Trattamento acque reflue domestiche

Trattamento delle acque reflue

Le acque reflue derivanti dalle nostre abitazioni devono essere trattate prima di essere reimmesse nell'ambiente. La capacità autodepurativa naturale è infatti limitata, per cui non è possibile scaricare in fiumi e laghi acque che non siano state preventivamente depurate. I trattamenti delle acque reflue riguardano sia gli scarichi urbani che quelli industriali. Nel primo caso si parla prevalentemente di liquami prodotti dalla deiezione umana o delle cosiddette acque di ruscellamento derivanti dal lavaggio delle strade o, ad esempio, dagli scarichi della lavatrice. Le acque di tipo industriale contengono invece scarti chimici differenti che spesso vengono trattati in azienda prima di arrivare al depuratore. La necessità di trattare le acque in modo adeguato è diventata ormai una priorità. In passato lo scarico indiscriminato in fiumi e laghi ha prodotto un livello di inquinamento estremamente preoccupante che ha anche inciso sulle falde acquifere dalle quali si ottiene la nostra acqua potabile.

trattamento acque reflue

Eliminatore Cattivi Odori Ricaricabile realizzato da Rocce Vulcaniche di Zeolite. Utilizzare Come Deodorante per Credenze, Cantine, Garage, Automobili e Zone Fumatori. Rimuove gli Odori Associati ad Animali Domestici, Cucina e Cestini della Spazzatura.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€
(Risparmi 31€)


Le acque reflue domestiche

trattamento acque reflue Le acque reflue domestiche si dividono in 2 categorie: le acque bianche e le acque nere. Le prime sono quelle non pericolose per la salute pubblica, come la pioggia, le seconde invece sono quelle prodotte dagli scarichi dei bagni. Le acque nere a loro volta si dividono in acque grige, ad esempio quelle delle docce, ed acque fecali, ovvero quelle del WC. Naturalmente questa classificazione implica trattamenti diversi correlati al differente grado di pericolosità delle acque stesse. Per questo motivo l'ingegneria urbanistica prevede anche modalità di raccolta specifiche delle diverse acque al fine di tutelare anche l'ambiente. La riduzione dell'inquinamento delle acque dipende anche dalla nostra accortezza. Limitare la quantità di detersivi utilizzati e scaricare l'olio negli appositi contenitori riduce il rischio d'inquinamento e tutela della salute pubblica. Allo stesso modo è possibile riutilizzare l'acqua con la quale laviamo i piatti o quella utilizzata per cucinare al fine di ridurre gli sprechi. Molti apparecchi permettono, ad esempio, di depurare l'acqua utilizzata e destinarla all'irrigazione oppure al lavaggio dei pavimenti.


  • Alcune note Gli impianti di fitodepurazione rappresentano una grossa innovazione nell’ambito di tutte le classiche lavorazioni legate alle acque reflue e un vero e proprio passo in avanti per quanto riguarda la p...
  • Alcune note Il trattamento acqua potabile rappresenta da sempre un argomento di notevole interessa che suscita immancabilmente discussioni di varia natura in molti ambiti. Perché, a conti fatti, si parla di tratt...
  • Alcune note L’esigenza di avere la cosiddetta acqua sicura all’interno delle nostre abitazioni è da sempre un elemento di fondamentale importanza anche se, a dire il vero, è soprattutto negli ultimi anni che l’at...
  • acque piovane Per lo smaltimento delle acque piovane le norme possono variare. Le acque piovane devono essere smaltite in appositi scarichi pluviali, separatamente dalle fognature destinate allo scarico delle acque...

KINSE® 5 PCS Rubinetto Miscelatore Cascata Vasca con Doccia Imposta Bagno Set doccia Attuale e Confortevole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 76,96€


I sistemi di smaltimento

trattamento acque reflue Le acque piovane vengono smaltite tramite un sistema apposito e, ovviamente, non vengono mischiate a quelle nere. Tutte le abitazioni sono infatti dotate di grondaie e relativi canali di scolo esterni, che fanno confluire le acque piovane negli appositi canali di raccolta. Al fine di permettere controlli sistematici sulla purezza delle acque ci sono dei pozzetti di ispezione, solitamente di calcestruzzo, dai quali è possibile prelevare campioni di acqua da analizzare. Lo smaltimento delle acque nere segue una canalizzazione simile, ma percorre una strada differente e prevede trattamenti più aggressivi. Nei condomini è presente una colonna nella quale si concentrano i tubi di scarico di ogni abitazione che fanno convergere le acque destinate alla fogna. Ogni colonna condominiale è dotata di un sistema di esalazione per ridurre i cattivi odori che si formano all'interno dei tubi. Anche in questi casi sono previsti dei pozzetti d'ispezione per analizzare le acque reflue. Inoltre i tubi sono dotati di filtri, tra cui i degrassatori, per depurare le acque prima dell'immissione nell'ambiente.


Trattamento acque reflue domestiche: Le fosse biologiche e la fitodepurazione

trattamento acque reflue Alcune abitazioni, dislocate dai centri urbani, o comunque non collegate alla rete fognaria necessitano di sistemi alternativi per lo smaltimento delle acque reflue. Un esempio di trattamento alternativo è quello della fossa biologica. In sostanza si tratta di un raccoglitore statico di liquami, ovvero una specie di cisterna in cui si raccolgono gli scarichi domestici. Questi contenitori sono interrati e in superficie sono visibili soltanto il pozzetto d'ispezione e la canna di esalazione. Questo tipo di trattamento prevede una costante manutenzione. Ditte specializzate svuotano la cisterna ed effettuano il lavaggio della stessa. Le acque raccolte vengono poi depurate e smaltite seguendo protocolli appositi. Un secondo sistema è quello della fitodepurazione. Una vasca impermeabile a cielo aperto raccoglie le acque di scarico. Tramite l'uso di piante adatte che assorbono i liquami, la setticità dell'acqua viene ridotta e così questa può essere reimmessa nell'ambiente in tutta sicurezza.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO