pollaio fai da te

Caratteristiche generali dei pollai

I pollai o si acquistano già prefabbricati oppure se si ha una buona manualità si possono costruire da soli in piena autonomia adattandoli alle proprie esigenze.

Riuscire a realizzarne uno in piena autonomia non solo è soddisfacente ma fa risparmiare un bel po’ di denaro.

Per prima cosa bisogna scegliere il posto dove si desidera posizionare e stabilire il numero di galline che si vogliono allevare al suo interno.

È necessario che l’area scelta non sia esposta ai raggi solari diretti altrimenti in estate il pollaio diventerebbe una fornace troppo calda da abitare. Le galline necessitano del loro spazio vitale quindi le dimensioni dovranno essere proporzionate al numero di volatili che si intendono far crescere e prosperare al suo interno.

Di solito per una convivenza civile è necessario fornire loro almeno mezzo metro quadrato ciascuno secondo gli ultimi studi del settore.

pollaio

Recinto all'aperto in legno con copertura Stalla per animaletti Conigli Lepri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,08€


Costruzione del pollaio

costruire pollaio La base va realizzata con una gettata di cemento che consentirà una miglior igienizzazione da effettuare con una buona frequenza.

Si possono utilizzare le classiche perline di legno oppure assi di recupero accantonate in un angolo da chissà quanto tempo e mai più utilizzate.

Prima è opportuno realizzare la pavimentazione con una spessa gettata di cemento e una volta solidificata si possono innalzare le pareti. Per far ciò è necessario creare una sorta di intelaiatura con assi di legno piuttosto robuste formando delle X sui quattro lati del solaio in cemento da fissare opportunamente con dadi e bulloni ad alta resistenza e con una buona coppia di serraggio.

A questa intelaiatura vanno inchiodate una ad una le varie perline fino a formare le pareti vere e proprie. Ricordatevi di lasciare un paio di aperture che serviranno per posizionare la porta di entrata e di uscita nonché una finestrella che consenta una buona areazione ed illuminazione all’ambiente interno.

Il tetto può essere fatto di lamiera o con dell’ondulina di materiale plastico solo nel caso in cui il pollaio sia ben ombreggiato altrimenti meglio adoperare altri materiali più isolanti come il legno. In ogni caso isolatelo con della carta catramata per evitare che alla prima piovuta l’acqua si infiltri all’interno creando fastidi ai polli e potenziali marcescenze che in poco tempo porterebbero il vostro nuovo pollaio al collasso.

Per quanto riguarda gli infissi si può utilizzare una porta di recupero oppure costruirne una da soli utilizzando sempre le perline. La parte superiore può essere fatta con della rete che consente di lasciar passare aria e luce. Per la finestra è sufficiente chiudere l’apertura con della rete metallica ben robusta soprattutto se nella zona ci sono volpi.

Finita la struttura del pollaio è necessario provvedere a stendere almeno una mano di impregnante su tutta la superficie atta a proteggere il legname dalle intemperie, impermeabilizzare il tutto e scongiurare l’attacco dei parassiti del legno.


  • cuccia per cani Spesso, si sceglie di allevare degli animali domestici, di cui è possibile imparare a prendersi cura, dando loro tutte le attenzioni di cui necessitano, ma anche ottenendo in cambio compagnia e tanta ...
  • casa di legno Il legno è un materiale che si ricava dai tronchi degli alberi, o anche degli arbusti, facenti parte della conifere o delle latifoglie. Essenzialmente, esso è composto da cellulosa, da emicellulosa e ...
  • travi in legno Attraverso il fai da te ci si può occupare di tanti settori, tra i quali vi è anche quello della costruzione di strutture o del loro restauro o ancora della loro riparazione. Tuttavia, è necessario ...
  • casetta per bambini in legno Occuparsi di giardinaggio spesso rappresenta una buona soluzione per trascorrere bene il proprio tempo libero, facendo in modo di divertirsi, di spendere bene del tempo e anche di compiere operazioni ...

Neudorff schaedling rete di protezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,89€


Allestire gli interni

esempio di pollaio Per una perfetta igienizzazione dell’ambiente è consigliabile realizzarlo in cemento e in una fase successiva si ricoprirà di abbondante paglia per permettere alle galline di vivere in un ambiente confortevole e riposante. Di tanto in tanto la paglia sporca va tolta e sostituita opportunamente con quella nuova. La paglia non più utilizzabile si può accumulare da una parte e dopo che ha fermentato si può utilizzare come concime per fiori, piante e verdure. È un ottimo fertilizzante biologico che fornisce i giusti elementi nutritivi al terreno.

All’interno del pollaio andranno sistemate le cassette o le ceste colme di fieno nelle quali le galline potranno depositare le uova. È consigliabile non appoggiarle direttamente sul suolo ma è meglio collocarle ad un’altezza di almeno cinquanta centimetri da terra. Si possono appoggiare e di seguito fissare a trespoli ben stabili oppure su robusti ceppi di legno. L’importante è che siano ben fissate per evitare che cadano in maniera accidentale.

Per creare un pollaio quasi professionale si possono inchiodare alle pareti delle mensole sulle quali le galline possono dormire la notte. Infatti gli amici pennuti non amano riposare a terra ma si sentono più tranquille stando ad una certa altezza da terra.

Sulla paglia del fondo sistemate diverse ciotole nelle quale metterete le granaglie, le erbe da beccare e l’acqua da bere. Disponete più di una ciotola se le galline sono molte altrimenti quelle meno prepotenti resteranno sempre a becco asciutto.


pollaio fai da te: Gli esterni

pollaio fai da te Le galline adorano razzolare all’aria aperta e per concedere loro un po’ di svago prevedete all’esterno del pollaio uno spazio recintato di terra. Qui le galline potranno prendere il sole, fare dei bagni di terra per togliersi di dosso i parassiti e cercheranno i vermetti di cui sono tanto ghiotte. E' bene prevedere quindi di installare il pollaio in uno spazio in cui sia possibile recintare un'area esterna maggiore, così da garantire una buona libertà di movimento alle galline.



COMMENTI SULL' ARTICOLO