Ceramica vietrese

Come nasce la ceramica vietrese

Vietri si trova sulla costiera amalfitana e da oltre cinque secoli ha fatto dell'arte di produrre ceramica la sua principale attività, arrivando ad ottenere fama mondiale ed il riconoscimento AICC, Associazione Italiana Città della Ceramica.

Tutta l'area salernitana, sin dall'antichità, ha visto svilupparsi la produzione di ceramiche e cotti, probabilmente anche a causa delle miniere di argilla presenti in zona.

La cittadina si presenta da subito con i negozi e le esposizioni di ceramiche a chi si appresta a visitarla, ma ormai la vendita online ha reso semplice conoscere, scegliere ed ordinare le famose "riggiole" di Vietri anche da casa propria.

I decori ed i colori che si usano sulle mattonelle sono un qualcosa di particolare, unico e caratteristico. Il giallo limone, il rosso pompeiano, il verde delle foglie dei limoni, altro elemento tipico della zona, sono i colori che spiccano sulla ceramica vietrese.

Toni vivaci e raffigurazioni classiche di figure stilizzate si accompagnano a richieste particolari, per cui è possibile personalizzare la propria casa con creazioni realizzate esclusivamente per il cliente, che nessun altro avrà uguali.

Nel tempo, la qualità delle piastrelle è notevolmente migliorata e il nuovo gres vietrese è ancor più resistente all'uso, agli urti, alle scheggiature ed agli agenti atmosferici.

Il gres vietrese è il risultato di un trattamento particolare dell'argilla che elimina l'unico difetto della ceramica vietrese: la sua fragilità. Il gres porcellanato mantiene inalterate tutte le caratteristiche tipiche dei prodotti vietresi, quali la brillantezza dei colori, la profondità della pittura e le forme, aggiungendo una maggiore resistenza agli urti ed alle aggressioni del tempo.

Inoltre si possono avere mattonelle in gres di soli tre millimetri di spessore. Questo è molto utile e conveniente quando si vuole ricoprire una superficie esistente, senza togliere il vecchio strato.

Ceramica vietrese

ParexGroup 2835 – Cemento 5 kg bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,33€


Articoli in ceramica vietrese

ceramica vietreseLe mattonelle, o riggiole in dialetto, sono senza dubbio il prodotto più famoso della produzione di ceramica vietrese. Mattonelle per pavimentare interni ed esterni, per fare artistici quadri sulle pareti, per abbellire e personalizzare l'ingresso di casa, ma anche per realizzare la seduta di sedie e sedili in pietra o cemento, per creare tavoli resistenti da esterno, per piastrellarci un'intera stanza da bagno.

Altri oggetti molto comuni, ma anche molto caratteristici, sono i servizi di piatti, di tazzine da caffè, brocche, posacenere, orologi da parete, portaombrelli, anfore, vasi, cornici per specchi, acquasantiere, porta spezie e quant'altro l'immaginazione riesce a concepire. Un maestro vasaio vietrese saprà realizzarlo e poi decorarlo a mano con pitturazione esclusiva.

Le botteghe di Vietri conservano immagini di antichi decori ed i ceramisti li riproducono a mano, con le stesse tecniche e la stessa passione e attenzione.

Sono disegni geometrici, ma anche raffigurazioni di madonne venerate in zona e poi i limoni, il mare, le barche. I temi da sempre cari alla tradizione vietrese si integrano però con richieste più moderne e attuali.

E' infatti possibile richiedere qualsiasi tipo di decorazione, sia su piastrelle industriali che sul cotto stampato a mano, oppure sul Gres vietrese.

    Tenda A Perline

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,96€
    (Risparmi 1,8€)


    Ceramica vietrese: Le curiosità sulla ceramica vietrese

    A Raito, frazione di Vietri sul mare, c'è un museo che raccoglie l'intera collezione di ceramica vietrese, che prima era ospitata nel museo archeologico di Salerno e, dal 2001, una sezione è dedicata alle "riggiole", con pezzi donati da privati.

    Sono oltre trecento tipi di mattonelle usate per pavimentazione o per decoro delle pareti, che vanno dal Settecento agli inizi del Novecento.

    Per mantenere inalterate le qualità della ceramica vietrese si consiglia di lavarlo per la prima volta con acqua in cui è stato diluito mezzo bicchiere di aceto.

    In seguito basterà pulirlo con acqua tiepida e qualche goccia di ammoniaca.

    Per ripristinarne la brillantezza, aggiungere all'acqua e ammoniaca qualche goccia di brillantante per lavastoviglie.

    Le ceramiche vietresi sono uno dei prodotti tipici del nostro Paese che fanno onore alla creatività italiana.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO