come leggere una visura catastale

Le informazioni di base su come leggere una visura catastale

Come leggere una visura catastale è da sempre una questione molto interessante e, allo stesso tempo, una di quelle questioni anche abbastanza complicate da un punto di vista squisitamente pratico. Ovviamente, in maniere intuibile, vi sono degli addetti ai lavori che sono pagati, nell’ambito dello loro attività lavorativa per leggere una visura catastale a dovere ma ci teniamo anche a sottolineare che leggere una visura catastale è alla portata di tutti. Di certo, però, occorre un po’ di esperienza per evitare gli errori più frequenti nell’ambito di una visura catastale e occorre possedere alcuni elementi di base di conoscenza tali da sgmbrarci il campo da euquivoci e fraintendimenti. Perché una cosa è certa, la visura catastale deve essere effettuata con la massima precisione del caso per le conseguenze gravi derivanti da un ipotetico errore.
Alcune note

Docfa 4.00.3 e il catasto fabbricati

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,15€
(Risparmi 5,85€)


Le caratteristiche principali di una visura catastale

Come si legge una visura Ma, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere con maggiore dovizia di particolari quali sono gli elementi di base che ci servono ad effettuare una corretta visura catastale. In primo luogo ci sembra opportuno comprendere che vi sono degli scopi ben precisi alla base di un’operazione del genere. Perché la visura catastale serve in primo luogo come un documento che certifichi la consistenza di una data unità immobiliare, di qualsiasi tipo essa sia, a fini fiscali. E dunque possiamo facilmente immaginare che la visura catastale è assolutamente rilevante, se non del tutto imprescindibile, per quanto riguarda sia, da un lato, la compilazione della dichiarazione dei redditi, sia, dall’altro lato, qualsiasi atto di compravendita che riguarda l’unità immobiliare in questione.

  • catasto La parola “catasto” ha origine da un termine greco che significa “riga per riga”. Il concetto si riferisce a una elencazione di mappe e documenti che riguardano l’insieme dei beni immobili presenti in...
  • calcolo del catasto La riforma del catasto, è stata una delle prime manovre fiscali approvate dall’attuate dal governo, ai fini di definire una parte del sistema tributario. La revisione, ha uno scopo ben preciso, che è ...
  • Alcune note Spesso sentiamo parlare o parliamo noi stessi direttamente di un’abitazione di tipo economico. Ma, nella larga maggioranza dei casi, a meno che non facciamo parte della ristretta cerchia degli addetti...
  • riforma del catasto Si parla di riforma del catasto da molti anni. La riorganizzazione catastale prevede un’entrata nelle casse dello Stato di circa 40 miliardi di euro. L’obiettivo del governo è quello di creare un sist...

Codice del nuovo condominio dopo la riforma. Commentato articolo per articolo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,75€
(Risparmi 5,25€)


I consigli pratici su come leggere una visura catastale

Gli errori nella lettura di una visura Gli elementi di base che è doveroso conoscere per avvicinarsi senza troppi impacci ad una visura catastale sono essenzialmente di due tipi: da un lato abbiamo i dati identificativi e, dall’altro alto, incontreremo i dati di classamento. Nel primo caso, vale a dire quando parliamo dei dati identificativi dell’unità immobiliare in esame, le sigle che leggiamo servono a chiarire con la massima precisione la posizione dell’immobile sul territorio del Comune. E si tratta di quei dati come la sezione urbana, il foglio e la particella insieme con i dati subalterni che classificano la posizione dell’immobile nel palazzo. Per quanto riguarda invece i dati di classamento, questi ultimi servono a stabilire la rendita catastale dell’immobile attraverso la individuazione di zona censuaria, micro zona e categoria.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO