Pareti divisorie scorrevoli

Pareti divisorie scorrevoli: la definizione

Le pareti divisorie scorrevoli, si possono trovare e realizzare sia curve sia lineari, e servono fondamentalmente per sostituire le tradizionali pareti attrezzate fisse o intelaiature in muratura, e non richiedono porte. L'alternativa anche originale, ha il vantaggio di poter adattare senza problemi lo spazio disponibile in un ambiente secondo le esigenze, e si prestano per essere rifinite con diversi materiali e soprattutto sono in grado di integrarsi perfettamente con qualsiasi design, e con strutture in muratura preesistenti. La flessibilità delle pareti divisorie scorrevoli è dunque riscontrabile nelle numerose variazioni di design, forme e misure disponibili sul mercato, ma anche di facile realizzazione per chi ha dimestichezza nell'arte del bricolage.
Pareti divisorie scorrevoli

200 cm fiori-Barra scorrevole tipo maniglia porta scorrevole puleggia porta scorrevole System Set completo per porte scorrevoli (sia per pareti divisorie interne e armadi da parete acciaio inox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 73,29€


Pareti divisorie scorrevoli: i punti focali di casa e uffici

Pareti divisorie scorrevoliLa cucina o la zona pranzo spesso come concepito nei giorni nostri, condividono lo stesso ambiente. Tuttavia, le esigenze a volte richiedono un minimo d’indipendenza tra una zona e l'altra della casa o di un ufficio, dove operano più di un dipendente. Questi sono indubbiamente dei punti focali per gli ambienti in oggetto, dove l'importanza delle pareti scorrevoli si rivela fondamentale per variare e renderle multifunzionali.

Ogni camera può quindi essere concepita come una stanza privata, pur essendo inclusa in un unico ambiente. Al posto del classico guardaroba o della parete attrezzata, una struttura scorrevole, si rivela elegante e può comunque essere corredata da supporti come ad esempio una libreria, che in caso di necessità, si muove e si sposta insieme alla parete stessa.

Anche il bagno delimitato da pareti divisorie scorrevoli, singole, multiple o insieme con altre strutture fisse, è un modo per ottimizzare gli spazi, e isolare ad esempio il lavabo, il wc e la doccia o la vasca, senza dover rinunciare al design.

  • parete attrezzata in cartongesso Come si può facilmente dedurre dal nome, il cartongesso è ottenuto dal gesso minerale, un materiale molto diffuso nel campo dell’ edilizia fin dai primi tempi dell’ architettura, e infatti molte sono ...
  • parete divisoria in vetro Il fai da te è un' occupazione a cui sempre più persone aderiscono, perchè ritrovano in esso un buon modo per trascorrere il proprio tempo libero, investendolo in operazioni utili per se stessi, per l...
  • parete stucco veneziano Quando ci si occupa di fai da te nel campo edile, spesso può essere necessario apportare delle modifiche alle pareti della propria abitazione, come la realizzazione della finitura delle murature con t...
  • Quando si vuole rendere migliore esteticamente parlando una casa, sia per quanto riguarda l’ interno che l’ esterno, non si può evitare di pitturarla. In questo modo è possibile renderla più colorata ...

Set di 4 Armadio Spogliatoio, Armadietto in acciaio, Armadietto, armadietto metallico, doppio armadio, armadietto, armadio, 2 scomparti armadio, vestiti armadio 180 x 80 x 50 grigio/grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 539,99€
(Risparmi 260€)


Pareti divisorie scorrevoli: modelli e materiali

Se in casa serve molto spazio, per esempio per una particolare festa, le pareti divisorie scorrevoli, sono fondamentali poiché consentono di aprire stanze da loro delimitate, e rimesse subito dopo l'evento in posizione. La tipologia di queste pareti, consente inoltre di posizionarle in modi diversi anche dopo averle spostate, quindi offrono la possibilità di modificare il design dell'arredo ogni qual volta si vuole, dando anche l'impressione di aver cambiato casa.

Le pareti divisorie scorrevoli, non richiedono ancoraggi a strutture fisse come muri e pavimentazioni, perché sono corredate da ruote molto stabili e resistenti al loro peso, e adeguate al materiale utilizzato per la loro realizzazione. Le strutture mobili si possono infatti, trovare o realizzare in legno, ferro, vetro o rifinite con tessuti. Il primo è sicuramente il più leggero, si presta a qualsiasi tipo di decorazione e il suo design, può essere adeguato a stili classici, moderni e rustici. In questo caso, le ruote per la traslazione sono in plastica o di legno. Le pareti divisorie scorrevoli in ferro, aldilà della loro principale funzione ovvero di separare uno o più ambienti, sono indubbiamente specifiche per un design rustico e il loro peso notevolmente maggiore del legno, richiede anche dei supporti di sostegno alle ruote di metallo, e che consentono una maggiore stabilità. Il vetro con cui si possono realizzare le pareti divisorie scorrevoli, rappresenta il top per questa soluzione di arredo e design; infatti, i colori vivaci, le serigrafie, lo spessore e la luminosità che riescono a offrire, non hanno eguali nel settore, e in un ambiente particolarmente buio, dove l'illuminazione della luce solare può essere un optional per mancanza di punti luce adeguati, si rivelano di fondamentale importanza per diffonderla nell'intero ambiente e renderlo vivibile e accogliente. Infine, parliamo delle pareti divisorie scorrevoli, particolarmente indicate per coloro che alle vernici o a strutture lignee preferiscono il tessuto come base predominante dell'arredamento. In questo caso fungono contemporaneamente da divisori di ambienti e da paraventi, per garantire la privacy necessaria, come ad esempio quella di uno studio o semplicemente un angolo della casa adibito per la lettura. I tessuti si possono personalizzare, scegliendoli tra il damascato o quelli nelle tonalità pastello o lucide, e sono di facile applicazione quindi, adatti per coloro che si dilettano nell'arte della tappezzeria.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO