Collettori solari termici

Cosa sono e come funzionano i collettori solari termici

I collettori solari termici sono costituiti da un pannello che cattura l'energia solare e uno scambiatore dove scorre un fluido termovettore collegato a sua volta ad un serbatoio di accumulo; da qui l'acqua calda giunge al rubinetto di casa in modo naturale o forzato per mezzo di una pompa idraulica.

I collettori sono una preziosa fonte di energia alternativa ecosostenibile perché ci permettono di fare la doccia o lavare i piatti consumando meno gas o elettricità.

Si stima che 150.000 mq di collettori solari montati in una sola regione italiana permetterebbero di risparmiare circa 8 milioni di mq di gas in bolletta.

Un collettore di un mq è in grado di soddifare il fabbisogno giornaliero di acqua calda di 1-2 persone.

I collettori solari termici possono essere installati sul tetto, in terrazzo o in giardino e comunque nella posizione più idonea a ricevere il sole tutto l'anno.

collettori solari

Regolatore di carica solare Pico 200 – Centralina solare per impianti termici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 60,44€


Svantaggi e possibili soluzioni

collettori solari Il rendimento dei collettori cala sensibilmente durante l'inverno e quando il cielo è coperto e piove. Se ci si ritrova senza acqua calda di notte, bisognerà aspettare che faccia di nuovo giorno e il tempo necessario a riscaldare l'acqua, ovvero all'incirca 10 ore!

Per fortuna, grazie alla moderna tecnologia, questi problemi sono stati superati, altrimenti i collettori termici non potrebbero essere così diffusi in paesi che hanno un'esposizione solare di gran lunga inferiore alla nostra, come Austria e Germania.

Tanto per cominciare l'acqua si mantiene calda per molte ore nei serbatoi in quanto questi sono coibentati, cioe rivestiti con materiale isolante, come poliuretano o lana di vetro.

Inoltre, i collettori solari termici si propongono come sistema che fornisce energia ecosostenibile in maniera complementare al normale uso della caldaia o dello scaldabagno. E' addirittura possibile collegare il pannello alla caldaia per diminuire l'uso di quest'ultima e consumare meno gas, non restando mai senz'acqua calda.

  • Serie di pannelli solari I pannelli per solare termico utilizzano il calore del sole, fonte di energia rinnovabile, per riscaldare l'acqua per uso domestico, industriale o agricolo. Non richiedono né corrente elettrica né gas...

SERBATOIO CON GALLEGGIANTE CARICO ACQUA X PANNELLO SOLARE TERMICO Confezione da 1PZ

Prezzo: in offerta su Amazon a: 52,84€


Quali sono i principali modelli in commercio

collettori solari I collettori solari termici si dividono in:

- Collettori solari vetrati: il vetro serve a proteggere il radiatore e, grazie alla sua trasparenza, i raggi solari penetrano all'interno del pannello e vengono trattenuti per riscaldare il liquido termovettore connesso col serbatoio ad accumulo. Il rendimento di questi collettori dipende dalla loro capacità di assorbire i raggi infrarossi. Sono i più diffusi e hanno un costo medio.

- Collettori solari integrati: sono economici perché pannello, circuito idraulico e serbatoio di accumulo sono integrati in un'unica struttura;

- Collettori solari sottovuoto: sono composti da tubi di vetro sottovuoto che minimizzano la dispersione di calore e di conseguenza garantiscono ottime prestazioni anche d'inverno. Rendono meglio e costano di più dei collettori vetrati. Sono adatti per il riscaldamento ambientale.

- Collettori solari scoperti: il radiatore è privo di vetro e l'acqua viene riscaldata dalle radiazioni solari all'interno dei tubi. Sono i collettori più economici ma anche quelli con il rendimento più basso. Il fatto di non essere coibentati li rende utilizzabili solo d'estate e per il riscaldamento dell'acqua delle piscine o degli impianti balneari.


Collettori solari termici: Costi e ritorno economico dei collettori solari termici

collettori solari Grazie all'aumento della concorrenza nel mercato del solare, i prezzi dei collettori solari termici stanno subendo una rapida diminuzione e variano a seconda del tipo di pannello.

Chi decide di installare un collettore, può usufruire delle detrazioni fiscali del 50% e 65% e Conto Energia Termico (ad es. per collettori inferiori ai 50 mq, 170 euro al mq all'anno per un biennio mentre per quelli superiori ai 50 mq, 55 euro annui per la durata di 5 anni).

Per richiedere gli incentivi, bisogna presentare la domanda entro 2 mesi dalla fine dei lavori.

I tempi di ritorno economico dell'investimento dipendono da molti fattori, quali il prezzo del collettore, l'esposizione solare, la fonte sostituita, l'entità del risparmio derivante, ecc.; generalizzando, i costi possono essere ammortizzati in 5-10 circa, ma anche meno in presenza dei contributi pubblici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO