Tornire legno

Piccole accortezze da osservare per tornire il legno

La tornitura è un lavoro manuale eseguito grazie alla dedizione, alla pazienza e soprattutto alla competenza di artigiani che, con le loro mani e gli utensili giusti, riescono a ricavare da semplici pezzi di legno, veri e propri pezzi unici davvero utili. Non si tratta sicuramente di uno tra i lavori più pericolosi di falegnameria, ma di certo molto fastidioso a causa dei trucioli e della polvere che si creano, specialmente durante la finitura. Per la scelta del locale è sufficiente un semplice garage o una stanza che non necessitano di particolare accortezze. L'artigiano dovrebbe usare durante il suo lavoro degli occhiali antinfortunistici per preservare gli occhi, mentre non deve usare abbigliamento largo o gioielli pendenti perché il legno che gira velocemente potrebbe appigliarsi comportando delle conseguenze. Infine il legno utilizzato deve essere scelto senza eccessive fessurazioni o nodi morti perché si potrebbero staccare dei pezzi durante la lavorazione.

tornire il legno

Proxxon 27023 Serie di 5 utensili per tornire

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,29€


Vari tipi di procedure per tornire il legno

tornire il legno Esistono diversi modi e tecniche per tornire il legno. Per creare infatti degli oggetti di tipo cilindrico si effettua la tornitura longitudinale: si può marcare con un punzone il centro delle due estremità o fare un forellino piantando la punta di trascinamento e quindi fissare saldamente il pezzo di legno alla macchina. Un altro tipo di tornitura è quella trasversale dalla quale si ottengono oggetti come tazze, basi per lampade, piatti. Mentre nella lavorazione di tipo trasversale il legno è ancorato alle due estremità, in quella trasversale il legno è fissato al platorello. Per ottenere dei pezzi che verranno lavorati solo ed esclusivamente nella parte frontale ed interna, il legno verrà fissato al mandrino che in tal caso va a sostituire la forchetta di trascinamento. Tornire dunque significa proprio sagomare cioè dare una sagoma ad un qualcosa che originariamente non ce l'ha, e poiché varie sono le forme, ecco perché esistono tanti tipi di lavorazione.


  • utilizzo pialla elettrica Le pialle sono degli utensili utilizzati per lavorare il legno. La loro nascita risale a moltissimo tempo fa: in alcune opere figurative egizie sono presenti dei falegnami proprio durante l’ atto del ...
  • levigatura legno Per ottenere una buona levigatura del legno possono essere necessari numerosi attrezzi, da quelli elettrici a quelli manuali. Si tratta di un'operazione di finitura che può diventare complessa, ma se ...
  • Alcune note Costruire una legnaia fai da te rappresenta una buona soluzione per una serie di esigenze che si possono presentare all’interno delle nostre abitazioni, o, per meglio dire, nelle immediate vicinanze d...
  • Alcune note Per saper come lavorare il legno fai da te una buona soluzione è iniziare a occuparsi anche del cosiddetto kit casette in legno che è direttamente legato a quello che oggi può essere facilmente consid...

LUNETTA PER TORNIO A LEGNO 3662 GAMMA ZINKEN TORNITURA MANUALE TORNI A LEGNO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 162€


I procedimenti da seguire per tornire il legno

tornire il legno Il lavoro inizia utilizzando un particolare strumento, "la sgorbia", che permette di sgrossare il pezzo grezzo che è fissato alla macchina. Il procedimento va ripassato due volte e, se si tratta di un pezzo a forma di listello, è consigliato di smussare gli spigoli altrimenti potrebbe scheggiarsi o addirittura essere compromesso durante il lavoro. La seconda tappa consiste nella sagomatura e cioè si concretizza la forma che si ha in mente dall'inizio. Tornire il legno è proprio questo: si definisce bene con una matita la sagoma e si procede aumentando gradualmente la velocità del tornio lasciando per ultimo le parti più piccole. Il pezzo risulta così finito solo dopo aver effettuato i procedimenti finali e cioè la levigatura e la finitura. Si fa ruotare alla massima velocità il tornio e quindi si passa la carta abrasiva per finire poi, sempre mentre il pezzo ruota, a ripulirlo passando un panno, preferibilmente di lana, per dare al pezzo un'eccellente finitura semilucida.