Il ciclamino

Semina e fioritura

I ciclamini possono raggiungere un'altezza di 20 centimetri (coltivati) oppure di 10 centimetri (spontanei). Diverse specie di ciclamino possono adattarsi anche a temperature più fredde, ma la pianta è coltivata in casa è bene tenerla all'interno durante l'inverno, mentre l'estate si può tenere tranquillamente al sole in terrazza o sul balcone. I ciclamini fioriscono durante l'inverno, nel periodo che va da settembre-ottobre fino a marzo-aprile, mostrando i loro bellissimi colori e sfumature che vanno dal rosso, al rosa, al lilla fino al bianco, e sprigionando un gradevolissimo profumo. Tuttavia il ciclamino è una pianta tossica per l'uomo, a causa di una sostanza velenosa racchiusa nel tubero.

Per coltivare questa pianta è necessario che le temperature si aggirino tra i 15 e i 22 gradi durante la stagione calda. Durante la stagione fredda invece la temperatura non deve scendere oltre i 15 gradi (durante il giorno) o 8 gradi (durante la notte). Il terreno ideale per il ciclamino è fertile e un po' umido, da contenere in un vaso in terracotta che permetta il drenaggio dell'acqua. La primavera è la stagione ideale per effettuare i rinvasi (fatti di sabbia, foglie e torba), da fare solo quando l'attuale vaso non riesce più a contenere le radici.

La semina del ciclamino va fatta durante l'estate, tra luglio e settembre ma in zona d'ombra e umida, interrando i semi in maniera uniforme e senza coprirli troppo con la terra. Si dovrà porre della plastica sulla parte inseminata del terreno per mantenere l'umidità del terreno e per non farlo seccare; una volta che compariranno i primi germogli, la plastica andrà tolta e il terreno dovrà essere esposto in una zona maggiormente luminosa. Quando le piantine saranno grandi, si potranno trapiantare.

Semina e fioritura

FONTANA con 1 rubinetto completa di impianto (CICLAMINO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 159,9€


Crescita e cura della pianta

Crescita e cura della piantaDurante la crescita e la vita della pianta, bisogna ricordarsi di non bagnare le radici durante l'innaffiatura (possono marcire) e che la concimazione ottimale per il ciclamino è liquida e deve essere mescolata all'acqua; il fertilizzante dovrebbe essere utilizzato ogni 3 settimane. La potatura, poi, è fondamentale: appena un fiore risulti secco o danneggiato va eliminato subito, e vale la stessa raccomandazione cosa per le foglie secche o deboli; questo eviterà l'indebolimento della pianta e un'eventuale infestazione parassitaria.

Come molte altre piante, anche il ciclamino può soffrire di malattie e di attacchi di parassiti. Le malattie più conosciute sono il mosaico del cetriolo (che si manifesta con macchie e foglie deformate) e la muffa grigia, più aggressiva della precedente patoogia, che fa marcire le foglie. C'è poi la fusariosi, che si manifesta con macchie gialle sul picciolo delle foglie fino a farle seccare completamente. Il fungo Botrytis porta il ciclamino a marcire lentamente, dapprima con macchie scure poi continua con la formazione di parti molli nella stessa pianta. I tuberi del ciclamino possono essere attaccati e danneggiati da coleotteri chiamati "punteruoli"; tra gli altri parassiti ci sono gli acari e gli afidi, che colpiscono le gemme e i boccioli, deformando gli stessi fiori e le foglie.

Se si presta grande cura per il ciclamino, la pianta può vivere tranquillamente senza presentare troppi problemi e indebolimenti. Molte volte, infatti, è la scarsa cura e la disattenzione a infliggere diversi malesseri alle piante. Se i fiori e le foglie del ciclamino, per esempio, si afflosciano e si indeboliscono vuol dire che l'ambiente dove vive è troppo caldo e secco (un buon rimedio è spostare la pianta in un luogo più fresco e umido, bagnandola leggermente per farla riprendere); le le foglie e gli steli ingialliscono, invece, può essere dovuta a una zona molto buia ad alta temperatura.

    Arketicom BABY DADO, Puf Cubo Seduta per bambini in Ecopelle (Sfoderabile e Lavabile) e Poliuretano Rosso Chiaro 25x25x25 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


    Il ciclamino: Proprietà del ciclamino

    Le proprietà del ciclamino sono molteplici, e se ne usano gli estratti per molte situazioni: elimina i vermi dall'intestino, regola il flusso mestruale, può avere anche un effetto lassativo. Con ippocastano e lavanda, poi, risulta particolarmente utile a chi soffre di emorroidi. Il ciclamino è tra i cibi preferiti dei maiali, i quali, a differenza dell'uomo, non patiscono la tossicità della pianta.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO