Segare

Analizzare il materiale

Prima di mettersi subito a lavoro è sempre opportuno controllare che tutte le superfici di ogni tavola da segare siano perfettamente piane e che tutti gli angoli siano retti, onde evitare di faticare inutilmente, rendere il lavoro poco apprezzabile ed anche per rendere il risultato il più preciso possibile: inizia, quindi, posizionando una comune squadra universale per misurazioni o più tecnicamente la cosidetta “falsa squadra” sul pezzo da segare e tienili entrambi contro luce. Se la luce risulterà visibile tra la squadra ed il pezzo di legno, bisognerà procedere con il correggere tutte quante le irregolarità che presenta la tavola di legno con l'utilizzo di una pialla (in commercio sin trovano facilmente sia pialle elettriche che anche delle piccole ma comodissime pialle a mano) o con della semplice carta abrasiva comunemente venduta sia in metri che a pezzi in qualunque negozio di ferramenta. Ricorda di ripetere esattamente la stessa operazione per ogni tavola da segare.

segare

Am-Tech - Mini sega per metallo e cassa per segare cornici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,49€


Segnare le misure

Dopo essersi assicurati che tutte le superfici di legno da segare siano perfettamente piane e che gli angoli siano tutti quanti retti, servendoti di una matita ben appuntita (o di un normale lapis comunemente utilizzato in falegnameria o muratura) e di una squadra per misurazioni, traccia con molta precisione la linea di taglio facendo attenzione di tratteggiarlo sulla faccia superiore di tutte le tavole che dovranno poi essere segate. Posiziona adesso una alla volta le tavole da segare sui due cavalletti da falegname o in alternativa (una soluzione in tutta economia ad anti crisi, attualissima visto il periodo che stiamo affrontando) su due basi abbastanza solide e sopratutto molto stabili, prestando attenzione però nel lasciare sempre, per operazione di segatura, un’ulteriore sporgenza della tavola di almeno una decina di centimetri, ciò ti consentirà di per poter muovere agevolmente ed in tutta sicurezza la sega anche nel caso in cui se sei alle prime armi.


  • Attraverso il fai da te è anche possibile dedicarsi al giardinaggio, ovvero a tutte quelle operazioni necessarie per rendere il giardino di casa propria accogliente e bello, così come è possibile effe...
  • potatura della lavanda Quando si decide di occuparsi di giardinaggio, si deve tener presente che questa scelta non deve essere soltanto dettata dal fatto che, coltivando delle piante, queste producono foglie e fiori molto b...
  • gerani Ogni volta che si sceglie di occuparsi di giardinaggio si conclude una scelta che include sia molti vantaggi che molti svantaggi. Per quanto riguarda i vantaggi, è abbastanza risaputo che il giardin...
  • piante di rose il giardinaggio è un' occupazione molto amata e molto apprezzata, che permette di ottenere molti vantaggi dalla sua pratica, ma che comunque comporta alcuni svantaggi e qualche difficoltà, nonché l' a...

Peugeot 803280 gioco di 12 lame seghe da traforo per segare rapida 127 x 0,28 x 0,65 mm 25 TPI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,6€


Procedere con l'operazione di segatura

Una volta segnate precisamente tutte le misure senza tralasciare nessuna delle tavole si potrà passare ad effettuare l’operazione di segatura: se utilizzi una classica sega a mano, ideale per i piccoli lavoretti fai da te, appoggia sempre la parte finale della lama (quella che si trova vicino al manico appena all’esterno della linea tracciata precedentemente con la matita) ed inizia, allora, con dei piccoli e brevi colpi a segare piano piano. Formato così il solco di invito, allora, prosegui con passate sempre più lunghe, premendo con energia nel muovere la sega in avanti e senza premere quando invece la lama si ritira verso di sé (in questo modo non ti affaticherai inutilmente e il lavoro sarà decisamente più sbrigativo oltre che molto più appassionante).


Rendere il lavoro più facile

segarePer facilitare i tagli in caso ci sia la presenza di alcuni nodi facilmente riscontrabili in quasi tutte le tavole di legno, basterà far oscillare la sega modificando leggermente di un poco l’inclinazione delle passate. Invece, in caso dovrai effettuare dei tagli trasversali si può evitare di scheggiare la tavola di legno evitando così di doverla successivamente levigare a mano (cosa che succede frequentemente) se la si posiziona con la curvatura degli anelli di crescita dell’albero rivolta sempre verso il basso. Infine, nel caso in cui dovrai segare a mano dei piccoli pezzettini di tavole di legno sarà molto più sicuro e alatamente preciso avvalersi di morsetti da falegnameria bloccarndo i piccoli pezzetti a degli scarti di legname e tagliarli così comodomente senza alcun rischio che la misura si sposti visto il limitato punto di appoggio per bloccare il pezzetto manualmente.


Segare: Piccoli consigli sulla sicurezza

Importante, per garantire l’incolumità personale e di tutte le persone che ci circondano, precauzioni opportune quando si effettuano i lavoretti di fai da te, soprattutto nel caso in cui ci si sta accingendo a segare delle tavole: innanzitutto bisogna concentrarsi sul lavoro che si sta effettuando poichè anche una piccola distrazione potrebbe arrecare dei danni a noi stessi, agli altri o alle cose intorno a noi; mai lasciare incustoditi tutti gli attrezzi da lavoro soprattutto in presenza di bambini piccoli ed animali liberi; rendere visibile e segnalare opportunatamente il luogo in cui si sta effettuando il lavoretto fai da te; utilizzare dei guanti per proteggere le mani; indossare un abbigliamento consono al lavoro da effettuare coprendo ben bene sia gli arti superiori che quelli arti inferiori; utilizzare delle scarpe chiuse (molto più indicate quelle antifortunistiche) per evitare lesioni anche accidentali ai piedi; adoperare delle mascherine (comodissime quelle usa e getta) per proteggersi dalle polveri sottili del legno o del materiale che si sta segando; utilizzare occhiali opportuni per proteggere gli occhi da fastidiosissime polveri o eventuali pericolose schegge; mai utilizzare degli apparecchi o degli attrezzi elettronici o manuali per la prima volta senza aver chiesto consiglio o spiegazione a chi di competenza e senza aver letto il libretto delle istruzioni di utilizzo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO