Materiali per esterni

I materiali in pietra e in legno

In natura troviamo materiali naturalmente resistenti come il marmo, il granito, le pietre o il legno che, un tempo allo stato grezzo, oggi vengono trattati con prodotti antiumido, idrorepellenti e ignifughi, o con smalti, idropitture, impregnanti per vernici, intonaci ed isolanti di ogni genere.

Tra i più pregiati ed adatti all’uso esterno troviamo il Teak, un legno di colore chiaro e particolarmente oleoso, molto impermeabile e resistente ad agenti come funghi e batteri. Il teak per conservare il colore deve essere sottoposto, circa una volta all’anno, ad un trattamento con l’olio speciale. Esso non viene alterato quando viene in contatto con altri materiali durante la lavorazione

Altri tipi di legno come quello di acacia, molto robusto, e facile da lavorare, o quello del pino silvestre, devono essere sottoposti a trattamento impregnante per poter resistere all’umidità.

Materiali per esterni

Pattex 1789251 - Colla forte per tutti i materiali da esterni, 290 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,96€
(Risparmi 0,04€)


La Plastica e le fibre sintetiche

Plastica La plastica, è un materiale di facile reperibilità e molto utilizzato all’esterno per la sua resistenza, per la sua versatilità e per il basso costo. La pulizia può essere effettuata con acqua ed i comuni prodotti detergenti, evitando però i materiali abrasivi.

Tra i tessuti sintetici per esterni il Batyline è considerato uno dei più resistenti alle muffe, ed è al contempo impermeabile e traspirante. Resistente agli strappi ed indeformabile ha una lunghissima durata. Anche il VIRO, o fibra intrecciata, è resistentissimo agli sbalzi termici. Entrambi sono interamente riciclabili, richiedono pochissima manutenzione e possono essere puliti semplicemente con acqua e sapone e piccole spazzole morbide.

    Lampadina E27 LED con sensore crepuscolare integrato, illuminazione interna e esterna, per lampione, Porta, Corridoio, Patio, Garage, Natur weiß 4000K

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


    Ferro, alluminio ed acciaio inox

    Ferro, alluminio ed acciaio Il ferro, se utilizzato all'esterno, necessita della zincatura che riduce il rischio di corrosione a causa della ruggine. Ma poichè essa non può comunque essere evitata del tutto serve una costante manutenzione.

    L’alluminio viene invece scelto spesso perché unisce la straordinaria leggerezza alla resistenza e non è soggetto alla ruggine. Nel tempo esso tende ad opacizzarsi ma può riprendere brillantezza se viene lucidato con i prodotti adatti. Ottime a questo scopo anche la vaselina e l’aceto bianco.

    L’acciaio inox invece, è tra i materiali più utilizzati nelle strutture di supporto per la sua durata quasi illimitata. L’acciaio si pulisce solo con acqua e sapone neutro ed è necessario evitare l’utilizzo di spazzole o altri attrezzi abrasivi che potrebbero graffiare la superficie. E' sconsigliato inoltre l’uso di prodotti chimici che contengono cloruri.


    Piani in resina ed in vetro

    Piani in resina Al giorno d’oggi molti tavoli e strutture piane sono costruiti col Dureltop, un sistema composto da un doppio strato di resina, tamburata e chiusa, che rende il piano inalterabile dall’acqua e dal sole. Per pulirlo basta utilizzare una spugna con acqua tiepida e sapone neutro.

    Il vetro temperato invece, viene lavorato ad altissime temperature e sottoposto poi ad un particolare sistema di raffreddamento che lo rende molto resistente alla flessione ed allo shock termico. Per la pulizia del vetro temperato l’ideale è una miscela d’acqua con una percentuale di ammoniaca, oppure i comuni prodotti per il vetro. Anche in questo caso sono da evitare i materiali abrasivi che potrebbero graffiare la superficie.


    Materiali per esterni: La pavimentazione per esterni

    Nella posa dei pavimenti dominano le piastrelle in ceramica e, ancora di più, quelle in porcellana in quanto hanno una densità maggiore della ceramica e sono meno permeabili all'umidità. Molto usati anche il Gres Porcellanato perché resistentissimo e non soggetto ai graffi. Anche le piastrelle di ardesia sono rinomate per la lunga durata.

    Ma non mancano anche i pavimenti costruiti con alcune specie legnose che, per natura, sono particolarmente resistenti all'attacco di muffe e batteri. Esse sono molto utilizzate negli Stati Uniti e nel Nord Europa per abbellire ambienti esterni particolarmente eleganti.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO