coltivazioni fuori suolo

Le informazioni di base sulle coltivazioni fuori suolo

Parlare di quella che comunemente viene catalogata come una tipologia di coltivazione, vale a dire la cosiddetta coltivazione fuori suolo, è leggermente più difficile di quanto potrebbe sembrare a prima vista. A conti fatti la coltivazione fuori suolo è senza ombra di dubbio una tipologia di coltivazione molt interessante e che, ad onor del vero, si sta diffondendo con sempre maggior diffusione anche all’interno del nostro Paese e senza una grossa distinzione dal punto di vista geografico. Piuttosto si tratta di un’argomentazione molto interessante per una lunga serie di ragioni: da un lato perché la coltivazione fuori suolo non è ancora conosciuta da tutti, soprattutto se non abbiamo a che fare con il classico addetto ai lavori, e anche perché non è la forma di coltivazione, come dire, più immediata.
Alcune note

Xcellent Global Tester per la qualità dell’acqua professionale, digitale, portatile, penna 3-in-1, per residuo fisso, conduttività ionica e temperatura, bianco HG143

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 1€)


Le caratteristiche principali delle coltivazioni fuori suolo

Pregi e difettiMa, come è nostra buona abitudine consolidata ormai da lungo tempo, procediamo con ordine e iniziamo a comprendere alcuni degli elementi di base che più potrebbero esserci di aiuto e di sostegno nel corso della nostra disanima in materia di coltivazione fuori suolo, una riflessione la nostra ad onor del vero anche abbastanza sintetica per le ben note ragioni di spazio ma che ci auguriamo rimanga sempre e comunque sufficientemente chiara ed esauriente per tutti coloro che ci leggono. A conti fatti occorre approcciarsi al mondo della cosiddetta coltivazione fuori suolo essenzialmente con calma e con una certa dovizia di particolari per sgombrare il campo da ogni fraintendimento di sorta. Anche perché sentire parlare di coltivazione fuori suolo sembra un vero e proprio ossimoro soprattutto se non siamo degli addetti ai lavori.

  • bonsai Occuparsi di giardinaggio è un' attività che richiede impegno e pazienza, ma che riesce a dare anche molto, come la possibilità di stare tra la natura, di respirare aria pulita, di crearsi un piccolo ...
  • orchidee bianche Le orchidee sono da sempre tra le piante più apprezzate al mondo per le loro tante virtù: in primis, una pianta di orchidea, qualsiasi essa sia, possiede un valore ornamentale di inestimabile valore, ...
  • carote Spesso, chi si occupa di giardinaggio “fai da te” , decide di coltivare, piuttosto che le varie piante ornamentali, un vero e proprio orticello. Questa scelta può essere motivata da molti fattori, spe...
  • potatura kiwi Dedicarsi al giardinaggio è un' occupazione che richiede impegno, pazienza e tanta dedizione, ma anche e sopratutto una certa esperienza. Per riuscire in questo “hobby” bisogna avere una certa cognizi...

ROMBERG, 76790K, Panetto di fibra di cocco compressa, per coltivazione fuori suolo, 1 L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,06€


Consigli pratici sulle coltivazioni fuori suolo

Pro e contro A conti fatti la precisione che abbiamo richiamato già in un paio di occasioni nelle precedenti righe è dovuta anche al fatto che esistono differenti modalità di coltivazione fuori suolo. Gli esperti del settore forse storceranno il naso ma le nostre esigenze di farci capire anche dal neofita dela materia che si avvicina sì al discorso sulla coltivazione fuori suolo con interesse ma privo di conoscenze specifiche, ci impone della classificazioni facilmente comprensibili. E quindi, a questo punto, la soluzione migliore è procedere con l’elencazione delle classiche quattro tipologie della cosiddetta coltivazione fuori suolo: esistente infatti la coltivazione fuori suolo idroponica, la coltivazione fuori suolo su terriccio, la coltivazione fuori suolo idroponica senza substrato e la coltivazione fuori suolo aeroponica.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO