Tegole fermaneve

Le tegole giuste in caso di neve

Le condizioni meteorologiche avverse possono creare problemi ai tetti delle abitazioni. È bene quindi cominciare a pensare in largo anticipo ai possibili mali di stagione, e programmare eventuali interventi di manutenzione.

Le regioni italiane maggiormente interessate da nevicate di diversa entità, sono caratterizzate da un elevato numero di tetti a falda mentre, in altre zone, si trovano spesso anche coperture piane adibite a terrazze e in grado di ospitare locali di servizio e tecnici, come ad esempio stenditoi e lavatoi.

Quando si va a dimensionare la struttura del tetto, bisogna considerare l'eventuale carico addizionale dato dalla neve, da determinare in base a specifici coefficienti che sono dati dall'altitudine, dalla località, dalla conformazione del luogo, dall'esposizione al vento.

Il manto superiore, realizzato con le tegole, può avere una grande varietà di caratteristiche estetiche e tecnologiche, dovremo quindi scegliere la tipologia più adatta al nostro caso, in base alle specifiche prestazioni che la nostra copertura deve avere.

tegole fermaneve

GRONDAIA CANALE DI GRONDA DIAM. 125 mm PVC EFFETTO RAMATO RAME MT.2 SCOLO ACQUE PIOVANE FIRST

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,2€


Tegole con nasello

tegole fermaneve Esistono in commercio delle speciali tegole paraneve di ultima generazione, che sono state pensate in particolar modo per le zone a clima freddo, caratterizzate da numerose e abbondanti precipitazioni a carattere nevoso.

Si tratta di un prodotto innovativo che aggiunge, al classico profilo a onda della tegola, una piccola protuberanza, detta nasello, che permette di frenare la discesa del manto nevoso e lo trattiene ben compatto, e in sicurezza, sulla superficie del tetto. L'adozione di questo speciale tipo di tegole permette di evitare che la massa, costituita dalla neve deposita, sia causa di cadute e scivolamenti dall'alto, che potrebbero arrecare danni a cose o persone.

Dal momento che il carico nevoso non è lasciato scivolare, ma viene trattenuto al di sopra del tetto, è necessario progettare la copertura in modo che questa sia particolarmente resistente al carico da sostenere, e con un livello di sicurezza adeguato, al fine di non subire deterioramenti o danni dovuti allo stazionamento della neve.

  • tetto in tegole Quando ci si occupa di fai da te nel campo edile in genere è necessario , in genere, occuparsi anche delle coperture. Affinchè questo accada bisogna conoscere le tegole, ovvero gli elementi singoli co...
  • tegole marsigliesi tetto Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di molte operazioni che riguardano la propria casa, sia per quanto riguarda la sua costruzione, che per quanto riguarda la sua ristrutturazione e la sua m...
  • Le tegole bituminose sono così chiamate dal “Bitume”, ovvero la sostanza di cui sono maggiormente costituite. Ma cos’è il bitume, e perché viene utilizzato per la fabbricazione di tegole adatte al riv...
  • tegole portoghesi Quando si costruisce o si modifica una casa, molta importanza assumono le coperture da scegliere, che hanno un notevole impatto estetico sulla casa, e che, allo stesso tempo, servono per esigenze funz...

ThermaWrap - Isolante per il tetto, 400 mm x 5 m x 3,7 mm, sottile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,06€


Tegole fermaneve e falde

tegole fermaneve A seconda di quella che è la geometria della falda, si possono fare diverse considerazioni utili, per determinare quanto il peso della neve vada ad incidere sul carico, che il tetto deve essere in grado di sostenere.

La situazione da considerarsi di maggiore criticità è quando la pendenza è inferiore a 30°. In tale circostanza il tetto è quasi assimilabile ad una terrazza e la neve tende ad accumularvisi anche in più volte.

Le falde con inclinazione tra i 30° e i 60° sono quelle con cui si ha che fare più frequentemente, ed è proprio in questi casi che le tegole paraneve vengono solitamente impiegate.

Quando la pendenza del tetto è oltre i 60°, il carico apportato dalla neve è pressoché trascurabile, dal momento che il manto scivola verso il basso e non attecchisce.

Le tegole paraneve avranno, oltre ad eventuali particolari conformazioni, caratteristiche fisiche che le rendono particolarmente resistenti ai cicli di gelo e disgelo, alla penetrazione dell'acqua, e avranno un elevato carico di rottura.


La fase della posa

tegole fermaneve Oltre alla qualità delle tegole fermaneve, è importante che queste vengano posate in modo corretto, al fine di garantire il massimo dell'efficacia.

Esistono diverse tipologie di tegole costruite specificamente per frenare la caduta della neve. Possono essere marsigliesi, portoghesi, piatte, in ogni caso sono dotate della protuberanza che gli permette di frenare la neve, per rilasciarla gradualmente durante il suo scioglimento naturale, permettendo il deflusso dell'acqua tramite le gronde pluviali.

Questo tipo di tegole, deve essere posato seguendo scrupolosamente le istruzioni, che possono essere scaricate direttamente dal sito del produttore. L'attenta lettura delle indicazioni e la loro applicazione durante la fase di montaggio, permetterà di ottenere il massimo dei benefici.

Una delle fasi fondamentali da eseguire con attenzione è la chiodatura, da farsi utilizzando il foro predisposto per assicurare ogni singola tegola ai listelli di supporto. Il foro andrà successivamente sigillato al fine di evitare il passaggio di acqua e aria.




COMMENTI SULL' ARTICOLO