Aggiornamento catastale

Quando è indispensabile l'aggiornamento

La richiesta di aggiornamento catastale deve essere effettuata, obbligatoriamente onde evitare multe e sanzioni, ogni volta che si verifichi una variazione sui fabbricati tale da aver mutato il loro classamento e/o la loro consistenza. L'aggiornamento diventa indispensabile in caso di cambio di destinazione d'uso, di modificazione nella distribuzione degli spazi interni, di aumento del volume planimetrico, di ampliamento dei locali, di variazione toponomastica, di frazionamento, di fusione oppure per depositare una planimetria errata o mancante.
Aggiornamento catastale

Regolamento unico edilizio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,05€
(Risparmi 0,95€)


Chi ha il diritto a richiedere l'aggiornamento catastale

aggiornamento catastaleI proprietari, gli usufruttuari ed i comproprietari possono richiedere l'aggiornamento catastale.

Tale procedura deve avvenire su richiesta dell'intestatario del bene immobile o da uno solo dei soggetti coinvolti, e presentata da un professionista regolarmente abilitato come un geometra, un architetto, un perito edile, un ingegnere, un perito agrario, eccetera. presso l'Agenzia delle Entrate del territorio, meglio conosciuto come Catasto Urbano.

  • catasto La parola “catasto” ha origine da un termine greco che significa “riga per riga”. Il concetto si riferisce a una elencazione di mappe e documenti che riguardano l’insieme dei beni immobili presenti in...
  • calcolo del catasto La riforma del catasto, è stata una delle prime manovre fiscali approvate dall’attuate dal governo, ai fini di definire una parte del sistema tributario. La revisione, ha uno scopo ben preciso, che è ...
  • Alcune note Spesso sentiamo parlare o parliamo noi stessi direttamente di un’abitazione di tipo economico. Ma, nella larga maggioranza dei casi, a meno che non facciamo parte della ristretta cerchia degli addetti...
  • riforma del catasto Si parla di riforma del catasto da molti anni. La riorganizzazione catastale prevede un’entrata nelle casse dello Stato di circa 40 miliardi di euro. L’obiettivo del governo è quello di creare un sist...

Codice del catasto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,5€
(Risparmi 4,5€)


La procedura d'aggiornamento

Prima di attivare la procedura sarà necessario contattare i tecnici allo scopo di ottenere tutte le informazioni relative al sistema di variazione e su quelle riguardanti le nuove costruzioni. In seguito, si dovrà richiedere sia il rilievo fotografico che metrico del bene immobile soggetto dell'aggiornamento e raggruppare tutti i dati relativi all'immobile. I professionisti, incaricati della richiesta d aggiornamento, potranno usare il software DOCFA, grazie al quale saranno in grado di compilare il modello denominato Accertamento della proprietà immobiliare urbana e, quindi, sottoporre all'agenzia territoriale la richiesta di variazione catastale. Il modulo andrà debitamente compilato con una serie di dati e più precisamente:

- i tipi di accatastamento attribuito al bene immobiliare urbano o al fabbricato di nuova costruzione;

- le specifiche variazioni;

- le denunce relative riguardanti a beni immobili costruiti su aria urbana .


Dovranno essere allegati anche una serie di documenti quali

- copia della planimetria del fabbricato oggetto dell'aggiornamento;

- fotocopia dell'atto notarile di proprietà o dell' atto di donazione o di successione;

- eventuali permessi di costruzione.

Completata la pratica si otterrà un fascicolo che andrà stampato in due copie uguali costituite dalla nuova scheda planimetrica, dalla visura catastale, la descrizione dettagliata del fabbricato, copia del titolo di proprietà ed un supporto magnetico contenente la riqualificazione tempestiva dei dati catastali. La procedura richiederà un nuovo appuntamento con i tecnici allo scopo di sottoscrivere la documentazione.


Aggiornamento catastale: Presentazione della domanda di aggiornamento catastale

Gli incaricati alla pratica la potranno presentare per via telematica, agli uffici provinciali del catasto territoriale, utilizzando la piattaforma sister dopo aver compilato un modulo di richiesta con i propri dati anagrafici, la qualifica professionale ed il relativo numero di iscrizione all'albo. Oppure potranno optare, per la presentazione dell'istanza di aggiornamento catastale, per la consegna presso l'ufficio del catasto di competenza, operazione che potrà avvenire anche dietro appuntamento prenotabile online. Il deposito dell'incartamento prevede il pagamento di un importo di 50 euro per ogni fabbricato sia variato che di nuova costruzione. L'avvenuto versamento sarà provato con la consegna di una ricevuta di pagamento,riportante il numero di protocollo attribuito alla pratica, ed un codice assegnato in modo automatico dal sistema. Tali dati potranno essere usati per controllare telematicamente lo stato del fascicolo. L'agenzia territoriale, dopo aver vagliato le informazioni ricevute ed avere analizzato la documentazione, aggiornerà la situazione catastale. Tuttavia, l'ente potrà, entro un tempo massimo di un anno dalla data di deposito della domanda di aggiornamento, mutare i dati catastali e /o effettuare dei controlli finalizzati a valutare la correttezza dei dati forniti. In questo caso, l'eventuale cambio dei dati catastali dovrà essere giustificato e motivato, inoltre, l'ente dovrà informare i proprietari del bene immobiliare dell'avvenuta variazione. Il richiedente, se non concorde sulla decisione presa dall'agenzia territoriale, potrà presentare ricorso rivolgendosi alla Commissione Tributaria Provinciale del territorio di competenza.



COMMENTI SULL' ARTICOLO