che noi vi consigliamo, sono le tegole in laterizio o in cotto, ovvero costituite da argilla, il cui utilizzo risale all’ epoca dei Romani. Questi elementi sono leggeri e facilmente lavorabili ,ma sono preferirsi in climi miti e non particolarmente piovose, in quanto queste tegole , o meglio, i materiali da cui sono composte, assorbono acqua fino al 20 % del loro peso, cosa che potrebbe favorire possibili infiltrazioni che possono causare fenomeni di rigonfiamento. Nelle zone fredde e piovose è utile utilizzare, piuttosto, il cemento, che invece assorbono acqua fino al 2% del loro peso, riducendo,anzi annullando quindi la possibilità della gelività dell’ elemento.


  • travi in legno Attraverso il fai da te ci si può occupare di tanti settori, tra i quali vi è anche quello della costruzione di strutture o del loro restauro o ancora della loro riparazione. Tuttavia, è necessario ...

CHIODATRICE PNEUMATICA A BOBINA NV90AG HITACHI PER RIVESTIMENTI PARETI, COPERTURA DI TETTI, SOTTOPAVIMENTAZIONE, CASSE IN LEGNO E BANCALI…

Prezzo: in offerta su Amazon a: 378,69€


Tetti in legno: Ristrutturazione:

La maggior parte delle volte che bisogna rivisitare una copertura in legno si tratta di coperture abbastanza antiche, in particolare ubicate nei centri storici delle città e dei paesi.

In genere, in questi casi la nuova struttura deve essere comunque realizzata tenendo in considerazione lasciando inalterato il sistema di distribuzione dei carichi e la struttura in generale, in particolare se si tratta di una struttura del centro storico. In ogni caso, bisognerebbe evitare l’ aggiunta di cordoli in calcestruzzo e l’ immissione di catene o altri sistemi di irrigidimento, nella consapevolezza della reale resistenza della struttura muraria esistente.

In genere la prima cosa da fare quando si vuole rinnovare un tetto in legno è la sistemazione delle travi in legno, su un nuovo piano di appoggio nella muratura opportunamente sistemato e regolarizzato.

le teste di ogni elemento ligneo annegato nella struttura devono essere opportunamente trattati con prodotti a base bituminosa, come protezione dall’ umidità e da eventuali parassiti.

Dopo ciò, bisogna seguire le indicazioni dettate dalla soprintendenza.

Indicativamente, possiamo dire che per la sovrastruttura si procede con la posa in opera di un perlinato in legno, seguita dal classico elemento sottotegola che permette un’ impermeabilizzazione migliore. Il tutto è stato completato dalla posa del manto di tegole.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO