Fotovoltaico a costo zero

Cosa sono le ESCO

Per capire meglio perché è possibile ottenere un impianto fotovoltaico a costo zero, occorre innanzitutto parlare delle ESCO. ossia le Energy Service Company. Si tratta di società di servizi che operano sia nell'ambito pubblico che quello privato, potendo offrire degli impianti che risultino più accessibil per l'utente finale. I servizi che propongono le società in questione, vanno dalla definizione del progetto iniziale sino alla realizzazione effettiva dell'impianto e relativa manutenzione. Grazie a tutto ciò, è infatti possibile arrivare ad un risultato molto ambito, quello di ottenere un impianto fotovoltaico a costo zero. L'utente infatti avrà la possibilità di prendere accordi preliminari con le ESCO, facendo in modo di trovare valide soluzioni economiche alternative. Prima di poter effettuare l'intervento, si va a fissare quello che è il profitto per l'ESCO stabilito in base alla bolletta elettrica. Considerando che le spese per l'energia, prima che avvenisse l'installazione dell'impianto fotovoltaico risultavano piuttosto elevate, grazie all'avvento dell'energia di tipo solare, sarà possibile prendere la decisione di dare all'ESCO la differenza tra le spese energetiche precedenti l'installazione dell'impianto e quelle future, ossia dopo averlo installato.
ESCO

ECO-WORTHY Pannello Solare Policristallino 25 Watt Modulo PV con 0,91m di Cavo + Cavo Di Prolunga di 1,83 m con Clip per Batteria + Regolatore Solare da 3 Ampere 12 V/24 V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,92€


Come operano le ESCO

FotovoltaicoPer spiegare il modus operandi delle ESCO, va evidenziato che la prima cosa da fare è quella della valutazione energetica dell'edificio per cui è stato richiesto l'intervento. Fatta quindi la diagnosi preliminare, si redige una lista di tutte quelle che sono le migliori soluzioni in merito, tenendo conto del fabbisogno energetico, dell'esposizione solare e diversi altri elementi. La fase successiva riguarda invece la progettazione ed il reperimento di tutti i capitali necessari per effettuare l'intervento definitivo. In ogni caso, concluso il tutto, sarà assolutamente indispensabile provvedere al monitoraggio che consentirà di tenere sotto controllo i consumi, le prestazioni ed infine i costi. Le ESCO avranno la competenza per ciò che riguarda la manutenzione e la gestione dell'impianto di riferimento.

  • fotovoltaico In un ‘ epoca di crisi come questa, ove il risparmio e , quindi, i guadagni, sono sempre minori rispetto al passato, ma allo stesso tempo si sente maggiormente l’ esigenza di consumare, e si alzano i ...
  • gas Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di occupazioni in tutti i settori, e in questo modo prendersi cura delle cose che ci stanno più a cuore, o quelli a cui si è più interessati. Ad esempio, ...
  • tegole fotovoltaiche Il fai da te è un hobby che permette di occupare il proprio tempo libero in operazioni particolarmente utili. I lavori che è possibile svolgere tramite il fai da te sono davvero moltissimi, tra i qual...
  • fotovoltaico Con il termine fotovoltaico si indica tutto quello che consente di utilizzare l’energia del sole per produrre energia. Il termine si riferisce sia al settore di produzione degli impianti, che al tipo ...

Kemo Electronic - Regolatore di carica batteria piombo 12V per fotovoltaico e alimentatori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€


Alcune proposte per il fotovoltaico a costo zero

Nel corso del 2013, Anie Gifi, che non è altro che l'associazione di rappresentanza delle imprese fotovoltaiche in Italia, ha chiesto alla politica interventi mirati per fare in modo di rendere concrete le possibilità di avere un impianto fotovoltaico a costo zero. In particolare sono state fatte ben quattro proposte per rendere il tutto molto più semplice e vantaggioso. La prima proposta fatta consiste nel rimuovere tutti gli aspetti burocratici inerenti al fotovoltaico, semplificando di conseguenza le varie procedure. Tanto per citare un esempio, è stato chiesto di poter introdurre un modello unico e semplificato per le autorizzazioni e connessioni in rete. La seconda proposta avanzata ha invece riguardato un'eventuale revisione ed al tempo stesso una nuova definizione della detrazione IRPEF pari al 50 per cento e da poter estendere anche alle imprese, oltre che alle persone fisiche. La terza proposta era incentrata su una facilitazione all'accesso al credito, mediante l'istituzione di un fondo rotativo. Per finire, la quarta proposta fatta era attinente ad una regolamentazione con apposite norme dei sistemi di accumulo, nonché le smart grid. Tutte queste proposte sono state fatte con l'obiettivo di essere compatibili con un ulteriore ribasso dei prezzi di mercato del fotovoltaico per il resto del 2013.


Fotovoltaico a costo zero: Vantaggi del fotovoltaico a costo zero

Se già ci sono i vantaggi per un normale impianto fotovoltaico, è chiaro ed evidente che a costo zero non possono che aumentare in maniera esponenziale. Infatti è un'opportunità unica che consente di tagliare in maniera netta i costi della bolletta elettrica ed inoltre di poter guadagnare anche dei soldi. Si potrà infatti produrre da soli l'energia e guadagnare in base agli effettivi consumi. In poche parole, più si consuma più si guadagna. Qualora ci fosse energia prodotta in esubero, quest'ultima verrà ceduta alla rete e pagata con un incentivo speciale. Per finire, a pagare un impianto fotovoltaico a costo zero provvederà direttamente l'istituto di credito senza gravare sull'utente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO