Dimensionamento impianto fotovoltaico

Criteri dimensionamento impianto fotovoltaico

Il fatto di dimensionare un impianto fotovoltaico dipende da diversi fattori, a partire dal clima, nonché da tutti quei fattori tecnici, economici ed architettonici che sono direttamente collegati fra di loro. Un elemento che influisce in maniera determinante al dimensionamento di un impianto fotovoltaico è sicuramente il Conto Energia con i suoi numerosi incentivi, sia che si decida di mettere in vendita l'energia prodotta, sia che si opti per l'autoconsumo di quest'ultima.

Quando si va a dimensionare l'impianto fovotoltaico, in primo luogo si va ad individuare la potenza totale dei moduli, la quale risulta indispensabile per soddisfare degli scopi elettrici stabiliti. Il kilowatt di picco è l'unità di misura che è utile per la potenza nominale di un modulo fotovoltaico. Il simbolo di questo kilowatt è kWp.

Per soddisfare in pieno le esigenze di una famiglia media composta da tre o quattro persone, si deve avere una potenza installata pari a tre kWp ed i pannelli solari che sono necessari per avere la potenza medesima, hanno una superficie pari a 24 metri quadri. Proprio la superficie è una delle componenti fondamentali per un impianto fotovoltaico e ne mettono in evidenza anche la sua funzione architettonica.

Dimensionamento impianto fotovoltaico

Kit Fissaggio per 6 Pannello Solare Fotovoltaico da 250W 1,5Kw Lamiera Grecata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 133,96€


Calcolare dimensioni impianto fotovoltaico

dimensioni impianto fotovoltaicoEsiste un modo abbastanza pratico per poter calcolare il dimensionamento di un impianto fotovoltaico. Facendo un'accurata ricerca su internet, sarà possibile visualizzare un'apposita tabella con più voci che concorrono a questo calcolo. Elencando ad una ad una queste voci, queste ultime sono, nell'ordine, la radiazione incidente annuale, l'orientamento del tetto che di regola è a sud, l'inclinazione del tetto, il consumo annuo, il costo dell'energia espresso in centesimi a watt, l'integrazione dei consumi, il periodo di entrata in esercizio ed il tipo di integrazione. Dopo aver specificato con precisione tutte queste voci, va cliccato alla voce "calcola" ed uscirà fuori il dimensionamento dell'impianto fotovoltaico, anche se naturalmente tutti i dati sono indicativi e ci si dovrà avvalere dell'aiuto di un tecnico esperto in materia che potrà effettuare questi calcoli secondo il proprio effettivo fabbisogno e le esigenze di ciascun utente.

  • fotovoltaico In un ‘ epoca di crisi come questa, ove il risparmio e , quindi, i guadagni, sono sempre minori rispetto al passato, ma allo stesso tempo si sente maggiormente l’ esigenza di consumare, e si alzano i ...
  • gas Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di occupazioni in tutti i settori, e in questo modo prendersi cura delle cose che ci stanno più a cuore, o quelli a cui si è più interessati. Ad esempio, ...
  • tegole fotovoltaiche Il fai da te è un hobby che permette di occupare il proprio tempo libero in operazioni particolarmente utili. I lavori che è possibile svolgere tramite il fai da te sono davvero moltissimi, tra i qual...
  • fotovoltaico Con il termine fotovoltaico si indica tutto quello che consente di utilizzare l’energia del sole per produrre energia. Il termine si riferisce sia al settore di produzione degli impianti, che al tipo ...

Sunix® 10A Pannello solare regolatore della carica Regolatore di carica con USB intelligente, display a LED 12V-24V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€


Dimensionamento impianto fotovoltaico: Perchè dimensionare un impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico va dimensionato, in quanto con la fine dell'epoca degli incentivi, diventa un'operazione ancora più importante rispetto a periodi precedenti. Attraverso gli incentivi infatti, più l'impianto risultava grande, più si veniva pagati per l'energia effettivamente prodotta. Ai tempi di oggi invece, si deve fare i conti soltanto con le proprie capacità di autopagarsi con il passare del tempo, tramite il cosiddetto autoconsumo dell'energia che porta ad un beneficio che tutti noi conosciamo, vale a dire un significativo risparmio sulla bolletta, che in tempi di ristrettezza economica non guasta mai. Inoltre, ci si autoripaga anche mediante il pagamento dell'energia che viene immessa in rete e quest'ultima è pari a tutta quella non autoconsumata.

Prima di effettuare il dimensionamento del proprio impianto fotovoltaico, ci si deve innanzitutto chiedere quali sono i propri effettivi consumi e quanti se ne possono svolgere durante le ore diurne. Va poi fatta una stima di quanto si consuma in un periodo di tempo pari ad un anno e quanta se ne può produrre di giorno. Un altro fattore di cui si deve assolutamente tenere conto è l'area geografica in cui si risiede, ovvero il nord, il centro od il sud del paese, perché la produzione media annuale varia da area ad area e, di conseguenza, al sud si producono più kilowatt hour per kilowatt rispetto al nord. Ne consegue che i metri quadrati su tetto a falda di un impianto che possa garantire il miglior rapporto fra i costi e i benefici, saranno di gran lunga inferiori rispetto a quelli di un impianto presente al nord.

Si deve poi tenere presente che più si riesce ad aumentare la quota di consumo durante le ore diurne, maggiore sarà il risparmio garantito dall'impianto fotovoltaico. A tal proposito è vivamente consigliata la sostituzione dei tradizionali impianti a gas, come ad esempio la caldaia con impianti elettrici che siano in condizione di poter sfruttare nel migliore dei modi impianto, che potrà essere dimensionato in maniera più agevole consentendo un notevole risparmio.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO