Parete attrezzata in cartongesso

vedi anche: Cartongesso

Parete attrezzata in cartongesso: descrizione del materiale

Il cartongesso è un materiale, che si ottiene proprio come indicato dal nome stesso; infatti, si tratta di un assemblaggio di cartone che viene pressato con gesso e compattato, in modo da essere utilizzato come pannello di copertura. Il vantaggio è di essere perfettamente levigato, senza ondulazioni ed è disponibile di diverse quadrature, quindi per ogni tipo di lavorazione. Acquistare pannelli in cartongesso, è un modo per realizzare in proprio, soprattutto per gli amanti del fai da te, delle pareti attrezzate che fungono da divisione in un interno e nel contempo, consentono di ottimizzare lo spazio disponibile.

Il cartongesso, si presta per tutti i tipi di sagome, con cui s'intendono creare delle pareti attrezzate, persino quelle di forma circolare, da utilizzare per angoli e curve, disponibili di diversi spessori a partire da un centimetro. Da notare che questo materiale è ignifugo, atossico, non trasuda a seguito di umidità ed è un perfetto fonoassorbente, quindi ideale per una parete attrezzata in cui è importante isolarla dal punto di vista acustico come nel caso di un ufficio.

Parete attrezzata in cartongesso

Guarnizione magnetica / Guarnizione magnetica per doccia così come pareti divisorie di 6-8 mm / (Lungo 195 cm ) / Guarnizione per doccia Doccia Doccia schermo Divisorio doccia Cabina doccia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Parete attrezzata in cartongesso: i sistemi di fissaggio

Parete attrezzata in cartongesso Il cartongesso, può essere posato su qualsiasi superficie, anche non perfettamente in piano. Nel caso di pareti attrezzate, può essere utilizzato come copertura di blocchi di calcestruzzo o direttamente come struttura portante. Come per le pareti, allo stesso modo si possono creare ossature con dei listelli di alluminio, su cui vanno poi avvitati i pannelli disponendoli in base allo spazio e alle esigenze.

Per il fissaggio, si possono utilizzare dei normali ficher, mentre per strutture sospese, ci sono in commercio ganci che chiamati in gergo a "paracadute" consentono di sostenere diversi pannelli, grazie all'apertura perpendicolare, una volta che lo hanno perforato. Il cartongesso, per una parete attrezzata, va tagliato a mano con un taglierino se lo spessore non supera 1,5 centimetri , ma per quelli di maggior spessore, si può utilizzare un seghetto alternativo o manuale. Sagomando i vari pannelli, si ottiene la struttura desiderata che non richiede altro di essere rifinita, fino alla tinteggiatura finale. Una parete attrezzata in cartongesso, è possibile personalizzarla creando vani e mensole di varie forme e dimensioni. In questo modo, si possono custodire libri, appoggiare impianti audiovisivi o piante, e nel contempo farla fungere da separatore di ambienti soprattutto quando si ha molto spazio a disposizione e s'intende ritagliare un angolo da adibire a studio.


  • parete in pietra La parete è uno degli elementi fondamentali di un' abitazione. Essa è sempre verticale, ma la sua superficie può essere lavorata fino a prendere le più varie tendenze, infatti può essere sia rettiline...
  • isolare parete In un’abitazione sono numerosissimi i punti in cui vi è una fuga di calore d’inverno o un eccesso di caldo d’estate. Il problema riguarda anche l’isolamento di una parete interna per renderla fonoasso...
  • tinteggiare parete Se l'ambiente è molto ampio, potreste prendere in considerazione l'idea di utilizzare degli spruzzatori di vernice, che svolgono l'intero lavoro in meno della metà del tempo, ottenendo risultati profe...
  • posare piastrelle a parete Il rivestimento in piastrelle di ceramica sulle pareti presenta numerosi vantaggi: è estremamente resistente, facile da curare e tenere pulito. Le piastrelle per pareti sono, di solito, più sottili di...

GEDORE i3 E-1101 BT - Portaoggetti con 2 pareti divisorie interne

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,36€


Parete attrezzata in cartongesso: le finiture

Il cartongesso dopo la realizzazione di una parete attrezzata, può essere rifinito grazie all'ausilio di specifiche garze plastificate (in genere autoadesive), che servono per essere incollate tra le giunture di ogni singolo pannello. In questo modo, è possibile applicare dello stucco per muri, per farlo attecchire perfettamente. Dopo l'essiccazione, la parete attrezzata realizzata in cartongesso, va carteggiata manualmente o con una levigatrice a nastro, dopodiché tinteggiata con colori ad acqua, a smalto o acrilici. Una o più passate di coloranti, fanno ottenere una superficie liscia e setosa, perfetta per lo scopo con cui è stata realizzata. Se in un ambiente improntato con legni pregiati, si intende utilizzare il cartongesso per una parete attrezzata, c'è da aggiungere che le vernici del colore specifico sono utilizzabili su questa superficie, indipendentemente se diluite con acqua o alcool. Rifinirli proprio come il legno, è ideale per intonarli perfettamente con le strutture presenti nell'ambiente.

Il cartongesso, si presta inoltre per la posa di perline in legno, il cui fissaggio può avvenire sia con chiodini che con collanti specifici per legno e muratura. Tuttavia anche in questo caso, si può optare per la soluzione di un telaio di sostegno che ancorato con gli appositi listelli, ne consente una posa resistente.

Una nota importante riguarda lo spessore del cartongesso; infatti, da tener presente che un pannello di un centimetro, contiene due o tre strati di cartone, per cui la parte di gesso utile si aggira intorno a 0,70. In questo caso, in fase di levigatura, non bisogna scendere al di sotto di questa misura, pertanto conviene utilizzare e rifinire pannelli un po' più spessi.




COMMENTI SULL' ARTICOLO