il tulipano

Il tulipano

Il tulipano è il simbolo della Turchia e infatti, il nome scientifico "Tulipa", ricorda la parola che viene indicata per definire il turbante, a causa della peculiare forma del fiore stesso.

In Medio-Oriente era conosciuto e coltivato a scopi commestibili, già più di 1000 anni fa, ma fu soltanto nel 1500 che fu introdotto in Europa, scatenando una tulipanomania dilagante che sfociò nella produzione di abiti e cappelli decorati a tema.

Fu così che il tulipano giunse ai ricchi Olandesi che cominciarono a coltivarlo

professionalmente, a scopi ornamentali.

I bulbi di tulipano divennero talmente richiesti che il loro prezzo salì vertiginosamente, fino a costare come 10 volte un salario medio dell'epoca. Fu addirittura quotato in borsa e divenne un prodotto di lusso, destinato soltanto a ricchi e facoltosi.

tulipano

bulbi di tulipano Vero, tulipano, (non tulipano semi), fiori simboleggia l'amore, Tulipa impianto gesneriana fiore per il giardino di casa -2 lampadine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,22€


Identikit di un fiore elegante

tulipani in olanda Il tulipano è un bellissimo ed elegante fiore bulboso, fra i più apprezzati, grazie alla sua eleganza e raffinatezza, per decorare bordure, aiuole e balconi.

I suoi fiori anche per questo, si prestano particolarmente per realizzare bouquets e composizioni decorative di ogni tipo.

Il suo apparato radicale è costituito da un unico bulbo sotterraneo, dal quale cresce uno stelo su cui sono disposte in modo alternato, alcune foglie di un bel verde brillante grazie alla particolare superfice cerosa.

Il fiore del tulipano presenta una forma a coppa con bei petali carnosi e disponibili in una gamma cromatica vastissima e davvero suggestiva.

Generalmente la pianta non produce semi perché le varietà disponibili in commercio, sono ibridi e sterili.

La spettacolare fioritura avviene da febbraio a settembre, mentre d'inverno il bulbo, perenne, sopravvive tranquillamente sotto terra a riposo vegetativo, fino alla fioritura successiva.

    bulbi di tulipano 300true, tulipano, bulbi da fiore, piante da giardino, la crescita naturale, vaso bonsai per il giardino di casa

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


    il tulipano: Coltivare e curare i tulipani

    coltivare tulipani Il tulipano è una bulbosa rustica, resistente e facilmente coltivabile anche in Italia, grazie al fatto che può essere lascianto nel terreno anche nel periodo invernale.

    Necessita quindi di cure colturali solo per pochi mesi all’anno: dalla fine dell'inverno, fino alla fine della stagione estiva, quando i fiori cominciano a seccare a la pianta va a riposo vegetativo. In questo modo, la maggior parte delle varietà dei tulipani, può durare moltissimi anni anche in una macchia o in aiuola.

    I bulbi vanno interrati ad almeno 20 cm di profondità, distanziati fra loro a 25 cm l’uno dall’altro. Conoscendone il colore possiamo disporre i bulbi in modo da formare composizioni cromatiche contrastanti o bellissime e suggestive geometrie.

    Il tulipano ama le zone soleggiate, cresce anche in zone ombreggiate, a patto che, riceva almeno 6 ore di luminosità diretta al giorno. Le condizioni ottimali per la coltivazione del tulipano si concretizzano in quelle latitudini dove la primavera è lunga e fresca e dove l'estate è calda e breve. Non teme comunque le basse temperature.

    Le annaffiature devono essere costanti per mantenere sempre lo stesso grado di umidità del terreno: dunque frequenti, ma non abbondanti, onde evitare il ristagno che spesso è causa di marciume radicale e quindi morte della pianta.

    Il tulipano non necessita di potatura, ma sarebbe saggio rimuovere i fiori e le foglie secche a fine stagione.

    I tulipani sono soggetti a parassiti e malattie, alcune delle più gravi, causano la morte della pianta come la muffa Botrytis Tulipae. I trattamenti consistono nel somministrare alla pianta degli insetticidi e prodotti appositi ad ampio spettro, contro muffe e funghi.

    La propagazione del tulipano avviene tramite i bulbilli, propaggini che si formano sui bulbi principali. Si dissotterrano in autunno asportando i piccoli bulbi dal bulbo-madre.

    Una volta piantati, i bulbilli impiegheranno alcuni anni per ingrossarsi e fiorire.

    Avranno comunque le stesse caratteristiche e gli stessi colori della pianta madre, condividendone lo stesso patrimonio genetico.

    Un'altra tecnica è costituita dalla propagazione per semi ma, la pianta impiegherebbe circa 8 anni prima di produrre fiori, ragion per cui, non è molto diffusa nella pratica del giardinaggio.

    Tra l'altro le piante commercializzate, sono tutte ibride e sterili, per cui non producono semi fertili.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO